Skip to main content

Con un’interrogazione che ripercorre le tappe individuate nel documento di ottobre presentato da UilFpl ed Anaao-Assomed di Messina, i deputati pentastellati chiedono al presidente della Regione Crocetta ed all’assessore Gucciardi di verificare se i requisiti dichiarati nel curriculum presentato nel 2011 corrispondano alle attività svolte ed a quanto richiesto dal bando e, qualora non fosse così a procedere con la revoca dell’incarico di DG del Papardo.

A firmare l’interrogazione sono tutti i deputati del gruppo a 5 Stelle: Zito, Cancelleri, Cappello, Ciaccio, Ferreri, Foti, La Rocca, Mangiacavallo, Palmeri, Siragusa, Trizzino, Tancredi, Zafarana.

Nel 2010 la Regione pubblicò l’avviso per la formazione di un elenco  degli aspiranti idonei alla nomina a Direttore generale delle aziende sanitarie, ospedaliere ed universitarie.  Tra i requisiti richiesti, oltre alla laurea, anche l’esperienza almeno quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende, strutture pubbliche o private in posizione dirigenziale con autonomia gestionale e diretta responsabilità delle risorse. Il bando specificava che ai fini dell’esperienza quinquennale era considerata esclusivamente l’attività di direzione con autonomiagestionale e diretta responsabilità delle risorse svolta a seguito di formale conferimento d’incarico con esclusione in ogni caso delle funzioni di consulenza, di ricerca ed ispezione. L’elenco della Regione, a seguito di avviso pubblico del 2011, è stato aggiornato nel 2012 e tra i nominativi è stato inserito Vullo che dal 1 luglio 2014 è Direttore generale del Papardo.

I deputati a 5Stelle si soffermano su quanto dichiarato nel curriculum presentato da Vullo in occasione del bando del 2011:

Il dottor Vullo dichiara nel curriculum d’aver prestato servizio presso l’azienda ospedaliera Santobono- Pausilipon di Napoli dal 15 febbraio 2002 nella qualità didirettore della Uoc di relazioni sindacali, formazione, valutazione, dirigenza, controllo ed implementazione della legalità- si legge nell’interrogazione– e successivamente, dal 15/2/2003 e fino al 14/2/2006 quale direttore deldipartimento della qualità aziendale”.

Il M5Stelle rileva però come contemporaneamente Vullo risultasse ricoprire altri ruoli sia in Sicilia che a Napoli: “Occorre rilevare che lo stesso fino a dicembre 2005 risulta essere inserito negli elenchi del personale sanitario della Regione Sicilia con la qualifica di infermiere e per l’anno solare 2006 inserito negli elenchi degli incarichi affidati a consulenti e collaboratori esterni con un incarico di “coordinamento delle attività del dipartimento di qualità aziendale” del Santobono-Pausilipon della Regione Campania”.

Il movimento evidenzia quindi quanto segnalato nel documento congiunto di Anaao-Assomed e UilFpl ad ottobre e trasmesso sia a Crocetta che all’assessore Gucciardi. Sia le organizzazioni sindacali che i deputati a 5Stelle inoltre sottolineano come Vullo abbia presentato nello stesso periodo (il 2011) la stessa documentazione sia alla Regione Sicilia che alla Regione Calabria per partecipare a due analoghi bandi per la formazione degli elenchi per le Direzioni Generali nelle aziende sanitarie. In Calabria viene escluso : “la Commissione selezionatrice, con nota protocollare dell’8 luglio 2011 ha escluso ilcandidato Vullo con la seguente motivazione: “manca esperienza di direzione”.

In Sicilia, per analogo bando e con medesima documentazione presentata, viene inserito negli elenchi e dopo una prima nomina al Policlinico, dall’estate del 2014 è nominato DG del Papardo.

Da queste premesse la richiesta del movimento all’assessore Gucciardi: Per sapere se ritenga opportuno  provvedere ad un’immediata verifica dei titoli effettivamente posseduti dal dottore Vullo ai fini dell’inserimento nell’elenco dei Direttori Amministrativi di cui all’avviso pubblico del 29 ottobre 2010 n°47 e  alla contestuale verifica delle dichiarazioni di possesso dei titoli dallo stesso presentati ai fini dell’inserimento nell’elenco dei direttori generali di cui alla GURS n°6 del 10 febbraio 2012 e revocare la nomina qualora non risulti riscontrato il possesso dei titoli dichiarati ai fini dell’inserimento nell’elenco degli idonei.

Il documento dell’Anaao-Assomed e UilFpl sui titoli indicati dall’attuale manager del Papardo nel curriculum è finito anche sul tavolo della Commissione regionale antimafia che, per atto dovuto, come specificato dallo stesso presidente Nello Musumeci, nelle prossime settimane ascolterà in audizione Vullo.

Intanto un’altra vicenda, quella dell’assunzione di due anestesisti al Papardo, porta ad uno scontro tra l’assessore Gucciardi e il DG.

Per assicurare l’assistenza ai pazienti nell’unico ospedale della provincia con un reparto di cardiochirurgia, Michele Vullo, dall’1 gennaio ha assunto a tempo indeterminato due cardio-anestesisti. Sin dal 7 dicembre era iniziato uno scambio di missive con la Regione Sicilia per riuscire ad aggirare il blocco delle assunzioni nella sanita’. I 2 cardio-anestesisti sono medici che fino al 2016 hanno usufruito dell’aspettativa per poter essere operativi al Papardo. L’Asp però ha fatto sapere al Papardo che dal 1 gennaio l’aspettativa non sarebbe stata più rinnovata. Da qui la necessità di reperire due sostituti. Il tentativo da parte dell’azienda di reperire figure professionali disposte a sottoscrivere un contratto a tempo determinato è andato a vuoto, così Vullo si è rivolto alla Regione evidenziando la  necessità dei due anestesisti per garantire l’assistenza ai pazienti e per trovare una soluzione alternativa al blocco delle assunzioni previsto per legge.

La soluzione non è stata trovata, così dal 1 gennaio i due medici sono stati ugualmente assunti a tempo indeterminato dal Papardo. La “forzatura” di Vullo, secondo quanto riporta un’agenzia Ansa, non è piaciuta all’assessore Gucciardi che ha inviato una nota al prefetto e alla procura annunciando possibili provvedimenti da porre in atto nei confronti del direttore generale.

Rosaria Brancato SU http://www.tempostretto.it/news/interrogazione-m5s-all-assessore-gucciardi-verifichi-curriculum-dg-papardo-michele-vullo.html

Leave a Reply