Skip to main content

GENOVA, 23 GEN – “Cgil Cisl e Uil dei servizi pubblici rilevano con sconcerto l’inattendibilità dell’interlocuzione con la Regione che, nell’incontro svoltosi venerdì scorso sull’assetto della sanità ligure, ha illustrato ipotesi di lavoro ampiamente condivisibili salvo poi deliberare in maniera diametralmente promuovendo la privatizzazione di parte della sanità regionale a partire dagli ospedali di Bordighera, Albenga e Cairo per poi giungere al ben più corposo 15% prefigurato da Toti”. Lo affermano i tre sindacati.  “La privatizzazione della sanità in Liguria comporterebbe gravi disagi per il personale pubblico e seri rischi per l’utenza. Sovente il privato offre le cure per lui più remunerative, anziché quelle più appropriate per il cittadino.
Quello proposto dalla Giunta non è l’unico modello utilizzabile per contrastare difficoltà di ordine economico, come dimostrano le esperienze virtuose di altre regioni italiane, ma è senz’altro quello più gravido di effetti collaterali negativi.
Cgil, Cisl e Uil intraprenderanno forti iniziative per contrastare questa scelta scellerata di privatizzazione del sistema pubblico”. (ANSA).

http://www.ansa.it/liguria/notizie/2017/01/23/sanita-sindcati-privatizzazione-e-scelta-scellerata_dc7316e3-560f-4f7d-bb43-3217afed4756.html

Leave a Reply