chiudi

UIL

Sindacati

CENTRALE STERILIZZAZIONE RIZZOLI BOLOGNA: UIL FPL SU CARENZA PERSONALE ED ESTERNALIZZAZIONE SERVIZI

Immagine7

Comunicato Stampa

“ Rizzoli: Carenza di personale –esternalizzazione del Servizio della Centrale di Sterilizzazione”

La scrivente O.S. tramite il Segretario Aziendale Umberto Bonanno e il Segretario Territoriale Ruiu Christian vuole portare all’attenzione della cittadinanza la grave carenza di personale che da mesi affligge il Servizio di Centrale di Sterilizzazione. L’argomento è stato posto più volte in sede di trattativa con l’Istituto e discusso nelle diverse assemblee con i lavoratori che hanno lamentato forti criticità per il mantenimento degli standard minimi qualitativi delle loro attività causate appunto dalla carenza di personale e non da ultimo anche da macchinari obsoleti .

La carenza è pari a 5 Unità lavorative distinte tra infermieri e OSS su una struttura che dovrebbe essere di 18 Unità. Attualmente, in caso di malattia e/o infortunio ( oppure una semplice richiesta di permesso) potrebbe mettere in crisi il servizio , che fra l’altro in questi giorni ha prodotto numerosi Ordini di servizio per imporre il cambio del turno e garantire la prosecuzione delle attività routinarie.

La Centrale è un servizio strategico per l’istituto a prevalenza chirurgica, che giornalmente movimenta circa 250/300 container che provengono dalla sala operatoria per permettere di effettuare gli interventi chirurgici programmati e in libera professione , produce materiale sterile che deve essere imbustato per tutte le Unità operative , laboratori di assistenza e ricerca. Inoltre, come se non bastasse, ogni giorno bisogna sterilizzare dello strumentario esterno che proviene dalla farmacia utile per determinati interventi chirurgici.
In uno degli ultimi incontri con la Direzione è stato paventata addirittura la possibilità di un’esternalizzazione del Servizio che ci vede assolutamente contrari. Questo perché come segnalato in precedenza il servizio è il fulcro delle attività chirurgiche di un Istituto a caratura Nazionale.
In tutto questo da sottolineare l’assoluta mancanza di progettualità da parte della Direzione Assistenziale che come di consueto, e nonostante le nostre numerose sollecitazioni, latita in un assordante silenzio.

Certi in un pronto e cortese riscontro cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti

Si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento

Il Segretario Aziendale UIL FPL Segretario Territoriale UIL FPL Bologna

Sig. Umberto Bonanno Dott. Ruiu Christian

continua
Sindacati

AAA DIVISE DA LAVORO CERCASI IN ASP TRAPANI

Immagine2

Il segretario generale della Uil Fpl Trapani Giorgio Macaddino (nella foto) rivolge un appello al manager dell’Asp di Trapani Giovanni Bavetta affinché predisponga gli atti necessari per procedere con urgenza all’acquisto delle divise di lavoro per il personale sanitario, «considerato che in diversi presidi il personale ne è sprovvisto e si vede costretto anche ad utilizzare vestiario delle aziende di provenienza».

continua
Sindacati

UIL FPL ALLA ASL SALERNO SUL FABBISOGNO DI PERSONALE

Immagine24

Sanità. Tempi stretti per le pubbliche amministrazioni per formulare il piano dei fabbisogni di personale, con l’acuirsi di carenze e personale utilizzato per mansioni di non propria competenza. Biagio Tomasco, della UilFpl, scrive alla dirigenza dell’Asl Salerno.

“Il Decreto del Dipartimento della Funzione pubblica dell’8 maggio 2018, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 173/2018, ha imposto alle Pubbliche Amministrazioni il termine temporale del 22 settembre 2018 entro cui formulare il piano dei fabbisogni di personale. La cosa, atteso il lasso di tempo abbastanza breve che ci si trova davanti, desta non poche preoccupazioni al sottoscritto per due ordini di questione ben definiti, cioè:
• I criteri che le SS.LL.II. vorranno prevedere affinché la stima del fabbisogno possa essere quanto più coerente allo status quo aziendale;
• La problematica mai risolta del personale che viene utilizzato in mansioni di non propria competenza.

continua
Sindacati

INTERESSE MINIMO IN AREA VASTA 2 ASUR MARCHE

Immagine35

FABRIANO – Silenzio assordante dell’Area Vasta n. 2 per il destino della sanità a Fabriano. La Uil-Fpl è pronta a rivolgersi all’Ombudsman della Regione Marche e a partecipare all’incontro del 31 agosto con il sindaco di Fabriano.

«Già il 24 luglio scorso come organizzazione sindacale avevamo partecipato al Consiglio comunale aperto di Sassoferrato con punto all’o.d.g. “Accorpamento e riduzione dei posti letto per le Cure Intermedie e la RSA della struttura di Sassoferrato, verso il Presidio Ospedaliero di Fabriano”, con relativo trasferimento “forzato” di diversi operatori – infermieri e operatori socio sanitari – verso l’ospedale di Fabriano, senza alcuna programmazione preventiva, ne informativa, ne rispetto del Regolamento sulla mobilità vigente in Area Vasta n. 2.

continua
Sindacati

IMPOTENTI IN PROVINCIA DI POTENZA: CRITICITA’ INSOSTENIBILE

Immagine6

La scorsa settimana la Uil Fpl ha, per l’ennesima volta, denunciato le gravi carenze di personale del presidio ospedaliero di Melfi, ma situazioni analoghe si registrano anche negli altri tre presidi di Villa D’Agri, Lagonegro e Pescopagano”.

A dichiararlo in una nota è Giuseppe Verrastro della segreteria Uil Fpl che denuncia le gravi carenze di personale medico e sanitario nel Potentino.

continua
Sindacati

OSS CERCASI AL PRESIDIO OSPEDALIERO DI MELFI?

Immagine2

“Al Presidio Ospedaliero di Melfi tanti problemi restano ancora in piedi ed irrisolti. La realtà di oggi è quella che nel nosocomio S. Giovanni di Dio da tempo si registrano problematiche serie a causa della carenza di infermieri e di OSS specialmente nel reparto di Medicina e al Pronto soccorso”. Lo si legge in
una nota di Uil Fpl Basilicata.

“Carenza di personale aumentata – si legge ancora – da maternità, trasferimenti, pensionamenti e lunghe malattie. Ad aggravare la situazione già precaria del personale dell’Ospedale, si è aggiunta l’approssimarsi delle ferie estive del personale che né ha accentuato le carenze.

Ora però bisogna preoccuparsi ed impegnarsi per garantire il rispetto dei livelli minimi di assistenza con buona pace di chi è costretto a fare turni massacranti o di chi si trova in un letto senza l’opportuna assistenza.

continua
Sindacati

UIL FPL SU INQUADRAMENTO OSS CASA SERENA SANREMESE

Immagine3

Apprendiamo con piacere che anche la FP CGIL, tramite il suo segretario Provinciale, si sia accorta dell’errato inquadramento degli Operatori socio sanitari che operano presso la Struttura Comunale Sanremese di Casa Serena alle dipendenze della Cooperativa KCS Caragiver.

Noi come UIL FPL siamo stati i soli a contestare a suo tempo il bando di assegnazione della struttura facendo rilevare che le quote previste per il costo del personale OSS erano inferiori a quelle previste dal CCNL delle Cooperative Sociali ricevendo dall’Assessorato e dal dirigente a ciò preposti risposte evasive a quanto avevamo rilevato. Ciò posto abbiamo mesi orsono notificato al Comune di Sanremo e all’ASL 1 Imperiese apposito atto affinché, ognuno per le proprie competenze, ponesse fine a questo ingiusto inquadramento del personale OSS.

continua
Sindacati

SULLA SALUTE MENTALE UIL FPL NON SI FERMA AD EBOLI

Immagine8

Emergono dubbi da parte dei sindacalisti della Uil Fpl sulla nuova
struttura residenziale h24 ad alta intensità assistenziale nell’Unità
operativa di Salute Mentale di Eboli. A chiedere chiarezza al caso è il gruppo
aziendale del sindacato di categoria salernitano per la Salute Mentale. “In
merito all’apertura di una struttura residenziale h/24 con 8 posti letto ad alta
intensità assistenziale e poiché alcuni pazienti risultano già ricoverati non
possiamo non denunciare che nell’attuale Unità operativa mancano
operatori socio sanitari, operatori tecnici e addetti all’assistenza, animatori di comunità, riabilitatori psichiatrici, psicologi e sociologi”, hanno spiegato i rappresentanti sindacali della Uil Fpl Salerno.

continua
Sindacati

UIL FPL: CON I PROCLAMI NON SI RISOLVONO I PROBLEMI DEI PRONTO SOCCORSO

Immagine1

“Inutile sentire le dichiarazioni dei vari Ministri che si susseguono nel corso degli anni, sul fatto che in sanità la situazione è critica. Il nostro sindacato – prosegue Librandi – da anni denuncia una situazione ormai al collasso a partire dai Pronto Soccorso”.

continua
Sindacati

SUL RILANCIO DEL RIZZOLI DI BOLOGNA E ALTRE STORIE

Immagine1

Se i numeri che sono emersi negli ultimi giorni sulla stampa locale e nazionale trovassero riscontro, dichiara il Segretario Aziendale della UIL FPL Rizzoli Umberto Bonanno  , siamo seriamente preoccupati per questa contrazione di attività, considerato che l’investimento effettuato dalla Direzione Sanitaria tramite l’attivazione di un contratto di collaborazione (da € 40.000) con un Ingegnere clinico non avrebbe evidentemente prodotto, almeno al momento, il risultato sperato.

Come UIL FPL, continua Bonanno, siamo interessati alla crescita e allo sviluppo delle nostre realtà produttive, a partire da quelle che forniscono servizi ai cittadini ed abbiamo, in un’ottica propositiva e non distruttiva,ho più volte segnalato ,sia sulla stampa che tramite emittenti radiofoniche negli ultimi mesi la permanenza di diverse criticità, a tutt’oggi ancora irrisolte e che molto probabilmente influiscono negativamente su un positivo clima aziendale, fondamentale per la migliore organizzazione del lavoro.

continua