Skip to main content

«La decisione di annullare la chiusura notturna dei Nuclei di Cure Primarie di Fiumicino, Fregene e Casalbernocchi , è stata presa nel corso di una riunione tra Giuseppe Legato, Commissario della Asl Roma 3 e le rappresentanze del sindacato Uil Fpl, al termine della quale il presidente dello stesso, Giuseppe Conforzi, ha dichiarato che sono state trovate altre risorse per fare fronte alle carenze di personale dell’ospedale Grassi di Ostia, evitando cosi’ di ridurre il personale dei NCP di Fiumicino e Fregene. Sebbene le azioni dei cittadini in difesa dei propri diritti siano sempre una fondamentale e importantissima manifestazione di civilta’, in questo caso la partita si è giocata esclusivamente a livello regionale, e né il Sindaco di Fiumicino né tantomeno i consiglieri comunali dell’opposizione di destra, hanno avuto alcun ruolo o influenza nella decisione di annullamento del provvedimento, che era gia’ stata presa prima che le manifestazioni cominciassero». 
«E’ davvero triste che la vicenda dei NCP sia stata strumentalizzata da diversi gruppi politici che hanno cercato di arrogarsi il merito della revoca del provvedimento di chiusura notturna, affermando addirittura che la “minaccia di una sollevazione di massa” avrebbe fatto cambiare idea all’amministrazione regionale.

MARITATO: “MONTINO FIRMÓ PER DEPOTENZIARE I PRESIDI” – «Anno 2008, la giunta regionale Marrazzo firma e delibera la trasformazione dei posti di primo intervento, che forniscono assistenza sanitarie di emergenza in h 24,  a Nucleo di Cure Primarie, gestito da medici di famiglia per h 12, il tutto depotenziando il dipartimento di emergenza.
Firmatario della delibera, oltre al presidente Marrazzo, è anche l’On. Esterino Montino, in qualità di Vice presidente della Regione Lazio.» Lo dichiarano in una nota il Presidente di AssoTutela, Michel Emi Maritato e i due dirigenti nazionali della stessa, Alessio Tirrito e Mauro Carfagna. «Oggi, dopo 8 anni di silenzio -continua Maritato- il Commissario Straordinario della Roma 3 (ex Roma MD) Dott. Giuseppe Legato trovandosi costretto a fare fronte all’emergenza in atto di carenza di personale presso l’ospedale G.B. Grassi e per far fronte alla grossa perdita economica della ASL ROMA 3, personale impegnato presso gli NCP per una piccolissima utenza,come a Fregene con tre pazienti a notte, ha deciso di attuare ciò che la giunta Marrazzo nel 2008 ha deliberato. Il Sindaco  Montino, manifesta davanti al N.C.P. di Fiumicino contestando questa decisione del Commissario Straordinario della ROMA 3 dichiarando che la chiusura in ha 12 degli NCP di Fiumicino, Fregene e Casal Bernocchi sia fuori da ogni logica. Ci chiediamo – conclude Maritato – dove sia tutto questo reale sdegno visto che chi ha firmato l emendamento è chi mente sapendo di mentire.»

SU http://www.civonline.it/articolo/sanita-il-bluff-della-protesta

Leave a Reply