chiudi
cronache

COME VOLEVASI DIMOSTRARE… UN MASSACRO CONTINUO…

Immagine15

Palermo, 16 mag. (AdnKronos) – “L’ennesima aggressione ai danni di un infermiere dell’Arnas Civico di Palermo conferma che sono venute meno le condizioni minime di sicurezza per gli operatori della sanità in città”. Così il segretario generale della Cisl Fp Palermo Trapani Lorenzo Geraci commenta l’aggressione subita ieri sera da un infermiere di 45 anni del reparto di Oncologia da parte di un parente di un paziente. “Si assiste a un’escalation di violenza nei confronti del personale che lavora nelle strutture ospedaliere cittadine – aggiunge – Da tempo chiediamo che si prendano provvedimenti concreti a tutela di questi lavoratori che operano in condizioni di reale rischio per l’incolumità personale”. Per la Cisl Fp “è fondamentale che l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza attui le misure da lui annunciate per garantire la sicurezza negli ospedali e nei presidi sanitari locali”.

Sanità: infermiere picchiato a Palermo, Cisl Fp ‘Razza attui quanto promesso’