chiudi

OO.SS.

Sindacati

IPSE DIXIT: “…BISOGNA EVITARE LA RIBELLIONE DELLA BASE…”

si-salvi-chi-puo

Bologna, 27 giugno 2014, Intervento alla VII conferenza Nazionale delle politiche della professione infermieristica.

“”…Obiettivi nobilissimi quelli legati allo sviluppo delle competenze.
Ma non vorrei che la troppa enfasi sulle competenze avanzate facesse dimenticare il disagio vissuto ogni giorno dalla base degli infermieri e che riguardano temi non meno prioritari per la professione, come il mantenimento delle dotazioni organiche, gli alti livelli di disoccupazione e gli insostenibili carichi di lavoro….”” (sempre lo stesso 45 giri…, ndr)

“”…E’ quindi giusto riflettere su cosa è assistenza infermieristica oggi e capire come l’infermiere possa riposizionarsi nel sistema, anche attraverso le competenze specialistiche, ma di puntare a una riforma della professione, bisogna evitare una ribellione da parte della base della categoria ed essere consapevoli che il disagio vissuto da quella base è davvero molto forte…””.

continua
Sindacati

SEGRETERIA AZIENDALE A SEGRETERIA REGIONALE: CI CANCELLIAMO TUTTI

media-di-massa-700×365

Omettiamo la sigla sindacale per rispetto alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti all’organizzazione. (Ndr)

Buongiorno, sento il bisogno di ricordare con voi il motivo per cui è nato il nostro gruppo sindacale _ _ _.

Il nostro desiderio era di costruire un gruppo forte e compatto, capace di contrastare le politiche sindacali che avevano vietato la crescita e lo sviluppo dei lavoratori sconvolgendo o vietando i diritti contrattuali. Il nostro desiderio era ESSERE DIVERSI piuttosto che fotocopie di gestioni sindacali fondate sulle protezioni personali delle singole nicchie; volevamo lavorare per attuare i diritti contrattuali facendo del NOSTRO MEGLIO per rispettare i nostri DOVERI.

 

Desidero ricordarvi che un Segretario non ha nessun valore davanti al Datore di lavoro se non può contare sul sostegno e sulla presenza dei propri iscritti. Voglio precisarvi, a titolo di chiarezza, che in questi anni, io non ho ricevuto nessun vantaggio economico o di carriera dall’attività sindacale, al contrario sono stato castigato nella carriera e ho investito denaro personale per svolgere tutte le attività, visto che la nostra quota mensile è irrisoria per garantire tutti i bisogni legati alle funzioni sindacali.

 

NON MI AVETE REGALATO mensilmente i vostri soldi.

 

Sono stati utilizzati esclusivamente per scopi sindacali, NON per pranzi o cene in ristorante oppure spese personali. Ringraziando Dio io non ho bisogno dei vostri soldi, al contrario vi ho regalato i miei per difendervi meglio.

Chiudendo questo 2017, con molta tristezza e amarezza, mu rivolgo a tutti quelli che sono convinti dell’inutilità del nostro gruppo sindacale e pensano che serva solo a me per “intascare” la loro quota, invitandoli a CANCELLARSI SUBITO: non ha senso continuarea stare in un gruppo in cui non credete, facendovi forti nell’apparenza ma vuoti nell’essenza.

 

 

 

continua
Sindacati

PROTOCOLLO D’INTESA PER IL SUPERAMENTO DELLA QUESTIONE PRECARI NELLA SANITA’ CALABRESE

marca-da-bollo-imposta-16-euro-contrassegno-telematico

Dopo una lunga ed articolata trattativa fra le Organizzazioni Sindacali Confederali FP CGIL, CISL FP e UIL FPL ed il Commissario per il Piano di rientro della Sanità calabrese, Massimo Scura, si firma il Protocollo d’intesa che chiude definitivamente l’annosa vicenda dei precari della Sanità Calabrese. Un Protocollo fortemente voluto dai Segretari Generali regionali della FP CGIL , CISL FP e UIL FPL, Alessandra Baldari, Luciana Giordano ed Elio Bartoletti, che hanno proposto ed elaborato assieme alla Struttura Commissariale ed al Dipartimento Salute della Regione Calabria, in un serrato confronto, l’articolato normativo che detta regole uniformi in tutta la Calabria in materia di assunzioni, stabilizzazione dei precari, mobilità, riqualificazione professionale e quant’altro.

continua
Sindacati

STABILIZZAZIONI PER 100 PRECARI NELLE AUSL MODENESI

photo1

Sono oltre un centinaio i precari delle due aziende sanitarie modenesi che saranno stabilizzati grazie al protocollo firmato ieri – giovedì 28 dicembre – dalla Regione Emilia-Romagna con Cgil Cisl Uil confederali e della funzione pubblica. L’accordo prevede 851 stabilizzazioni di infermieri, ostetriche, tecnici sanitari, operatori tecnici e amministrativi precari che hanno maturato i requisiti previsti dal decreto Madia.

continua
Sindacati

COBAS SU ASL TOSCANA CENTRO: IN SCADENZA I CONTRATTI INTERINALI

foto 24

In scadenza tutti i contratti interinali in Asl Toscana Centro, i Cobas: “A rischio paralisi la radiologia del Serristori”

I rappresentanti sindacali di base segnalano che il 22 dicembre scadono tutti i contratti interinali in vigore nell’Azienda sanitaria, nel “silenzio assordante del Direttore generale”. Oltre alla radiologia dell’ospedale figlinese, rischiano il blocco “tutte le radiologie, la tenuta dei servizi, la garanzia dei percorsi essenziali di assistenza al Santa Maria Annunziata, al Serristori e al Santa Maria Nuova, dove sale la tensione fra i lavoratori”

Rischiano il blocco dell’attività, le radiologie della USL Toscana Centro, a partire da quella dell’ospedale Serristori. Tra dieci giorni, infatti, scadono i contratti interinali in vigore: e i rappresentanti dei lavoratori dei Cobas, Andrea Calò e Annamaria Grieco, lanciano l’allarme. “La Direzione generale aziendale – spiegano – non ha ancora comunicato ai servizi di radiodiagnostica come intenda garantire il mantenimento delle attività nelle varie realtà operative, dove sono in servizio decine e decine di lavoratori interinali, mentre permane un preoccupante blocco di assunzioni”. 

continua
Sindacati

I PRONTO SOCCORSO? CAMPI DI BATTAGLIA. GLI IMPEGNI ASL NA 3 SUD? CARTA STRACCIA

1045871130-altpapier-2zSeoPhkXef

Comunicato Stampa NURSING UP-FSI ASL NAPOLI 3 SUD OSPEDALE CASTELLAMARE DI STABIA

Un’altra vile aggressione nel Pronto Soccorso di Castellammare a danno di un lavoratore che presta servizio in un posto di FRONTIERA-BELLICA.

Oggi registriamo  che le tante promesse AZIENDALI sono solo

C A R T A    S T R A C C I A

E che  quindi  sono  mere  enunciazioni di un’intenzione che in realtà non c’è poiché ne dobbiamo desumere (visto lo stato quò ante)  che l’Azienda  mira a perdere tempo e a lasciare nel limbo l’utenza e gli operatori.

Diversamente dovremmo parlare di palese “cecità manageriale”.

continua
Sindacati

PERMESSI RETRIBUITI NEL COMPARTO SANITA’: PARTE II°, RDB CUB

UOMINIDONNE

PERMESSI RETRIBUITI PER

·        ASPETTATIVA

·        FERIE E FESTIVITA’

·        RIPOSO SETTIMANALE

·        EVENTI PARTICOLARI

·        CONGEDI PER LA FORMAZIONE

·        DISPOSIZIONI A SOSTEGNO DELLA
MATERNITA’ E PATERNITA’

·        ASSENZE PER MALATTIA

·        INFORTUNI e MALATTIE PROFESSIONALI

continua
Sindacati

FSI USAE E NURSING UP SUI RICOVERI IN BARELLA AL PS ASL NAPOLI 3 SUD OO.RR. STABIESI

54814_ospedale_mening

COMUNICATO STAMPA

Le scriventi  OO.SS. FSI USAE e NURSING UP  seguono  con estrema trepidazione  la vicenda dei ricoveri in  barelle  per i risvolti negativi sull’assistenza e sulle responsabilità professionali  (legate ad un utilizzo smodato di una mezzo in surrogazione del letto e di tutte le unità che tutelano la sicurezza del ricoverato).

La barella è solo un mezzo di trasporto e  l’attesa odierna per un ricovero dal PS con delle  tempistiche che  superino intere giornate (in vece delle 4-6 ore necessarie  all’inquadramento ed alla diagnosi ) è inaccettabile .

Le scriventi  segnalano che vi sono una serie di nodi  che Le Direzioni non hanno ancora affrontato:

  • Da mesi stiamo avendo incontri con la Direzione Strategica per avere delle risposte a tale problematica come si evince dai verbali senza avere un riscontro ad impegni presi
  • La carenza di personale nei Pronto Soccorso (e nei reparti)
  • Carenza per non dire assenza di OSS

Risolvere queste questioni  spostando  la problematica BARELLE  dal Pronto soccorso ai reparti di degenza non serve, o serve  solo a spostare i riflettori mediatici su un problema  gravissimo.

continua
Sindacati

CGIL CISL UIL TOSCANA: INTESA SULLA STABILIZZAZIONE DEI PRECARI DELLE ASL

download

I sindacati di categoria della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil della Toscana hanno sottoscritto con l’assessore regionale Stefania Saccardi un’intesa sulla stabilizzazione dei precari delle aziende sanitarie.

“Si tratta di un primo passo che mette sulla linea di partenza la nostra Regione per stabilizzare le centinaia di infermieri, operatori socio-sanitari, tecnici e amministrativi che da anni attendono questa misura”, commentano i segretari regionali Riccardo Bartolini, Marco Bucci e Mario Renzi. “Ora la Regione sia sollecita ad attivare le stabilizzazioni appena il Ministero emanerà le ultime indicazioni”.

continua
Sindacati

PREFETTURA BENEVENTO SU CASO SALA MORTUARIA OSPEDALE SACRO CUORE “FATEBENEFRATELLI”

download (11)

La Fp Cgil e la Uil Fpl rendono noto che il prefetto di Benevento, Paola Galeone, ha chiesto al direttore sanitario dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù “Fatebenefratelli” di Benevento, Adriana Sorrentino, lumi relativamente alla nota delle stesse centrali sindacali sul problema della gestione della sala mortuaria e del trasporto salme.

I sindacati alcuni giorni fa ricordavano: ” La sala mortuaria è stata data in affidamento alla ditta S.P.G srl, e dunque che debba essere il personale della ditta affidataria adibito al trasporto delle salme, così come accade nel resto del Paese. In caso contrario, i sindacati chiedono che la sala mortuaria debba essere gestita, nel corso delle 24 ore, interamente dal personale interno.

continua