Skip to main content

LIVORNO. La plenaria sindacale finisce nel caos. La Cgil: «Decisione a larga maggioranza» Ferrucci: «Così l’integrativo dei lavoratori livornesi lo contratteranno i massesi»  Le cinque rappresentanze sindacali delle ex aziende sanitarie riunite nella maxi Asl della costa diventeranno una sola Rsu, rappresentata da un coordinatore, da due vice e da una delegazione trattante. Il nuovo regolamento è stato approvato  durante un’assemblea plenaria a cui avrebbero dovuto partecipare i 152 eletti nelle Rsu delle varie aziende, che si è svolta all’ospedale di Viareggio. E’ stato eletto coordinatore Stefano Masini della Uil di Massa, vice il livornese Francesco Redini (Cisl) e il massese Valerio Musetti (Cgil). 28 i componenti della delegazione trattante.

«Un regolamento approvato a larga maggioranza», sottolinea in una nota la Cgil. Ma i sindacati autonomi non la pensano allo stesso modo, anzi, Fials (leader a livello di iscritti nell’Asl livornese) e Fsi (leader nell’Asl versiliese) gridano al blitz. Entrambe le sigle sono rimaste escluse dal coordinamento della nuova rappresentanza.

Durante la riunione i toni sono saliti e ad un certo punto i rappresentanti degli autonomi sono usciti dall’auditorium e hanno organizzato un sit-in di protesta.

«I nostri due sindacati a livello di iscritti sono i più numerosi in tutta la nuova Asl e invece ci troviamo fuori da ogni rappresentatività e decisione», sottolinea il segretario del Fials Massimo Ferrucci.

Secondo Ferrucci questa decisione danneggerà in particolare i lavoratori livornesi. «Basta un esempio per capire cosa succederà – spiega -. L’integrativo dei dipendenti ex Asl 6 che ancora non è stato firmato, sarà contrattato e firmato dai rappresentanti sindacali di Massa o di Lucca».

La guerra interna ai sindacati della sanità – che da tempo a Livorno vede su posizioni distanti i confederali e il Fials – insomma si fa ancora più aspra. La contestazione degli autonomi è anche relativa alla convocazione dell’assemblea di ieri e Fials e Fsi: «Non sono stati rispettati i tempi necessari di preavviso e non è stato indicato un ordine del giorno», accusa Daniela Boem, Rsu Fials.

«Noi siamo arrivati in fretta e furia a Viareggio, perché avevamo saputo ufficiosamente della riunione ma non siamo riusciti ad avvertire tutti i nostri componenti. Ci siamo trovati i componenti Rsu dei sindacati confederali pronti al blitz per modificare il funzionamento delle Rsu unificandola in una unica struttura gigantesca composta da oltre 150 delegati per tutta la Asl».

Secondo gli autonomi le attuali Rsu «potevano continuare a funzionare nelle realtá delle ex Asl confrontandosi a livello di coordinamento come del resto avvenuto da gennaio ad oggi. Invece i confederali hanno fatto quello che ha chiesto l’azienda: cosa di meglio di un sindacato più “snello” ma meno rappresentativo e di un pensiero sindacale unico? Il tutto cambiando le regole del gioco senza averne i numeri, visto che la maggioranza più uno dei componenti della mega Rsu, non c’era alla riunione».

http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2016/12/13/news/nasce-la-rsu-unica-nell-asl-il-fials-esclusi-con-un-blitz-1.14562965

 

Leave a Reply