chiudi

R.S.U.

R.S.U.

RSU ASST LARIANA: PROBLEMI TANTI, SOLUZIONI POCHE

54 TOMBOLA

R.S.U. ASST LARIANA COMUNICATO STAMPA

Gli scriventi constatano che a sette anni dall’apertura del nuovo ospedale e ormai quasi due dall’entrata in vigore della l.r. 23/2015 cd riforma di riordino della sanità lombarda, troppi sono i problemi insoluti. Ci riferiamo in particolare alle seguenti criticità, più volte evidenziate e affrontate, ma lontane dall’essere risolte:  Ai tavoli di trattativa vengono informate la RSU e le OO.SS. che il numero degli addetti della ASST Lariana, secondo il calcolo di accreditamento regionale, sono di gran lunga un numero che va ben oltre le necessità aziendali.

Quanto rappresentato dalla Direzione Strategica, si scontra obiettivamente con un aumento delle ore straordinarie annue. Difatti, questo comporta al Personale rientri in servizio sul giorno di riposo o addirittura la rinuncia delle ferie, già precedentemente programmate a inizio anno.

continua
Sindacati

NIET AL PASSAGGIO DI 35 DIPENDENTI DA USL 2 TREVISO AD AZIENDA ZERO

NIET

Alzata di scudi della Cgil di Treviso contro la delibera della Regione Veneto che prevede il passaggio di 35 dipendenti dell’azienda sanitaria Usl 2 (su un pacchetto di 250 a livello regionale) all’Azienda Zero.

Il segretario generale della Funzione Pubblica, Ivan Bernini, ha spiegato le ragioni che hanno portato la parte sindacale a respingere l’accordo nel quale è anche previsto il prelievo dalle singole Usl venete dell’1% dei rispettivi fondi contrattuali per finanziare l’Azienda Zero, contro un passaggio di personale che corrisponde, almeno per Treviso, ad appena lo 0,47%.

continua
Sindacati

MENO POSTI LETTO AL PRONTO SOCCORSO DI SERRISTORI AUSL TOSCANA CENTRO

download (5)_1
I rappresentanti dei lavoratori della Usl Toscana Centro parlano di nuovi tagli di posti letto al Pronto soccorso del Serristori, ma anche della dismissione della sub intensiva e del permanere del blocco delle attività di sala operatoria. E poi c’è la questione dei lavori, per i quali non è mai stato presentato il cronoprogramma

Due posti in meno al Pronto soccorso del Serristori di Figline: la decisione della Usl Toscana Centro viene resa pubblica dai Cobas, che ancora una volta denunciano quello che definiscono un “lento declino” dell’ospedale figlinese, puntando il dito contro politiche aziendali che punterebbero a “limitare gli accessi al pronto soccorso e allontanare la popolazione dal presidio, al fine di riconvertirlo in ospedale di prossimità”. 

continua
R.S.U.

TECNICI DI RADIOLOGIA CONTRO ACCORDO SINDACALE ASST VALLE OLONA

TECNICIRADIOLOGIA

Il collegio dei tecnici di radiologia contro l’accordo di ASST Valle Olona

La Presidente del Collegio ha chiesto di poter visionare la documentazione preoccupata dalla linea interpretativa del DLgs 187/2000

La disposizione emanata dal Direttore generale dell’Asst Valle Olona sull’utilizzo della apparecchiature radiologiche viene contestato dal Collegio professionale dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica di Varese.

La disposizione è stata adottata facendo seguito alle conclusioni della commissione istituita ad hoc dalla ASST e  inviata ai Capi Dipartimento e Direttore Medici e SITRA in data 4 Agosto, trasmessa alle organizzazioni sindacali e la RSU lo scorso 25 agosto come informativa a tutte le organizzazioni sindacali mediche, del comparto e alla RSU.

continua
R.S.U.

INDAGINE INTERNA IN ASP COSENZA SULLA DERIVA DEL PO DI CETRARO

images (2)

La recente chiusura, per fortuna solo temporanea (dal 14 al 16 agosto), del reparto di Ginecologia dell’ospedale di Cetraro, resasi necessaria, così come reso noto, con una comunicazione urgente datata 14 agosto, dal direttore sanitario dello spoke Cetraro-Paola, Vincenzo Cesareo, per mancanza di personale medico, a causa di malattia, ha provocato numerose e indignate reazioni, soprattutto in considerazione del fatto che proprio il reparto cetrarese è l’unico del genere nel raggio di molti chilometri e serve, ormai da tempo, un territorio molto vasto.

continua
R.S.U.

REGOLAMENTO RSU AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI, ROMA

RSU

La Rappresentanza Sindacale Unitaria (R.S.U.) è rappresentativa di tutti i lavoratori dell’Azienda in servizio, nonché di tutti quelli assunti o in essa trasferiti dopo la sua elezione, ed è lo strumento sindacale espressione della loro volontà. DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Regolamento si applica alla R.S.U. dell’Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini sulla base delle norme contenute nell’accordo collettivo nazionale quadro (A.C.N.Q.) del 07 Agosto 1998 per la costituzione R.S.U. e successive modificazioni e integrazioni. Il presente regolamento viene trasmesso all’amministrazione per essere recepito e pubblicato sulla rete Intranet aziendale.

continua
R.S.U.

PIEMONTE: IPAB PUBBLICHE SOLO CON BILANCI SANI?

PUNTOINTERROGATIVO

Devono superare i due milioni di produzione, invece diventano private sotto 1,5 milioni. Quante sono le strutture in Piemonte e in provincia di Alessandria interessate dalla riforma della Regione? Martedì i sindacati protestano a Torino per chiedere più garanzie

ALESSANDRIA – “Dopo sedici anni le Ipab potranno disporre di un testo di legge nuovo, moderno e giusto che permetterà a quelle strutture, di cui alcune sono nate oltre 150 anni fa, di affrontare il futuro in maniera più serena con una programmazione concreta. È una legge di sistema che non prevede costi aggiuntivi per la Regione, ma è innovativa e ci auguriamo possa contribuire al miglioramento del sistema sociosanitario nel suo complesso”.

continua
R.S.U.

RSU CARDARELLI: I LEA SI GARANTISCONO ANCHE CON IL LAVORO DEGLI INTERINALI

Screenshot_2017-07-06-15-34-43_1

«Il ricorso agli infermieri precari è indispensabile per garantire i livelli essenziali di assistenza», dice Salvatore Siesto, sindacalista della Uil Flp e neopresidente della rsu al Cardarelli, che segnala le situazioni più critiche: «In terapia intensiva neonatale e post operatoria, nell’utic e in rianimazione cardiochirurgica adulti e bambini, al pronto soccorso e nel dipartimento di emergenza e accetazione. Ci sono strutture che hanno anche l’80 per cento di infermieri interinali».

continua
Sindacati

FP CGIL ED RSU ATS SARDEGNA SU CRITICITA’ COMPARTO SANITA’ NORD OVEST

NORDOVEST

“In merito alle criticità nelle strutture ospedaliere del nord-ovest della Sardegna ancora una volta è necessario fare chiarezza partendo dal quadro complessivo della Sanità nel nostro territorio dove da ormai troppo tempo la situazione e’ andata via via peggiorando fino ad arrivare all’attuale condizione di criticita’ oramai fuori controllo. Tutto parte dall’istituzione della ATS, la famigerata Asl unica, che ha previsto piani di accorpamento di Asl e aziende ospedaliere che avrebbero dovuto riconfigurare la geografia del sistema sanitario e di welfare sardo.

continua