chiudi
OO.SS.

UGS MEDICI SI APPELLA AL GOVERNO: STOP AL DECLINO DEL SSN

Immagine27

APPELLO AL NUOVO GOVERNO

E cosi’ -afferma il Segretario nazionale Confintesa-Ugsmedici, Ruggero Di Biagi- dopo anni e anni di allarmi menefreghisticamente inascoltati, grazie sopratutto all’ultima legislatura di s-governo Letta/Renzi/Gentiloni, oggi un quotidiano “autorevole” come il Corriere della Sera titola in prima: “GLI ITALIANI SENZA MEDICI”.

E’ vero. Facendo poi una rapida sommatoria dei dati citati emerge che entro 10 anni se ne andranno circa 80.000 medici, con assistenza di base, ospedali e territorio svuotati e pazienti abbandonati, mentre il tappo dei pochi posti da specializzando e di Medico di base in formazione, impedisce anch’esso il ricambio.

Ma e’ sopratutto lo scellerato blocco dei concorsi e la pluriennale stretta economica sulla sanita’ ad aver provocato i principali danni, con migliaia di medici e sanitari non assunti ed emigrati all’estero, come tanti altri connazionali.

Poiche’ per finire -conclude il Sindacato Confintesa-Ugsmedici- non si puo’ credere alla casualita’ in questo disastro epocale, diciamoci chiaramente che con la sconfitta elettorale Piddina speriamo sia conclusa la calcolata distruzione del SSN per favorire privati e multinazionali della sanita’.

Al nuovo Governo l’appello a sanare, con nuovi provvedimenti e cominciando dai precari, il collasso del sistema sanitario.

CONFINTESA-UGSMEDICI

www.ugsmedici.it