Skip to main content

“Premesso Che il dott. Franklin Picker, nella qualità di Commissario Straordinario della ASL BN, ha deciso di eliminare, con delibera n. 161 del 17 Marzo 2016, il servizio di Pronta Disponibilità finora garantito nell’Emergenza Sanitaria Territoriale 118; che la decisione, già duramente contestata dalle OO.SS., l’eliminazione della Pronta Disponibilità non garantisce la continuità quali-quantitativa delle prestazioni sanitarie h24 che l’Azienda è tenuta ad assicurare nel servizio 118 in caso di emergenza e/o assenza improvvisa dell’unico medico in servizio nei SAUT 118; Che tale decisione di eliminare la pronta disponibilità contrasta con gli obblighi dell’Azienda di realizzare un sistema assistenziale efficace ed efficiente per garantire la corretta erogazione dei servizi costituzionalmente dovuti ai cittadini utenti;

considerato

Che in occasione dell’incontro del 6.12.2016 le scriventi OO.SS. hanno avanzato una proposta di reintegro della pronta disponibilità sulla quale la S.V. si è impegnato a dare una risposta entro dieci giorni; che a tutt’oggi il suddetto termine dei dieci giorni è decorso infruttuosamente senza alcun riscontro;

rilevato

che a causa dell’eliminazione dell’istituto della pronta disponibilità, nei vari SAUT si sono verificati episodi in cui è stato difficile garantire la continuità assistenziale dei medici nel delicato servizio di emergenza sanitaria territoriale del 118; Che la mancata presenza del medico riscontrata in alcuni interventi di emergenza non ha consentito di garantire un’efficace azione di filtro sul territorio con conseguenti ricoveri ospedalieri che hanno congestionato ulteriormente i PP.SS. dell’A.O. Rummo e dell’Ospedale FBF notoriamente in difficoltà per l’elevato numero di accessi;

Che in data odierna si riporta sulla stampa l’ennesimo episodio di mancata assistenza medica nel 118 perché non è stato possibile sostituire il medico assente per malattia presso il SAUT di Benevento durante il turno 20-8 del 19.12.2016;

tenuto conto

che simili accadimenti, oltre ad essere nocivi al decoro dell’ASL, sono di ostacolo all’esercizio dei diritti dei cittadini non essendo garantiti i Livelli Essenziali di Assistenza; Che la S.V. si è dichiarato favorevole al ripristino della pronta disponibilità ritenendo la proposta delle OO.SS. ”ragionevole e percorribile” sebbene il Direttore Generale Picker si sia già espresso negativamente;

SOLLECITANO

la S.V. a dare una risposta in merito al reintegro della pronta disponibilità come da impegno assunto nel sopra citato incontro sindacale del 6.12.2016″.

Leave a Reply