Skip to main content

“In seguito all’attuale picco influenzale che ha determinato un elevato afflusso di pazienti al pronto soccorso del “San Giuseppe” di Empoli dell’Ausl Toscana Centro è stata disposta l’apertura straordinaria di un reparto chirurgico adibito a pazienti medici (al secondo piano del blocco B 1 che ospita il day surgery) già a partire dalle ore 20 di ieri, 2 gennaio”. Ad annunciarlo – attraverso un comunicato stampa è l’Azienda sanitaria, che corre ai ripari dopo le proteste dei pazienti, costretti a interminabili attese all’interno di una struttura che nelle ultime settimane è andata costantemente in tilt. “L’apertura straordinaria, che rimarrà in vigore fino al superamento dell’attuale criticità, ha reso possibile l’attivazione di 14 posti letto. Inoltre, per fronteggiare tale emergenza sono stati richiamati dalle ferie 6 infermieri e 2 medici, che si aggiungono ai turni garantiti dalla disponibilità del personale medico-infermieristico in servizio.
Nonostante l’andamento della patologia stagionale che ha determinato una media di circa 200 accessi giornalieri al pronto soccorso, a tutti i pazienti sono state – e sono – garantite le cure necessarie e assicurato il percorso clinico assistenziale da parte del personale medico-infermieristico, che si fa carico del paziente con estrema professionalità”.
Al fine di migliorare i tempi di attesa al pronto soccorso, preme ricordare che il pronto soccorso è una struttura dedicata al trattamento di casi di emergenza e urgenza. L’ingresso al pronto soccorso non avviene in ordine di arrivo, ma in base alla gravità del caso. La gravità viene valutata, al momento dell’accoglienza, dal personale infermieristico che assegna alla persona un codice colore. La priorità di accesso è in relazione al colore assegnato. I codici di accesso sono:

CODICE ROSSO – Accesso immediato
Situazione di emergenza. La persona entra subito. E’ in pericolo la sua vita. L’attività del personale del Pronto Soccorso vi si concentra per poterla curare al meglio.

CODICE GIALLO – Accesso rapido
Situazione di urgenza. Il cittadino deve essere trattato entro breve tempo per evitare un peggioramento delle sue condizioni.

CODICE VERDE – Accesso dopo Rosso e Giallo.
Situazione di urgenza relativa. La persona non presenta pericolo di vita e pertanto viene assistita dopo i casi più urgenti.

CODICE AZZURRO – Accesso dopo Rosso, Giallo e Verde.
Situazione di non urgenza. Si tratta di casi meno gravi, nei quali non esiste rischio di peggioramento.

CODICE BIANCO – Accesso dopo tutti.

E’ evidente che le situazioni di accesso improprio (casi che potrebbero essere risolti dal medico di famiglia, dal pediatra e/o dal medico della continuità assistenziale (ex guardia medica) allungano i tempi di attesa. La persona verrà comunque visitata, ma il tempo di attesa non è quantificabile, fra l’altro, tutte le prestazioni che non presentano carattere di urgenza (secondo il giudizio del medico) o che riguardano eventi accaduti più di sei ore prima dell’accesso al Pronto Soccorso, sono considerate prestazioni ambulatoriali e, pertanto, sono soggette al pagamento del ticket.
Dispiace dell’eventuale disagio arrecato, ma un uso appropriato del Pronto soccorso, permette di ottimizzare i tempi di attesa e al personale medico-infermieristico consente di svolgere al meglio il proprio lavoro per codice di priorità.

http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2017/01/03/news/empoli-piano-straordinario-per-il-pronto-soccorso-in-tilt-14-posti-letto-in-piu-richiamati-dalle-ferie-medici-e-infermieri-1.14654923

Leave a Reply