Skip to main content

La malasanità fa notizia ma la maggior parte delle notizie che riguardano il mondo della salute in Toscana è di segno positivo. Sono, cioè, storie e episodi virtuosi che ora sono stati raccolti nella selezione di articoli pubblicati tra il 1 novembre 2015 e il 31 ottobre 2016 sui giornali toscani.  Il volume è stato presentato dall’assessore regionale alla salute Stefania Saccardi nella sede della presidenza in palazzo Strozzi Sacrati a Firenze. Vignetta di Staino in copertina e, all’interno, quattro sezioni contraddistinte da colori diversi, dedicate a salute, sociale, sport e alle lettere inviate dai cittadini per parlare delle proprie esperienze dirette. “Dall’inizio dell’anno ho già risposto a più di 600 persone che hanno avuto a che fare con il sistema sanitario toscano – scrive il presidente Rossi nella sua prefazione – e molti di essi mi hanno voluto far sapere che si tratta di un sistema che funziona, fatto di persone che si impegnano, con passione e dedizione, nel loro lavoro quotidiano. Sfogliando questa pubblicazione comprenderete meglio qual è l’idea di fondo che sta alla base di ogni nostra politica sanitaria. Ovvero quella di mantenere un servizio sanitario che, nonostante i tagli e le difficoltà di bilancio, sia di qualità e per tutti”.

Per l’assessore Saccardi “da questa raccolta di articoli emerge limpida la realtà della regione in cui viviamo. Una regione di eccellenza, in cui le cure sociosanitarie sono ai vertici delle classifiche non solo italiane ma dell’intero continente. Una regione che ha fatto dell’avanguardia medica e sociale, della professionalità, della sollecitudine appassionata un tratto distintivo”.

La presentazione del volume, a cui erano presenti anche i rappresentanti dell’Ordine dei medici e dell’Ordine dei giornalisti, è stata anche l’occasione per annunciare per il 2017 il premio giornalistico destinato ai migliori articoli di argomento sanitario usciti su carta stampata, web, radio e tv.

SU http://www.toscanamedianews.it/firenze-la-buona-sanita-in-400-pagine.htm

Leave a Reply