Skip to main content

Nei giorni 12 e 20 dicembre si sono tenuti un paio di incontri presso la Regione Veneto – Area Sanità e Sociale, alla presenza del Dr. Costa e delle OOSS rappresentative (CGIL FP, CISL FP, UIL FPL, FIALS, FSI e NURSING UP) dove ci è stata presentata, come ogni anno, la proposta di delibera intenzione di approvare in materia di personale per l’anno 2017 . I punti essenziali sono la conferma del tetto di spesa del consuntivo dell’anno precedente, pari a circa 2.700.000.000€ complessivi per tutta la Regione, che saranno suddivisi tra tutte le ULSS. Viene confermato il sistema del piano trimestrale delle assunzioni, ferma restando la possibilità di assumere personale sanitario, più OSS e autisti di ambulanza nei limiti del turn-over, e il blocco del turn-over stesso per il personale amministrativo e tecnico salvo specifiche deroghe da motivare dalle Aziende e da autorizzare da parte della Regione.

Per quanto riguarda le assunzioni o la mobilità verso l’istituenda Azienda Zero è stato specificato che la spesa viene ricompresa nel budget complessivo ovvero andrà a ridurre il tetto di spesa delle altre aziende. Sono autorizzate le assunzioni a tutto il 31.12.2016, sia per il personale del comparto che per il personale medico. Per quanto riguarda l’utilizzo delle graduatorie concorsuali, è stato posto il problema a quale graduatoria di concorso fare riferimento nel caso ne esista più di una per effetto dell’accorpamento, la proposta è quella di utilizzare quella del territorio nel quale vi sia la necessità di coprire il posto fino a tutto il 2017, fatti salvi diversi accordi tra le parti. Viene confermato il limite del 70% del fondo 2010 sulle consulenze e collaborazioni interinali, così come viene specificato che saranno autorizzate assunzioni a tempo determinato solo per situazioni specifiche e temporanee o legate a specifiche carenze di organico che possano determinare interruzione di pubblici servizi. dove la Regione ha Ci è stato poi illustrato lo studio sulla definizione di dotazione organiche per le aree di Pronto Soccorso per i più di 50 punti di accessi nelle strutture pubbliche nei vari ospedali Hub e Spoke, lo scopo è quello di dimensionare le necessità e stabilire dei valori minimi di riferimento, prevedendo una fase sperimentale di verifica, e prevedendo di assumere laddove si evidenziasse una carenza di personale rispetto allo standard stabilito. Poi abbiamo preso visione dei criteri generali dei piani triennali di razionalizzazione proposti dalla Regione. Ogni Azienda dovrà fornire entro il 31.3 anche alle OOSS, i propri piani, e il risparmio, nella misura di quanto stabilito dall’accordo regionale del 24.11 u.s., verrà distribuito a tutto il personale. In tale processo sono coinvolte anche le Aziende Ospedaliere, IOV, Istituto Zooprofilattico e Asl 10 che non subiscono accorpamenti. Ci viene riferito che la stima di un risparmio di almeno 9.000.000€ all’anno è un obiettivo assolutamente raggiungibile. Abbiamo poi affrontato il problema della mobilità del personale. La proposta della Regione prevede nella fase che precede e segue l’adozione dei nuovi atti aziendali in ambito amministrativo e tecnico, le Aziende dovranno effettuare una ricognizione per individuare il fabbisogno del personale nelle varie sedi lavorative e pubblicare uno o più bandi riservati al personale. Ci siamo riservati di proporre le nostre osservazioni al riguardo quanto prima. Per quanto riguarda la copertura dei posti che si rendessero vacanti per il turn-over, verranno date indicazioni alle Aziende di assumere con precedenza dalle graduatorie dell’ambito territoriale dell’ex-ASL, qualora ve ne fosse esistente più di una. Tutte le OOSS hanno condiviso la necessità di attivare i processi di mobilità volontaria all’interno delle nuove ULSS prima delle coperture di posti vacanti , per dare la precedenza al personale già strutturato. ed al personale trasferito di sede verranno applicate le regole esistenti nel territorio dell’ex-ASL di destinazione fintanto che non verranno definiti i nuovi CCDI. Ci siamo comunque aggiornati al prossimo 11 gennaio per il proseguimento della trattativa.

D’Emanuele Scarparo Francesco Menegazzi UIL FPL Veneto-Venezia Segreteria Regionale Luca Molinari Venezia-Mestre, 20 dicembre 2016

Leave a Reply