chiudi
CGILCISLFIALSUIL

NUN SCURDAMMOCE ‘O PASSATO, SIMMO NATI PER SINDACÁ

photo-1591045211820-2fe94117fe18

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 3 SUD 

Data 13/03/2021

Al Direttore Generale Asl 3 Na Sud   

E p.c.   Al Direttore Sanitario Aziendale                                                              

Al Direttore Amministrativo Aziendale 

Al Direttore del Servizio GRU

Alle forze sociali e politiche del territorio ASL NA 3 SUD

Alle OO.SS. CGIL – CISL – UIL – FIALS Regionali

A tutti i lavoratori e Strutture Aziendali 

 

L’EMERGENZA SANITARIA DA COVID-19 NON DEVE DIVENTARE UN ALIBI PER CONTINUI RINVII – E’ TEMPO DI CONCRETEZZA –

 

Soprattutto in questa difficile fase pandemica c’è bisogno di programmazione. Stiamo aspettando ancora un piano organico per la rete ospedaliera, proliferano i se e i ma, quale pianificazione sanitaria e adeguamento strutturale si vuole mettere in campo per i nostri presidi ospedalieri???

Idem per l’assistenza territoriale occorre concretizzare quanto da tempo avviato, si può fare???

 

Ai buoni risultati ottenuti per le attività di screening dei tamponi e dei punti vaccinali dove si è raggiunto un buon risultato, occorre da subito iscriversi ad un nuovo attuale partito quello del “FARE” non quello di aspettare……..

 

Purtroppo la curva dei contagi da covid-19 sul nostro territorio sta avendo una decisa impennata, con ulteriore sofferenza del personale sanitario e dei cittadini-utenti, occorre pianificare un miglioramento della qualità assistenziale sfruttando le potenzialità dei nostri presidi meno congestionati.

 

Le insufficienti risorse umane ed economiche hanno a dura prova l’intera rete ospedaliera. A risentirne maggiormente è il Covid Hospital, che ha visto un aumento esponenziale dei ricoveri con una soglia di età tra i pazienti che si abbassa sempre di più. Il senso di responsabilità comune impone scelte rapide e coraggiose.

La pressione non risparmia tutti gli altri ospedali della nostra ASL a cominciare dal presidio di Castellammare, quello di

Nola, di Torre del Greco e di Sorrento;

                      E’ EMERGENZA VERA…

 

Le scriventi OO.SS. hanno chiesto una costante interlocuzione con la Direzione strategica e il ripristino del confronto da remoto per addivenire a scelte funzionali per lavoratori e cittadini.

 

Ci preoccupa la carenza di personale, minata anche da situazioni di quarantena e/o positività, occorre condividere e realizzare una politica sanitaria e contrattuale aziendale al passo con la difficile attuale situazione, con una visione a largo spettro con le migliore forze sociali e politiche presenti sul nostro territorio, occorre trovare sintesi operativa per correre tutti assieme nella giusta direzione, dare URGENTISSIME RISPOSTE consecutive ad impegni già assunti e discussi quali:

  1. Situazione rete ospedaliera.
  2. Covid Hospital (posti letto) e P.O. TDG.
  3. Screening tamponi e campagna vaccinale.
  4. Potenziare l’assistenza territoriale con l’apertura di nuovi poli assistenziali.
  5. Definire le procedure concorsuali interne ed esterne.
  6. Fascia retributiva.
  7. Mancata corresponsione incentivi e cuneo fiscale.
  8. Pagamento delle prestazioni e dei rimborsi per le attività domiciliari.
  9. Procedure di stabilizzazione del personale precario e vincitore di concorso già in servizio nei nostri presidi.
  10. Incarichi di funzione.
  11. CCNL 20.9.2001 – art. 9.
  12. Commissione ex art 17.
  13. Soluzione definitiva per addebiti relativi all’orario di lavoro.
  14. Circolare proroga ferie 2019 al 31.12.2021 per meglio garantire l’assistenza.

 

Sicuramente la Regione Campania, a parere delle scriventi poteva fare e doveva fare di più, con maggiore sostegno alla nostra Azienda, in termini di risorse umane ed economiche, nei tempi utili.

 

E proprio per questo che occorrono urgenti risposte, anche in un momento difficile come questo.

 

Non è possibile arroccarsi, senza dare esecuzione, ripetiamo, a impegni sottoscritti e contemporaneamente intervenire freddamente e unilateralmente sulle economie dei dipendenti (stiamo ancora aspettando una comunicazione ufficiale).

 

Pur riconoscendo il lavoro svolto dalla Direzione Strategica situazioni incoerenti, ci vedranno costretti ad ulteriori azioni a salvaguardia delle salute dei cittadini e delle aspettative dei lavoratori che attendono legittimi riconoscimenti. 

CGIL CISL UIL FIALS aziendali