chiudi

Editoriali

Editoriali

L’ONERE DELLA PROVA A PARTI INVERSE

Screenshot_20220226-220956845 (1)

L’onere della prova di essere stati invasi aggrediti bombardati uccisi sterminati umiliati privati martoriati giustiziati è nelle mani dei morti ucraini a causa dell’armata russa e non di chi ha stabilito la mattanza.

E siccome non potranno testimoniare perché appunto trucidati, le responsabilità saranno pari e patta e la verità non potrà mai arrivare.

continua
Editoriali

JIPASVIC PARK: QUANDO LA CUCINETTA DI CORSIA È FERMA AL DPR 225/74

download

La questione OSS, Super OSS, OSS elevato enne è un pretesto per scaricare tensioni, pulsioni, frustrazioni, impossibilità, incapacità, irresponsabilità, debolezze, finanche violenza verbale al grido di “piove, governo ladro“.

Senza tanti giri di parole: fate quasi piangere.

La mitica e bonaria cucinetta di corsia che diventa arena, quasi una curva sud III anello, e se ci si consente il gioco di parole, un atteggiamento così autodelegittimante davvero da ultimo “stadio”: non ha futuro.

Infermiere ed infermieri che diventano gladiatori, ma sul più bello si guardano intorno e non vedono preda, finendola a farsi del male e ferirsi tra pari.

continua
Editoriali

FATTA LA FORMAZIONE COMPLEMENTARE, OCCORRE IL PROCESSO ASSISTENZIALE

photo-1582043568773-a7a2b57239f5

“Fatta la formazione complementare, bisogna fare il processo assistenziale”.

Con questa provocazione pragmatica (non voglia essere una indebita entrata a gamba tesa nei campi dei diversi attori della contesa),
il concetto sopra espresso vuole significare che per quanto riguarda l’assurda polemicuccia ormai extra regione su oss – super OSS – OSS elevato enne, l’Italia politica, legislativa, aziendale, sociale, sindacale, istituzionale, professionale, associativa, manageriale e finanche culturale mai divisa come anche questo frangente dimostra, non può continuare a governare le differenze fra i bisogni delle regioni, le domande dei cittadini e le risposte che devono essere rese oggi e non domani, a chi le chiede e non a chi si arroga il diritto di una qualche prerogativa ed esclusiva e non si capisce a quale titolo.

continua
Editoriali

AVETE FATTO ARRABBIARE LA PROFESSIONE SBAGLIATA NEL PERIODO SBAGLIATO

photo-1545175928-65a104e66691

Diciamocelo subito: gli intenti, la forma, i contenuti, i tempi del comunicato della Fnopi spaccano il video, sparigliano il gioco, rimescolano le carte. 

È l’asso nella manica, la riserva della politica professionale, il ponte verso tutti coloro che da un’altra sponda, quale che essa sia, possono venire incontro o essere incontrati, è una ventata di area fresca, un sorso d’acqua alla sorgente. Un trait d’union.

La professione infermieristica si riprende quello è suo, che è proprio, scimmiottato e perfino deriso da troppi.

Si riprende agli occhi di tutti la rappresentanza professionale che unisce la comunità infermieristica a fronte di un tentativo di rappresentanza sindacale divisiva e nei fatti indegna di questa funzione, basta leggere i contratti di lavoro sottoscritti e guardare alle condizioni di lavoro di chi dovrebbero tutelare.

La Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche condivide e si riappropria pubblicamente dell’autorevolezza che già la contraddistingue dietro le quinte, e con la quale in poche parole e con pochi cenni di penna si traccia una linea di confine.

La misura è colma.

continua
Editoriali

PER I DIRITTI DEI LAVORATORI DELLA SANITÀ IN PRIMA LINEA

photo-1591189596309-8dcec8cb0493~2

Lasciamo le congetture e i gomblotti, le diffide e le minacce agli altri che possono permetterselo.

Siamo infatti dalla parte dei diritti dei lavoratori responsabili, consapevoli, vaccinati, proattivi, in prima linea, in divisa ed in servizio piuttosto che in borghese ed in piazza a disinformare e dare una pessima immagine di sè e della sanità alla quale appartengono e della quale non riconoscono i principi scientifici, etici, deontologici.

Farebbero bene a cambiare lavoro e scalare a mestieranti. I professionisti sono altra sostanza.

Pugno duro, pugno chiuso.

Il tempo dell’attesa dei ravvedimenti operosi è concluso.

continua
Editoriali

SUI COMUNICATI SINDACALI DIFFAMATORI

751_001_1_1

Perviene in redazione un ennesimo comunicato sindacale vergato sottoscritto e reso pubblico in forma non condivisibile. La sostanza è deprivata di contenuti perché l’elaborazione cerca di mirare alle persone piuttosto che alla tutela dei diritti ritenuti violati o violabili. Sia il responsabile un infermiere, un presidente di Opi, un Dirigente di un Servizio, occorre cautela prima di incorrere nelle maglie di una indagine preliminare e di un avviso di garanzia. Non censura, quindi, ma prudenza.

Non facciamo da cassa di risonanza di comunicati che non comunicano che astio. Non ci prestiamo al tiro al piccione. Non condividiamo che si faccia di  tutta l’erba un fascio.

E non vogliamo essere tirati per la giacchetta in derive che indirizzano a varcare con tutta evidenza le porte dei tribunali.

 

continua
Editoriali

LA CULTURA INFERMIERISTICA DI FRONTE AI TUOI OCCHI

Screenshot_20210601-202704797 (1)

L’infermieristica è un complesso di impercettibili/piccoli/grandi gesti umani, scientifici, tecnici, professionali, etici, deontologici, esperienziali, culturali.

Questi gesti, queste opportunità, insieme tracciano il “profilo” di come fare le cose se.

continua
Editoriali

ESSENZIALE, WATSON…

photo-1621150516431-93a34f1f9c49

Essenziale l’immunizzazione di chi offre assistenza e cura. E che nessun operatore sanitario cerchi di mimetizzarsi. Punto.

 

continua
Editoriali

MESTA DEL 1 PAGGIO

photo-1569506474518-ba135df90c6d

Noi non ci dimentichiamo della Mesta del 1° Paggio, intesa come tristezza dell’intrapreso percorso del giullare di quale corte.

La peti-zione mondiale/via satellite/urbi et orbi/eurovisione ha portato nonostante il can can a nemmeno 2900 sottoscrizioni,  al lordo delle tarocche, di richiesta epurazione.

Pochi pochi dietro all’anatema dell’asiniello di turno, paggetto di un disegnino ad orologeria dove compari di merenda com-peto-no a chi la spara più grossa, e continuando sia a dispensare consigli che a dare il cattivo esempio.

Buona Mestizia, è la vostra giornata.

 

continua
Editoriali

NELL’UOVO DI VAXQUA?

LAPR1163-U3120115433360jGD-U32501484349721MfG-414×232@Corriere-Mobile-Nazionale_M

Nel nostro virtuale uovo di vaxqua, buon calendario vaccinale agli operatori sanitari, soprattutto a chi ha dovuto declinare il primo turno. La legge è uguale per tutti. Anche i decreti legge.

continua