Skip to main content

Davanti alla sede della Fondazione Richiedei di Gussago, nel bresciano, i sindacati di Cgil, Cisl e Uil con quelli della Funzione Pubblica hanno tenuto un incontro sul futuro della realtà sanitaria. Questo, alla luce del fatto che la riabilitazione cardiologica e la geriatria dell’ospedale Civile, operanti a Gussago, sono destinati a Gardone Valtrompia e Montichiari. Così 51 addetti temono per il proprio posto di lavoro, tra cui 35 esuberi, ma anche per i servizi ai cittadini che ruotano intorno alla Fondazione.

“Le misure finanziarie e amministrative messe in campo negli ultimi anni e il sacrificio economico di cui i lavoratori si sono fatti carico, hanno permesso al Richiedei di chiudere i conti del 2015 e del 2016 con un piccolo utile di bilancio, sicuramente modesto in termini economici, ma di grande significato per la fiducia necessaria a stabilizzare la buona salute della gestione della Fondazione – si legge nella nota congiunta dei sindacati.- Oggi però questi cinque anni di sacrifici che hanno visto anche i lavoratori protagonisti, rischiano di diventare drammaticamente inutili. Pesa infatti sul futuro economico e occupazionale della struttura socio-sanitaria la dichiarazione di esubero da parte della direzione di ben 35 lavoratori, dovuta alla perdita, a partire presumibilmente dal 31 marzo del prossimo anno, di trenta posti letto nella riabilitazione cardiologica (che Spedali Civili intende spostare a Gardone Valtrompia) e 20 nella medicina riabilitativa (che finirà a Montichiari).Non meno gravi delle ripercussioni occupazionali sono quelle di natura economica: il Richiedei si ritroverebbe con una perdita di bilancio quantificabile in due milioni di euro. Di conseguenza si verrebbero a creare problemi anche con le banche che, in mancanza di prospettive di sviluppo, potrebbero revocare i crediti accordati ponendo in seria difficoltà la stabilità economica della Fondazione. Per questi motivi il sindacato, nella audizione congiunta del 24 ottobre delle commissioni Sanità e Lavoro del consiglio regionale della Lombardia, ha chiesto e ottenuto l’attivazione di una ‘cabina di regia’ con la presenza di tutti gli attori sociali, istituzionali e sindacali, con il compito di proporre soluzioni percorribili per dare futuro al Richiedei. Un tavolo di confronto al quale la Regione assegna una precisa rilevanza visto.

http://www.quibrescia.it/cms/2016/12/22/richiedei-sindacati-diventi-un-polo-geriatrico/

Leave a Reply