Skip to main content

Era del responsabile territoriale della Funzione Pubblica della Cisl, Massimo Imparato, la firma sui documenti trasmessi alla Prefettura di Napoli ed al Comune di Acerra e relativi alle aggressioni subite dal personale del Pronto Soccorso della locale clinica “Villa dei Fiori”. Al Prefetto Gerarda Pantalone veniva avanzata una richiesta di incontro, unitamente ai rappresentanti della direzione sanitaria, mentre al sindaco Lettieri si chiedeva di inglobare la questione all’interno del Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza. “Gli ultimi fatti di violenza non possono passare come atti, che non mettono a rischio l’incolumità dei lavoratori e dell’utenza – spiegava il sindacalista – e rappresentano gravissimi casi di inciviltà. E’ inconcepibile che, ancora oggi, gli infermieri, i medici e tutto il personale sanitario del Pronto Soccorso, che operano in prima linea per la tutela del cittadino, siano oggetto di reiterate aggressioni”.

Intanto dai vertici della locale struttura sanitaria d’eccellenza della sanità campana, che accoglie ogni anno migliaia di interventi di Pronto Soccorso, era già arrivata la richiesta di “realizzare un sistema, per garantire la sicurezza al personale della struttura”.

L’ultimo episodio era avvenuto alcune settimane fa, quando un intero nucleo familiare, dopo aver appreso del decesso di una loro congiunta, aveva provocato danni e caos nel reparto.

http://www.oblomagazine.net/magazine/2016/12/27/aggressioni-al-personale-del-pronto-soccorso-la-cisl-scrive-al-prefetto-e-al-sindaco/

Leave a Reply