Skip to main content

UIL F.P.L. di Firenze e della Toscana Segreteria Unificata Firenze, 29 dicembre 2016. Nel tardo pomeriggio di ieri si è finalmente conclusa la vertenza con la Regione Toscana per la definizione di alcuni importanti punti che sinceramente ci hanno visto discutere con le controparti troppe volte negli ultimi mesi.

L’intesa raggiunta riguarda:
1) la mobilità interaziendalealla quale si cerca di dare una soluzione provvisoria in attesa di realizzare un accordo per la definizione di procedure a regime che attraverso il coinvolgimento dell’ESTAR, consentano di realizzare un sistema permanente in grado di dare risposte giuste ed equilibrate al personale interessato;
2) costo del pasto e valore dei buoni pasto per il diritto alla mensa esercitato presso esercizi convenzionati esterni, che si provvede a definire per gli importi massimi possibili in base alla normativa vigente;
3) Fondi di produttività, adeguamento dell’1% del monte salari anche per il 2016 da definirsi con un accordo sindacale specifico.

Si allega il testo dell’intesa e delle linee di indirizzo che la Regione trasmetterà alla Aziende nei prossimi giorni.

Oltre a ciò, durante il pomeriggio di ieri, si è discusso delle problematiche riguardanti la sanità privata ed il mancato pagamento da parte delle ASL dei corrispettivi riferiti ai cosiddetti importi dei fuori regione.

Dopo un  confronto tra l’Assessorato (Dr. Brintazzoli) ed i rappresentanti della sanità privata (Aris, Aiop,ecc..) all’interno del quale le O.O. S.S. hanno manifestato preoccupazione per la tenuta occupazionale nel settore visto la situazione che si è venuta a creare,  ci siamo lasciati con i seguenti impegni:
– verrà fatta una programmazione per un anno con verifica ed eventuale adeguamento entro il primo semestre 2017, in vista anche degli incontri (sulle compensazioni)  che verranno fatti tra le regioni entro febbraio 2017;
– verrà analizzata ogni casa di cura per vedere gli impatti che ogni struttura ha (alta o bassa intensità);
– prende corpo una ipotesi di un “recupero delle fughe” entro due anni. Questo punto comunque verrà approfondito meglio in seguito.

All’incontro ha partecipato per la nostra Segreteria il Responsabile Regionale per la Sanità Fabrizio GRASSI.
Cordiali saluti.

Il Segretario Regionale
Mario Renzi

Leave a Reply