Skip to main content

Arrivano quattro assoluzioni al termine del processo su una presunta colpa medica. Il giudice monocratico, Silvia Minerva ha ritenuto non colpevoli “perché il fatto non sussiste“: Giuseppe Colonna, 50 anni di Gallipoli, Dirigente Medico dell’Unità di Emodinamica del “Vito Fazzi”; Tiziana Ingrosso, 42enne di Merine, infermiera e Marco Corvaglia, 48 anni di Vernole, medico supervisore, entrambi in servizio presso il 118 del “Fazzi”; Elio Piccolo, 53enne, oculista presso quello di Gallipoli. Il medico Enrico De Luca, 57 anni leccese ( anch’egli “supervisore”) e Rosalba Zecca, 68 anni di Taurisano soccorritrice del 118 di Lecce sono stati già prosciolti dall’accusa al termine dell’udienza preliminare.

I quattro “camici bianchi” rispondevano dell’accusa di omicidio colposo per la morte di Maria Teresa Musica avvenuta all’Ospedale di Gallipoli. La donna, una 76enne di Sannicola, è  deceduta nell’ottobre del 2010, dopo il trasferimento dall’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Durante la discussione in aula, il pm Massimiliano Carducci ha invocato l’assoluzione dei medici. Così come il collegio difensivo composto dagli avvocati Luigi Covella, Ester Nemola, Americo Barba, Antonio Filograna che hanno chiesto l’assoluzione dei propri assistiti  ritenendo che non ci fosse stata imperizia o negligenza nel loro operato. I difensori hanno, inoltre, sostenuto che qualsiasi altro comportamento dei medici non avrebbe comunque evitato il decesso della signora Musica. Un familiare della vittima si era costituito parte civile, con l’avvocato Leonilda Marzano.

http://www.leccenews24.it/cronaca/mori-dopo-il-trasferimento-da-un-ospedale-all-altro-assolti-tre-medici-ed-un-infermiera.htm

Leave a Reply