chiudi

R.S.U.

R.S.U.

REGOLAMENTO RSU AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI, ROMA

RSU

La Rappresentanza Sindacale Unitaria (R.S.U.) è rappresentativa di tutti i lavoratori dell’Azienda in servizio, nonché di tutti quelli assunti o in essa trasferiti dopo la sua elezione, ed è lo strumento sindacale espressione della loro volontà. DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Regolamento si applica alla R.S.U. dell’Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini sulla base delle norme contenute nell’accordo collettivo nazionale quadro (A.C.N.Q.) del 07 Agosto 1998 per la costituzione R.S.U. e successive modificazioni e integrazioni. Il presente regolamento viene trasmesso all’amministrazione per essere recepito e pubblicato sulla rete Intranet aziendale.

continua
R.S.U.

PIEMONTE: IPAB PUBBLICHE SOLO CON BILANCI SANI?

PUNTOINTERROGATIVO

Devono superare i due milioni di produzione, invece diventano private sotto 1,5 milioni. Quante sono le strutture in Piemonte e in provincia di Alessandria interessate dalla riforma della Regione? Martedì i sindacati protestano a Torino per chiedere più garanzie

ALESSANDRIA – “Dopo sedici anni le Ipab potranno disporre di un testo di legge nuovo, moderno e giusto che permetterà a quelle strutture, di cui alcune sono nate oltre 150 anni fa, di affrontare il futuro in maniera più serena con una programmazione concreta. È una legge di sistema che non prevede costi aggiuntivi per la Regione, ma è innovativa e ci auguriamo possa contribuire al miglioramento del sistema sociosanitario nel suo complesso”.

continua
R.S.U.

RSU CARDARELLI: I LEA SI GARANTISCONO ANCHE CON IL LAVORO DEGLI INTERINALI

Screenshot_2017-07-06-15-34-43_1

«Il ricorso agli infermieri precari è indispensabile per garantire i livelli essenziali di assistenza», dice Salvatore Siesto, sindacalista della Uil Flp e neopresidente della rsu al Cardarelli, che segnala le situazioni più critiche: «In terapia intensiva neonatale e post operatoria, nell’utic e in rianimazione cardiochirurgica adulti e bambini, al pronto soccorso e nel dipartimento di emergenza e accetazione. Ci sono strutture che hanno anche l’80 per cento di infermieri interinali».

continua
Sindacati

FP CGIL ED RSU ATS SARDEGNA SU CRITICITA’ COMPARTO SANITA’ NORD OVEST

NORDOVEST

“In merito alle criticità nelle strutture ospedaliere del nord-ovest della Sardegna ancora una volta è necessario fare chiarezza partendo dal quadro complessivo della Sanità nel nostro territorio dove da ormai troppo tempo la situazione e’ andata via via peggiorando fino ad arrivare all’attuale condizione di criticita’ oramai fuori controllo. Tutto parte dall’istituzione della ATS, la famigerata Asl unica, che ha previsto piani di accorpamento di Asl e aziende ospedaliere che avrebbero dovuto riconfigurare la geografia del sistema sanitario e di welfare sardo.

continua
R.S.U.

COMUNICATO DELLA RSU A TUTTI I LAVORATORI ASST LECCO

RSU

A TUTTI I LAVORATORI ASST LECCO. Il giorno 20 aprile 2017 si è tenuto un incontro tra delegazione trattante RSU e la delegazione di parte Aziendale: dall’esecuzione dell’esame congiunto sugli argomenti all’ordine del giorno, abbiamo constatato ancora una volta l’ennesima mancanza di risposte certe e di coraggio imprenditoriale a difesa di questa ASST, e più precisamente:
sul tema del fabbisogno assunzioni sul 2017, sapendo di dover attribuire all’anno 2016 le assunzioni fin qui dichiarate – visto che la nuova normativa nell’ambito della copertura dell’90% del turn over per le varie categorie professionali non prevede più la somma del totale del personale cessato comparto + dirigenza – la risposta è rimasta ancora una volta evasiva, senza tenendo conto dell’impegno assunto nel fornire dati certi entro la fine del mese di marzo. Sono state segnalate carenze gravi di personale per tutte le categorie del comparto.

continua
R.S.U.

MACERATA AREA VASTA: TORNA IN CAMPO LA RAPPRESENTANZA SINDACALE UNITARIA

accelerazione

Con una riunione e la firma di 36 sindacalisti è tornata in scena la rappresentanza sindacale unitaria di Area vasta 3 (Rsu). L’assemblea c’è stata lunedì, dopo un anno di stop e di dissapori tra le sigle sindacali. La tempesta tra i rappresentanti dei lavoratori della sanità maceratese non si è placata. Ma in ogni caso “siamo riusciti a farla ripartire – dice la Fp Cgil di Macerata in una nota – con serietà e grazie al coinvolgimento delle sigle maggioritarie”.

continua