Skip to main content

E’ slittata al sette febbraio, per consentire alla difesa di ascoltare un colloquio registrato che una delle parti offese ha depositato nei giorni scorsi, la camera di consiglio fissata dinanzi al gip Roberto Melone dopo l’opposizione delle stesse parti offese – rappresentate dall’avvocato Antonio Guarino- alla richiesta di archiviazione, avanzata dal pm Nicoletta Giammarino, dell’inchiesta a carico di Michele Rossi, Gelsomino Ventucci ed Antonio Mennitto, all’epoca dei fatti (tra il 2013 ed il 2014), rispettivamente, direttore generale, sanitario ed amministrativo dell’Asl. Per i tre indagati, assistiti dagli avvocati Roberto Prozzo, Emilio Perugini e Paolo Abate, e Vincenzo Regardi, un’ipotesi di mobbing ai danni di due dirigenti dell’Azienda sanitaria al vertice di Unità complesse che erano state soppresse.

Toccherà al dottore Melone, dunque, decidere se archiviare l’inchiesta, disporne la prosecuzione o ordinare l’imputazione coatta per un capitolo che si aggiunge a quelli già emersi nell’inchiesta condotta dalla guardia di finanza, per i quali sono in corso tre processi: due relativi ai mandati di pagamento, l’altro per una serie di vicende riguardanti il filone politico. Ancora da definire, invece, il troncone sulle spese legali.

http://www.ottopagine.it/bn/cronaca/110047/accusati-di-mobbing-il-gip-decide-su-tre-dirigenti-asl.shtml

Leave a Reply