chiudi
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

CLAMOROSO AL QUADRIVIO: SEGRETARIA OPI NUORO CONTRO IL COMITATO CENTRALE FNOPI

photo-1618938349856-b81ae295bc9b

Classe 1960, la segretaria dell’Ordine Professionale Infermieristico di Nuoro scivolerebbe nella violazione dell’art. 28 del Codice Deontologico Infermieristico, che per il ruolo ricoperto dovrebbe essere la prima a tutelare ed osservare.

E poiché errare è umano ma perseverare è diabolico e non sarebbe la prima volta che si sovraespone incurante dello spazio social e delle regole per il suo corretto utilizzo prima come infermiera pur in quiescenza e poi come componente il direttivo di un ordine di diritto pubblico non economico, sarebbe il caso di attenzionare tali scomposte fughe in avanti.

Il bicchiere del diritto di espressione di critica e la libertà di pensiero è sempre mezzo vuoto o mezzo pieno: si travalica il sottile fine tra il troppo o il mai troppo poco in un niente.

Dare dei “maledettiai componenti il Comitato Centrale della FNOPI é cosa cattiva ed ingiusta, oltreché azzardata, gravissima, ingenerosa e foriera di contenziosi, oppure è cosa buona e giusta e deontologica ed un diritto sancito dalla Costituzione che porta decoro, dignità e agibilitā ai destinatari il complimento ?

Non ci sono motivazioni che tengano nel momento in cui una carica istituzionale provinciale scarica invettive gratuite contro la propria Federazione. E nemmeno può essere pretesa l’attenuante dell’essere forse capitata nel luogo sbagliato al momento sbagliato o ritenersi cane sciolto, perché ci sono netiquette di funzionamento da conoscere sin dal principio, sulle quali non si può derogare soprattutto nel momento in cui si tenta miseramente di gettare palate di fango, ma attenzione: se schivate, colpiscono altrove e allora diventano problemi e si resta con il cerino acceso in mano.

Fonte: pagina fb giornalaio di disinformazione infermieristica. (ndr)