chiudi

UIL

Sindacati

UIL FPL E ANAAO ASSOMED TORNANO SUL CASO VULLO

omini_53_54

L’assessore regionale alla Salute rispondendo alle nostre ripetute segnalazioni sul mancato possesso dei titoli del dott. Michele Vullo che ne inficerebbero la sua nomina a commissario straordinario del Policlinico, implicitamente conferma quanto da noi sostenuto nelle innumerevoli denunzie presentate agli organi competenti”. Ad affermalo sono Pippo Calapi e Mario Macrì, rispettivamente segretario generale e responsabile Area medica della Uil-Fpl Messina, e Pietro Pata, segretario regionale di ANAAO-ASSOMED.

continua
Sindacati

ASL 1 AVEZZANO SULMONA L’AQUILA ALLE PRESE CON CARENZA DI MEDICI E ANESTESISTI?

CAOS1

La Asl 1 di Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha una drammatica carenza di medici di pronto soccorso e anestesisti”.

Così Antonio Ginnetti della segreteria provinciale aquilana Uil-Fpl, all’indomani del comitato ristretto dei Sindaci nel capoluogo d’Abruzzo, “un incontro utile, produttivo, che ha certificato la volontà di tutte le forze in campo di remare nella stessa direzione”.

“Quello con i sindaci è stato un incontro utile, produttivo, che ha certificato la volontà di tutte le forze in campo di remare nella stessa direzione. E contrariamente a quello che sta accadendo a livello nazionale ed europeo, dove vanno di moda le barricate e le divisioni sociali in tutti gli ambiti, sull’argomento sanità si è trovata unità di intenti”, prosegue. 

continua
Sindacati

UIL FPL: LA SANITA’ AL FOGLIANI DI MILAZZO E AL CUTRONI ZODDA DI POZZO DI GOTTO E’ UN GATTO CHE SI MORDE LA CODA

921299-ospedaleeeee

La situazione della sanità barcellonese e milazzese è un gatto che si morde la coda e che alla fine penalizza gli operatori sanitari e coloro che richieno l’assistenza sanitaria ai pronto soccorso dell’ospedale “Fogliani” di Milazzo e “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto. Se a Milazzo i medici e gli infermieri, nonostante l’impegno, non riescono a smaltire le lunghe file che si creano nella sala d’aspetto del pronto soccorso, dove vengono smistate le emergenze cardiologiche e traumatologiche, a Barcellona la carenza strutturale del presidio sotto il profilo dei posti letto d’emergenza urgenza, rende difficoltosa la risposta agli utenti, molti dei quali raggiungono il presidio con i loro mezzi, ma anche con il trasporto del 118, e spesso devono essere trasferiti in altri ospedali per ricevere le cure più adeguate.

continua
Sindacati

UIL FPL SU ATTO AZIENDALE ASL SALERNO E QUESTIONE OSPEDALE S. LUCA

error

L’atto Aziendale della ASL Salerno, redatto ad inizio 2017, non è divenuto realtà, almeno per l’ospedale “San Luca”. Ad alzare la voceAdriano Cirillo, rappresentante della Uil Fpl, che in una nota al direttore generale dell’azienda sanitaria e al direttore sanitario del nosocomio di Vallo della Lucania evidenza tutte le criticità che si presentano per la struttura.

“Sulla carta hanno voluto accreditare il nostro Ospedale come DEA di I° livello, punto spoke nella rete dell’Ictus, hub di I° livello nella rete cardiologica, spoke II rete emergenze pediatriche – evidenzia – siamo diventati anche CTZ nella rete traumatologic, spoke emergenze gastroenteriche, spoke nella rete del dolore. Sempre nell’atto aziendale furono attribuiti al nostro Ospedale, oltre quelli già in essere, Reparti di Degenza di Neurologia con 15 P.L., poi 16 P.L. di Gastroenterologia, 6 P.L. di Neonatologia, 18 P.L. di Psichiatria, 20 P.L. di Riabilitazione (cod. 56, vale a dire strutture che erogano attività di riabilitazione intensiva in regime di ricovero ospedaliero, in stretta integrazione con le strutture di degenza per i pazienti provenienti dai reparti per acuti)”.

continua
Sindacati

UIL FPL MESSINA: CONVOCARE DELEGAZIONE TRATTANTE IN ORDINE ALLE PROGRESSIONI VERTICALI

Graduatorie (1)

Il segretario della Uil-Fpl Messina, Pippo Calapai, ha scritto al commissario dell’Asp per chiedere la convocazione della delegazione trattante in ordine alla progressione verticale mediante selezione interna. “La scrivente organizzazione sindacale accoglie con favore la decisione dell’azienda di attivare la procedura di progressione verticale per la copertura di trentasette posti di Operatore Socio Sanitario, mediante selezione interna riservata. Non è superfluo ricordare che la nostra organizzazione sindacale lo scorso luglio aveva richiesto l’avvio della suddetta procedura per tutti i posti vacanti e disponibili del comparto previsti dal piano del fabbisogno triennale e nella misura del 20% di quelli destinati all’accesso dall’esterno.

continua
Sindacati

DISCRASIE SUI TURNI DI SERVIZIO DI AUTISTI SOCCORITORI IN SEUS 118 SIRACUSA

poste_975

Ancora una volta la Uil Fpl rimarca alla Seus 118 una serie di gravi discrasie sui turni di lavoro degli autisti soccorritori, a detta del sindacato redatti in modo inadeguato e privo di razionalità, che colpiscono in primis il personale, ma che possono avere ovvie ricadute sui servizi.

Da molti mesi ormai – lamenta Renzo Spada, Coordinatore Provinciale 118 e Responsabile Sanità Privata per la Uil Fpl – si assiste ad una pianificazione di turni di lavoro talmente irragionevole e dannosa per i dipendenti che, anche a voler comprendere le difficoltà di copertura del periodo estivo, tra turni disorganizzati e mal strutturati, giorni di ferie assegnate d’ufficio con il conseguente azzeramento del totale ferie fruibili, turni notturni pianificati senza le spettanti ore di riposo prima del turno diurno successivo o dipendenti della provincia di Siracusa assegnati ad altre provincie, sembra quasi voler creare problemi di proposito”.

continua
Sindacati

UIL FPL CRITICA SULL’ATTO AZIENDALE AO BROTZU CAGLIARI

Critica

“Già da una prima attenta lettura del ‘Nuovo Atto Aziendale’ dell’Azienda ospedaliera Brotzu di Cagliari, nata a seguito dell’accorpamento coi PP. OO. Oncologico e Microcitemico, emergono alcuni elementi che, se non celermente chiariti, possono costituire fonte di forte preoccupazione per le gravi ricadute, soprattutto, sui numerosi pazienti che quotidianamente ad essi si rivolgono”. Lo scrive in una nota il segretario della Uil-Fpl dell’AOU Brotzu Attilio Carta.

continua
Sindacati

NIENTE TRAUMA TEAM ALL’UMBERTO I NOCERA INFERIORE. UIL FPL SALERNO AL DG ASL SALERNO

PSU-Medical-center-project-page-header-1125×397
Niente istituzione del “Trauma Team” all’ospedale di Nocera Inferiore. La denuncia arriva dalla Federazione poteri locali della Uil Salerno che, in una lettera aperta ai manager dell’Asl, evidenzia la criticità registrata al presidio “Umberto I”. “La rete è solo sulla carta. Attualmente risulta che il solo presidio di Vallo della Lucania abbia ottemperato a quanto richiesto dal Commissario ad Acta per la sanità in Campania, Vincenzo De Luca”, ha detto Biagio Tomasco, sindacalista della Uil Fpl provinciale. “Al momento il presidio di Nocera Inferiore ancora non ha prodotto alcun documento circa l’istituzione del “Trauma Team”.
continua
Sindacati

UIL FPL: DI NESSUN ERBA UN FASCIO IN BORGO ROMA AO VERONA

erbe-aromatiche

Celle mortuarie e tangenti. Uil: “Non si getti discredito sui dipendenti pubblici”

Sono  stati sentiti singolarmente i quattro lavoratori dell’obitorio di Borgo Roma arrestati con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla concussione. Ogni accusato avrà il suo avvocato e fornirà la sua versione al giudice per le indagini preliminari. Gli elementi in mano alla procura hanno permesso di eseguire gli arresti e parlano di mazzette che le onoranze funebri veronesi avrebbero dovuto pagare agli operatori delle celle mortuarie per un decoroso servizio di ricomposizione del defunto. Un dazio che sarebbe diventato una prassi, con tanto di stanza adibita al pagamento e sgarbi per chi non pagava.

continua
Sindacati

SACRO CUORE DI GESU’, FAI CHE IO TRASFERISCA SEMPRE PIU’

SACRO CUORE

“Continua la palese condotta altalenante del management del nosocomio Sacro Cuore di Gesù “Fatebenefratelli” nei confronti dei responsabili delle segreterie aziendali di Uil Fpl e Fp Cgil presso l’Ospedale. A farne le spese, stavolta, è stato il delegato della Uil Fpl, Antonio Ciero, trasferito anch’egli, dopo 20 anni di lodevole servizio presso il Blocco Operatorio, ad altro reparto senza nessuna fattiva esigenza tecnica, produttiva e organizzativa”: è quanto scrive in una nota il sindacato sannita.

“Siamo di fronti a un vero e proprio tentativo di soppressione dei diritti dei lavoratori”, ha affermato Giovanni De Luca, segretario della Uil Fpl Sanità. “Ciero paga la sua piena dedizione al lavoro e lo status di sindacalista serio e leale, sempre attento alle problematiche dei dipendenti del nosocomio. Siamo ancora più convinti che il comportamento del datore di lavoro diretto a limitare l’esercizio della libertà e della attività sindacale degli Rsa aziendali sia la risposta alle richieste della Uil Fpl e della Fp Cgil Sanità Privata (diretta da Pompeo Taddeo) di rendere edotti i lavoratori sui criteri utilizzati dall’Asl per la verifica dei requisiti di accreditamento della struttura ospedaliera presso la Regione Campania.

continua