Skip to main content

PIOMBINO. Villamarina in tilt. La criticità non investe solo il Pronto soccorso. «Anche Medicina e Rianimazione sono reparti in gravissima difficoltà», sostiene il sindacato autonomo Fials. Picco influenzale e cronica mancanza di personale sono il mix che sta mettendo a dura prova l’ospedale piombinese. Anche la Fp Cgil usa toni fortemente preoccupati per un quadro generale in affanno.

A Medicina tutto esaurito «Il reparto non ha più posti liberi. I ricoveri, quindi vengono “appoggiati” in altri reparti. Adesso ci sono 6 persone spostate in chirurgia. E tutto è aggravato dalla mancanza di personale e dalla riduzione di presenze nei turni di lavoro», affermano Daniela Boem e Emanuele Banti delle segreteria provinciale Fials. «La Rianimazione, per le assenze derivanti dal picco influenzale ha dovuto sopperire alla mancanza di organico con la riduzione delle presenze degli infermieri al di sotto dei parametri e con il reparto completamente pieno: 10 pazienti di cui 3 intubati», prosegue la nota.

«Perchè meravigliarsi»? Per Fials, la provincia livornese con la percentuale più bassa di posti letto per ogni 1000 abitante, il minor numero di operatori in rapporto alla popolazione e un potenziamento dei servizi territoriali mai avvenuto, era scontato che il Pronto soccorso fosse preso di assalto e che i posti non fossero sufficienti per il ricovero.

Il sindacato autonomo individua delle responsabilità nei sindacati confederali «che hanno condiviso la riorganizzazione per intensità di cura, la riforma regionale e la politica del risparmio e della riduzione dei posti letto attuato con la gestione ex ASL 6 e proseguito con la nuova USL Toscana Nord Ovest il cui direttore generale si sta completamento disinteressando della realtà Piombinese. E poi – si legge ancora nella nota a quattro mani – ci sono quei sindacati che sostengono la gestione aziendale di riduzione progressiva dei servizi illudendo lavoratori e cittadini che il rilancio si avrà con l’ospedale unico e distretto unico sui due presidi di Piombino e Cecina. E per tutto ringraziamento verso i dipendenti che quotidianamente lavorano in condizioni di rischio, con carichi di lavoro eccessivi i sindacati confederali, dopo gli impegni assunti nelle assemblee, hanno rinunciato a portare avanti la vertenza unitaria per pretendere un piano assunzioni adeguato, accettando che oltre un migliaio di dipendenti rimangano esclusi dalla progressione economica superiore».

Assemblea Dei problemi di carattere organizzativo e di sicurezza lavorativa, di carenza di personale, di carattere economico «con la sottrazione da parte dell’azienda di risorse per aumentare la percentuale di fasce economiche da attribuire», Fials parlerà in assemblea lunedì prossimo nella sala riunioni di Villamarina dalle 11.30 alle 14

Piano assunzioni. Anche la Fp Cgil lo sollecita insieme ad un incontro sulla sua attuazione annunciata un anno fa. Per il sindacato confederale pesa negativamente sul funzionamento ospedaliero, la mancata realizzazione della Sanità territoriale. «In tutti i reparti – afferma – c’è bisogno di un potenziamento di medici, infermieri e operatori socio sanitari. Era previsto che fossero reintegrati tutti i pensionamenti degli anni 2015 e 2016, le cui mancate sostituzioni mettono gravemente in difficoltà il servizio e i lavoratori, che hanno carichi troppo gravosi, addirittura appesantiti dalle mancate sostituzioni delle malattie, delle aspettative e delle maternità. A Piombino, come nel resto del Servizio pubblico, gli operatori e i medici hanno fatto molto per prestare il miglior servizio all’utenza anche in quest’ultimo periodo. «I lavoratori – conclude la Fp Cgil – hanno prolungato i servizi secondo le necessità, anche durante le festività, e per questo chiediamo all’azienda di riconoscerne la professionalità e di ritornare al più presto al tavolo per avviare le necessarie assunzioni, volte a diminuire il carico di lavoro e a offrire un servizio migliore ai pazienti. Ai sindaci chiediamo l’immediata apertura delle Case della Salute, un’alternativa ai Pronto soccorso, e garantire la sanità pubblica sul territorio».

http://iltirreno.gelocal.it/piombino/cronaca/2017/01/12/news/villamarina-in-affanno-per-la-mancanza-di-personale-1.14702729

Leave a Reply