chiudi

OO.SS.

Sindacati

AO TERNI, ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE E DEI REPARTI: MOBILITAZIONE SINDACALE

414034-995×497

Protesta Cgil-Fp, Cisl-Fps e Uil-Fps ormai sono sul sentiero di guerra contro i vertici aziendali dagli ospedalieri e non solo, sul fronte dell’organizzazione del personale e dei reparti. Tanto da organizzare per venerdì 23 giugno, alle 11, una manifestazione di protesta all’interno dello stesso ospedale.

Reparti, accorpamenti contestati “Resta difficile comprendere – si legge in una nota sindacale unitaria – per quale motivo si procede all’accorpamento di alcuni servizi: si accorpa l‘Urologia, si tenta di chiudere il reparto di Riabilitazione per pazienti affetti da patologie neurologiche, e si accorpano i reparti di Ostetricia e Ginecologia. Il reparto di Riabilitazione, poi, è una struttura che già è stata oggetto di attenzione mediatica, più volte inaugurata, che dovrebbe avere sulla carta circa 10 posti letto, ma che dalla sua apertura ha funzionato per soli tre pazienti, proprio per la mancanza di personale. In questi giorni ne era stata addirittura annunciata la chiusura per tutto il periodo estivo, ma poi, un intervento tanto salvifico, quanto inaspettato ne ha disposto la riapertura.

continua
Sindacati

UIL FPL E CGIL FP: QUALE DOTAZIONE ORGANICA IN ASL SALERNO?

OBIETTIVI

“Richiesta di dotazione organica all’Asl Salerno. A chiederla, attraverso una nota indirizzata al direttore generale dell’Azienda di via Nizza, Antonio Giordano, sono i sindacalisti di Uil Fpl e Cgil Fp. “Voglio innanzi tutto congratularmi per l’ottimo lavoro di reclutamento di personale medico che l’Azienda sta mettendo in atto, ma a tanto lavoro non ne corrisponde altro sul versante degli appartenenti al comparto, atteso che del contingente previsto dai documenti ufficiali si prevedeva l’arrivo di 50 infermieri, due ostetriche, nove tecnici di laboratorio biomedico, cinque tecnici della prevenzione.

continua
Sindacati

SAN CARLO POTENZA: SCIOPERO CGIL FIALS USB

2014_11_06_si_cobas

Comunicato Sindacale

CGIL, Fials e USB

A.O. Regionale San Carlo di Potenza: i sindacati avviano la procedure di sciopero

Il mancato confronto e le ulteriori modifiche organizzative messe in atto, stanno creando un clima di forte contrasto e decisamente conflittuale all’interno dell’A.O. Regionale del San Carlo di Potenza.

continua
Sindacati

ATS SARDEGNA: SCIOPERO DEL COMPARTO IL 6 LUGLIO

sciopero6giugno

La sanità sarda decide di incrociare le braccia proprio quando la Asl Unica, con l’approvazione delle linee guida, sta per assumere forma compiuta. Lo sciopero generale proclamato dalla Funzione pubblica di Cgil, da Cisl Fp e da Uil Fpl è “per i lavoratori e per i territori, contro i tagli e le riduzioni dei servizi sul territorio in una riforma sbagliata e pericolosa”. La manifestazione, fanno sapere le sigle, è in programma per giovedì 6 luglio in via Roma, a Cagliari, a partire dalle 10. Oggi, intanto, i lavoratori dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari si riuniranno in assemblea sindacale dalle 13 alle 15.

 

continua
Sindacati

CONFINTESA SULLA DIRETTIVA MADIA PER IL RINNOVO DEI CCNL

free zone

RATTI (CONFINTESA): RINNOVO CONTRATTI STATALI LUCI ED OMBRE DELLA DIRETTIVA MADIA

A distanza di un anno dalle dichiarazioni alla stampa delMinistro Madia finalmente si legge una prima bozza della direttiva che dovrebbe dare avvio alla contrattazione nel pubblico impiego.

continua
Sindacati

SIT IN E DISAGI ALL’OSPEDALE UMBERTO I DI NOCERA INFERIORE

BANDIERABIANCA1

Disagi all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore: pronto sit-in di protesta dei sindacati Cgil, Usb, Fsi, Ugl, Fials e Snalv. La manifestazione viene promossa per mettere in risalto la crescente carenza di personale ad ogni livello, infermieristico, operatori socio sanitari, tecnici di laboratorio, tecnici di radiologia e medici.

continua
Sindacati

MIC E PS CHIEDONO SBLOCCO TURNOVER E NOMINA COMMISSARIO ALLA SANITA’ REGIONE CAMPANIA

COGITO

Si terrà mercoledì 7 giugno, davanti alla sede del Ministero della Salute un sit-in di protesta organizzato dall’associazione Mic & Ps (Movimento Infermieri Campania e Professioni Sanitarie) al fine di chiedere al ministro Beatrice Lorenzin di determinare una data certa della fine del commissariamento della Regione Campania e l’imminente nomina del commissario alla Sanità e di concretizzare l’effettivo sblocco del turn over del personale di comparto avviando in modo celere e definitivo le assunzioni dei diversi profili professionali secondo quanto previsto dall’articolo 97 della Costituzione.

continua
Sindacati

NURSING UP + ALTRI SUL PUNTO NASCITE PO CAPILUPI CAPRI ASL NA 1 CENTRO

punti-nascita1 (1)

Prot. n. 0202/2017 addì 02 /06/ 2017

Oggetto: Richiesta chiarimenti Punto Nascita Presidio Ospedaliero G.Capilupi

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Napoli – Al Direttore Generale Tutela della Salute Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale Avv. A. Postiglione – Al Direttore Generale A.S.L. N a 1 Centro Dott. P. Di Girolamo Faraone – Al Presidente V commissione Sanita` On. Lello Topo

Queste Organizzazioni Sindacali premettono : che il Piano Ospedaliero Regionale per Capri descrive , una situazione ad hoc ( 22 parti nel 2015 ) . Per l’Ospedale Capilupi di Capri , infatti , è necessaria una configurazione particolare che contempli il presidio di Pronto Soccorso di area particolarmente disagiata con 20 posti letti di medicina e comunque , la presenza di ginecologi in guardia attiva o reperibili per far fronte a situazioni particolari di non trasferibilità a causa di condizioni meteo marine avverse con utilizzo , in caso di necessità , di posti dedicati in medicina . Premesso che l’Atto Aziendale riporta per il Capilupi di Capri quanto segue : Ai sensi del Decreto del Commissario ad Acta n.33 del 1705/2016 , lo stabilimento del Capilupi di Capri e` un Presidio di Pronto Soccorso di Area particolarmente disagiata , rispondendo a particolari esigenze territoriali ,oro-geografiche ,di comunicazione e di ciclicità assistenziale legata a fenomeni turistici , esigenze che esigono comunque una risposta assistenziale in emergenza -urgenza finalizzata ad una presa in carico del paziente .

continua
Sindacati

VERTENZA AIAS: CGIL CISL UIL SU UGL, SEDICENTI COMITATI, ONLUS, GIUNTE AMICHE. PAGA SEMPRE PANTALONE

Pantalone-400 (1)

COMUNICATO STAMPA CGIL CISL UIL SULCIS IGLESIENTE. Da qualche giorno da parte di AIAS vi è un fiorire continuo di comunicati, di “chiamate alle armi” e di grida al complotto orchestrato da vecchi e nuovi “nemici”. Ha cominciato con il comunicato del 27 Maggio u.s. che inizia con l’eloquente “Daremo battaglia. Questo è poco ma sicuro……” , seguito dal comunicato del redivivo sedicente “Comitato spontaneo dei lavoratori AIAS” e da ultimo dall’imperturbabile segretario dell’UGL. Comunicati intrisi di arroganza e prepotenza, palesemente minacciosi non solo nei confronti di quell’eroico manipolo di lavoratori che hanno osato rivendicare il sacrosanto diritto al salario ma anche di coloro che stanno imponendo, finalmente, un sistema di regole ad un settore, quello riabilitativo e socio assistenziale, in cui per quarant’anni AIAS ha fatto il bello ed il cattivo tempo.

Non stupisce perciò la terminologia usata dall’AIAS nel definire un vero sopruso, un’ingiustizia ricca di illegalità e incongruenze, un ginepraio di clausole vessatorie, ecc. la Delibera di Giunta n. 23/25 del 09/05/2017 recante “Determinazione dei tetti di spesa per l’acquisto da parte dell’Azienda per la Tutela della Salute delle prestazioni sanitarie e socio-sanitarie dalle strutture private accreditate per l’anno 2017. Approvazione degli schemi tipo di contratto. Legge regionale 28 luglio 2006 n. 10, art. 8”.

continua
Sindacati

CISL FPS ED FSI-USAE SULL’ATTO AZIENDALE ASP SIRACUSA

burocrazia-2

Continua a far discutere la nuova rete regionale ospedaliera approvata definitivamente poco più di un mese fa. Le organizzazioni sindacali Cisl-Fp, Cisl Medici e Fsi, a seguito di un incontro intersindacale finalizzato a presentare la richiesta di modifiche all’atto aziendale dell’Asp di Siracusa, recentemente deliberato, hanno inviato una nota congiunta sia al direttore generale Asp Brugaletta che all’assessore regionale Gucciardi contenente osservazioni critiche e proposte correttive.

continua