chiudi
Ministero della Salute

SORELLA D’ITALIA

Immagine7

«Niente tagli o mi dimetto: non parteciperò all’ennesima mannaia sulla sanità pubblica».

Ha un sapore romantico la resistenza del Ministro della Salute agli apparati che vorrebbero fare cassa sui servizi ai cittadini. Ed in un panorama politico dove la poltrona è usucapione, un gesto simile rafforza la persona Ministro prima e il Ministro stesso poi.

Probabilmente una goccia nel deserto, ma in tempi di derive partitiche e ideologiche, questo sussulto ha un valore aggiunto al dovere di agire nell’interesse collettivo piuttosto che del mantenimento di uno scranno ministeriale a tutti i costi.