chiudi

Sindacati

NURSIND

NURSIND 24 ANNI FA E 24 ANNI DOPO

photo-1509731581506-2a28392e3ae2

24 anni fa si apriva una porta che 24 anni dopo ha condotto la comunità che si riconosce nel sindacato delle professioni infermieristiche NurSind dopo un lungo, epico, lacerante e travagliato e pur entusiasmante percorso, alla maggiore rappresentatività e alla agognata sottoscrizione del CCNL Comparto Sanità.

Era il 1998 e il 12 maggio di quell’anno i sindacati Sanip, Sios, Ius, Coina, Aspi, Nursing Up sottoscrivevano in Roma Policlinico Gemelli l’atto costitutivo dell’associazione sindacale NurSind (che nel settembre dello stesso anno eleggeva la sua I° direzione nazionale ed approvava lo Statuto) e che nelle intenzioni avrebbe dovuto portare in una unica sigla tutte le esperienze in quel momento in essere.

continua
Sindacati

HANNO GIÀ SCARICATO IL MINISTRO SPERANZA

Screenshot_20220426-211735903 (1)

Band wagon, ma sino ad ieri dove eravate?

Tante organizzazioni sindacali scaricano il Ministro Speranza senza se e senza ma, come se questi anni fossero per lui stati una passeggiata.

Tutti, molti, troppi, chiedono:

1) che la salute dei cittadini ritorni a essere un punto fondamentale, come se appunto nella gestione fosse una seconda scelta

2) un impegno nel migliorare le leggi del precedente governo

3) di avere un sistema sanitario solido

4) che gli infermieri e gli altri professionisti del comparto possano contare su scelte che si rivelino coerenti e pienamente in linea con le priorità di un sistema che va ricostruito da zero

5) una stagione del fare, e non più quella delle promesse a vuoto e delle improduttive pacche sulle spalle

6) che il Servizio sanitario nazionale abbia una costituzione stabile, organizzata e diffusa del sistema territoriale esterno agli ospedali

7) iniziative per recuperare e valorizzare il ruolo del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta e dei medici ospedalieri, come se già non avessero i loro spazi

8) di migliorare notevolmente l’assistenza sanitaria a milioni di italiani alle prese con gravi malattie e che il sistema sanitario deve saper rispondere ai nuovi bisogni di questi cittadini

9) che la sanità è in sofferenza, novità assoluta, e che la  tenuta del servizio sanitario nazionale è a rischio anche a causa del peggioramento senza precedenti delle condizioni di lavoro dei Medici e dei Dirigenti sanitari

10) una ripresa a regime delle relazioni con il Dicastero che è stato chiamato a dirigere, mettendo a disposizione gli strumenti per invertire questa deriva di svendita della Sanità Pubblica

11) di abbandonare tutte le politiche di deospedalizzazione che hanno colpito il settore negli ultimi 40 anni

12) di risollevare il Servizio sanitario nazionale, dopo anni di tagli che hanno portato ad una riduzione importante dell’offerta sanitaria

13) che la Salute torni ad essere un punto essenziale, fondamentale del programma di governo

Francamente viene da chiedersi in che mondo sindacale e sanitario avete vissuto sino ad ieri, parte integrante dei problemi oggi giustamente reclamati ma ieri tollerati.

 

 

 

 

 

continua
R.S.U.

MARCHE: PRECARI SI NASCE, STABILIZZATI SI DIVENTA

photo-1567677917221-3229fddf8d73

Riceviamo e pubblichiamo

STABILIZZAZIONE “COVID” DEI PRECARI
Proprio non serve esultare o fare falsi trionfalismi, illusori.
Occorre rispetto per i professionisti e per gli utenti del Servizio Sanitario Pubblico.
Perché assolutamente deludente è risultato il Tavolo svolto in Regione Marche in data 19 corrente mese sulla questione della stabilizzazione “COVID” dei precari.
continua
Sindacati

NON C’È DUE SENZA TRE

photo-1505855788694-023053764ae5

Sanità, il Nursing Up rinnova, a gran voce, il ruolo di suo leader ad Antonio De Palma, confermato come Presidente del Sindacato

«E’ un momento di grande emozione, per me, a livello personale. Ricevere ancora una volta l’incarico di Presidente di questo sindacato, per il terzo mandato, rappresenta la concretizzazione delle battaglie, dell’impegno profuso»

ROMA 19 OTT 2022 – Si sono tenute quest’oggi a Roma, presso la Sede Nazionale del Nursing Up, le attese elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e dell’Organismo di Controllo del Sindacato.

continua
Sindacati

SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO?

photo-1591243474642-7a3113970464

Riceviamo e pubblichiamo e ci riserviamo un approfondimento nei prossimi giorni. Se la situazione è quella descritta la responsabilità è anche, per la propria quota parte, della componente sindacale, tutta, che non riesce evidentemente a spostare quasi nulla. (Ndr)

Sanità, Nursing Up De Palma: Allarmanti i dati del nuovo rapporto Agenas sulla carenza infermieristica italiana, con una presenza di professionisti ben al di sotto rispetto alla media europea. Ma a preoccuparci non è solo la voragine di personale sanitario, che si traduce, inevitabilmente, in un pericoloso depotenziamento delle prestazioni offerte ai cittadini. Ora, a calare, sensibilmente, sono anche le iscrizioni ai corsi di laurea in infermieristica.

continua
Sindacati

TUTTI A SALTARE SUL DELLI CARRI DEL VINCITORE

photo-1623057000049-e220f79c7051

Nursing Up:  convegno regionale di Piemonte e Valle d’Aosta del sindacato di categoria che sta facendo la grande differenza

Il segretario Piemontese Nursing Up, Claudio Delli Carri: “Una massiccia campagna di nuove assunzioni è vitale per le sfide che ci attendono”

Si è tenuto il convegno regionale per il Piemonte e Valle d’Aosta del Nursing Up, sindacato degli infermieri e delle professioni sanitarie, punto di riferimento nazionale per la categoria.

continua
Sindacati

NURSING UP LAZIO: IL POSTINO PASSA SEMPRE DUE VOLTE

photo-1508769941802-a6ca19d19e08

Da Sindacato degli Infermieri Italiani
Regione Lazio

A Asl Roma 2
Via maria Brighenti n. 23 – Edificio B
00159 Roma
protocollo.generale@pec.aslroma2.it

Ispettorato del Lavoro Regione Lazio

Oggetto: segue comunicato precedente, inoltrato via pec il 28.07.2022, privo di risposta

La scrivente O.S. si trova fortemente in imbarazzo per dover ribadire ciò che avevamo già scritto, nella data indicata in oggetto.

continua
Sindacati

SOSPENSIONE DALL’ESERCIZIO PROFESSIONALE IN PEC-TORE parte II

photo-1586769852351-8791d2bb43be

Citofonare: Legislatore

Gli Ordini Professioni Infermieristiche, tutti, rispettano le norme.

 

Sanità, Giuliano ( Ugl ) : “La sospensione di 190 infermieri senza pec è atto paradossale”

“L’obbligo di attivazione della pec è previsto dal decreto semplificazioni del 2020, ma arrivare alla sospensione di 190 infermieri per tale motivo è un atto paradossale in un contesto di gravi carenze degli organici”.

continua
Sindacati

SOSPENSIONI DALL’ESERCIZIO PROFESSIONALE IN PEC-TORE

photo-1596526131083-e8c633c948d2
Dura Lex sed Lex. La rappresentanza professionale non può e non deve eludere le norme e per quanto di propria pertinenza deve applicarle. Gli Ordini Professioni Infermieristiche sono Enti di Diritto Pubblico Sussidiari dello Stato e vigilati dal Ministero della Salute. Citofonare: legislatore.

Sanità, Nursing Up De Palma: «Infermieri sospesi dagli Ordini  perché non minuti di PEC: Con una carenza base di 80mila infermieri, possiamo permetterci di lasciare a casa tanti professionisti per poi andare ad assumere, paradossalmente, personale dal Venezuela come accade in Veneto con l’Ulss 3 Serenissima?

continua
Sindacati

VENDUTA LA PELLE DELL’ORSO PRIMA DI AVERLO CATTURATO?

IMG_20220722_160531

Sanità, slitta la firma del rinnovo del ccnl del pubblico impiego. Giuliano (Ugl):

“Basta giocare sulla pelle degli operatori ”

“Bisogna smetterla di giocare sulla pelle e sulle retribuzioni degli operatori della sanità pubblica.

La notizia dello slittamento della firma definitiva sul rinnovo del ccnl per nuovi chiarimenti richiesti all’Aran dal Mef è l’ennesimo gesto irrispettoso nei confronti di quei lavoratori prima chiamati eroi ed oggi, con l’opinione pubblica distratta dalle prossime elezioni e da quanto avviene fuori dal nostro confine, nuovamente mortificati.

continua