Skip to main content

Liberi, seppur sottoposti all’obbligo di firma, i due “infermieri ” che avevano partecipato alla tragica circoncisione che costò la vita a Henry, neonato ghanese morto quando non aveva ancora due mesi. Il decesso risale al 30 maggio, l’inchiesta si è chiusa sei mesi dopo con cinque patteggiamenti. Per tutti gli imputati, un’accusa di omicidio preterintenzionale. E a fine novembre il gup Luisa Ferracane ha accettato le proposte avanzate dai legali del “dottore ” che eseguì l’intervento, assistito dall ’avvocato Alberto Bosio, dai due suoi aiutanti, difesi da Bosio e Manuel Perga e dai due genitori del piccolo, assistiti da Gianluca Vitale ed Emanuela Cischino. Per il “medico” una condanna a cinque anni, per madre e padre che affidarono il piccolo alla “equipe”, 24 mesi. Quattro anni, cinque mesi e dieci giorni la pena inflitta ai due “infermieri”, che qualche giorno dopo hanno lasciato il Lorusso e Cutugno con l’obbligo di presentarsi ogni giorno in commissariato.

http://www.cronacaqui.it/torino/incredibile-neonato-morto-la-circoncisione-gia-liberi-due-infermieri-del-moi.html

Leave a Reply