chiudi

FIALS

Sindacati

FIALS AGRIGENTO ALL’ASSESSORE REGIONALE ALLA SANITA’: “LE SUE? ENUNCIAZIONI, NULL’ALTRO”

Immagine17

Agrigento 18.05.2018                                                   

Lettera Aperta All’Assessore Regionale alla Salute

Oggetto: Legalità e trasparenza in sanità : i proclami dell’Assessore regionale alla Salute.

       Gentile Assessore, ho letto l’intervista da Lei rilasciata e pubblicata dal giornale La Sicilia in data 14.05.2018. Intervista nella quale Lei ha annunciato un piano sulla trasparenza in sanita : appalti e nomine sul modello ANAC, turn over dei direttori dei dipartimenti, dei direttori dei Distretti Sanitari, dei Funzionari dei Servizi di Provveditorato ecc. Il tutto al fine di prevenire il determinarsi di possibili fattori di condizionamento e/o corruttivi nelle aree più sensibili delle ASP.  Bellissime enunciazioni di principio, le Sue, Assessore, e null’altro!! Chi scrive, in quasi 40 anni di attività sindacale, di dette enunciazioni di principio ne ha viste sbandierare in grande quantità ma mai nulla è cambiato!

continua
Sindacati

STABILIZZAZIONI IN ASP AGRIGENTO? FIALS CONTRO IL PRECARIATO

Immagine20

AGRIGENTO. Saranno stabilizzati 62 precari dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Si tratta in particolare di 28 posti di operatore tecnico categoria “B”, pari al numero totale dei soggetti utilmente collocati nella relativa graduatoria; di 32 posti di coadiutore amministrativo categoria “A” e di 2 posti di commesso categoria “A” a totale copertura dei posti disponibili.

Lo rende noto il segretario provinciale della Fials, Amedeo Fuliano, organizzazione sindacale da sempre fortemente impegnata nelle battaglie finalizzate al superamento del precariato all’Asp di Agrigento.

continua
Sindacati

FIALS: IL DIRETTORE SANITARIO ASL CASERTA? UN DISASTRO

Immagine12

Aversa – “Un anno di disastro totale, è arrivata l’ora di dire basta”. È questo l’oggetto di una lettera aperta che il coordinamento del presidio ospedaliero del Moscati della Fials ha inviato al direttore generale dell’Asl Caserta Mario Di Biasio per chiedere la rimozione della direttrice sanitaria del nosocomio normanno Angela Maffeo. Il sindacato che fa capo, tra gli altri, a Salvatore Stabile e a Giuseppe Nacchia, sottolinea nella nota come “dal suo insediamento, risalente a circa un anno fa, l’attuale Direttore Sanitario non ha fatto altro che trascinare sull’orlo del baratro il nosocomio normanno. In pochi mesi ha azzerato quello che di buono con fatica e abnegazione era stato fatto”.

continua
Sindacati

FIALS BENEVENTO CONTRO ATTO AZIENDALE AO RUMMO

Immagine14

La Fials ancora contro l’atto aziendale dell’ospedale “Rummo” di Benevento. Il sindaco ha scritto al ministro della Salute, all’Ispettorato della Funzione Pubblica, al presidente dell’A.N.A.C., alla Procura regionale della Corte dei Conti, al presidente della Conferenza dei Sindaci e al collegio sindacale del nosocomio in merito all’incontro voluto dal management ospedaliero contro i direttori di Struttura Complessa area Sanitaria, i responsabili delle Strutture Semplici Dipartimentali Area Sanitarie e i sindacati di Area Sanitaria (medica e non medica), alle ore 12 del giorno 16 maggio, presso la sala convegni aziendale, per discutere del percorso di attuazione dell’atto aziendale.

continua
Sindacati

FIALS AGRIGENTO INFLESSIBILE SU ASSEGNAZIONI, TRASFERIMENTI, MOBILITA’ AUSILIARI SS SPECIALIZZATI

Immagine9

FIALS SEGRETERIA PROVINCIALE

Agrigento 10.05.2018 Prot. n.28/2018

Al Commissario
Al Direttore Amministrativo
Al Direttore Sanitario
Al Direttore UOC Servizio Personale
ASP di Agrigento

e, p.c. All’Assessore Regionale alla Salute Dr. Ruggero Razza

Oggetto: Richiesta di revoca immediata di tutte le disposizioni di trasferimento personale ausiliario specializzato illegittimamente adottate.

La scrivente O.S. è venuta a conoscenza di innumerevoli disposizioni con le quali codesta Amministrazione ha disposto la mobilità di compensazione, interna, per dipendenti rivestenti qualifiche e stato giuridico diverso, contravvenendo cosi al dettato delle norme contrattuali.

continua
Sindacati

SANITA’ CASERTANA ALLO SBANDO. IL MODELLO SVEDESE? UN MIRAGGIO

Immagine61

Da subito, visto che si è chiusa la fase elettorale delle elezioni della Rsu all’Asl Caserta, dopo i ringraziamenti doverosi, bisogna mettersi a lavoro. Le attuali condizioni nella Sanità in Provincia ed in particolare dei presidi ospedalieri e dei Distretti, principali erogatori dell’assistenza è disastrosa. Il problema reale è la mancanza di personale, medici, infermieri, tecnici di radiologia di laboratorio e della prevenzione, fisioterapisti, Oss e altri rende impossibile dare risposte adeguate alla popolazione bisognosa di soluzioni sanitarie immediate.

Se si volesse parlare oggi di Sanità e della qualità delle prestazioni è come dire un eufemismo.  E di ciò l’indifferenza del palazzo è evidente, si sono chiusi nell’oscurità, in uno splendido isolamento, mentre le strutture sanitarie periferiche boccheggiano, e quel poco di ossigeno centellinato con l’arrivo degli infermieri della mobilità extraregionale, è stato subito compensato dal licenziamento di 25 infermieri del lavoro somministrato.

continua
Sindacati

FIALS CHIEDE REVOCA ATTO AZIENDALE ASL BENEVENTO

Immagine1

“Il direttore generale dell’Asl di Benevento, Franklin Picker, annulli la proposta di atto aziendale, in quanto illegittima e priva di ogni pregio giuridico”. A chiederlo è la Fials, che invita anche tutti gli organi preposti al controllo e ad intervenire per evitare sperpero di denaro.

Secondo quanto riferito dal sindacato in un ricorso presentato, “l’ART. 10 del CONTRATTO TIPO DI CONFERIMENTO DELL’INCARICO DI DIRETTORE GENERALE DI AA.SS.LL. E AA.O.O pubblicato su BURC della Regione Campania prevede che “Ai sensi dell’art. 3-bis, comma 4, del D. Lgs. n. 502/1992 e s.m.i, il Direttore Generale si obbliga a produrre, entro diciotto mesi dalla nomina, il certificato di frequenza del corso di formazione in materia di sanità pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria di cui al Decreto del Ministro della Sanità del 1° agosto 2000.”

continua
Sindacati

CONTINUA LA BARBARIE DELLE AGGRESSIONI AL PERSONALE SANITARIO

Immagine22
Un infermiere del triage al pronto soccorso dell’ospedale Cervello a Palermo è stato aggredito la scorsa notte da tre persone che lo hanno colpito con alcuni pugni in testa.
 
Il dipendente dell’ospedale è addetto ad assegnare i codici di priorità dei pazienti che si presentano nell’area di emergenza.
Dopo una discussione animata i tre hanno circondato l’infermiere e lo hanno colpito ripetutamente.
 
La vittima è stata medicata, ma ha annunciato che non denuncerà i suoi aggressori.
“Il personale delle aree d’emergenza e degli ospedali siciliani – ha commentato il segretario generale della Fials sanità Enzo Munafò – ormai è terrorizzato. Gli episodi di aggressione si susseguono con un ritmo assurdo e inaccettabile”.
continua
Sindacati

FIALS PUGLIA REVOCA LA MANIFESTAZIONE PER I LAVORATORI DEI CENTRI DIURNI

Immagine37

CENTRI DIURNI PROVINCIA DI BARI: POSITIVO L’INCONTRO IN REGIONE REVOCATA LA MANIFESTAZIONE DI PROTESTA

Nella giornata di ieri 25 aprile 2018, il Consigliere del Presidente Emiliano, dott. Domenico De Santis ha convocato con la massima urgenza una riunione in presidenza sulla vertenza dei lavoratori dei centri diurni della provincia di Bari a cui hanno partecipato, oltre al dott. De Santis in rappresentanza del Presidente Emiliano, unitamente al dott. Vito Montanaro, Commissario Straordinario della ASL BA, la dott.ssa Angela Lettini del Comune di Bari.

Gli esiti della riunione, giudicati positivi dalle Segreteria di CONFSAL e FIALS della Puglia sono  così riassumibili:

continua
R.S.U.

ASST SETTE LAGHI VARESE: CONFERMA DELLA FIALS

Immagine15

È ancora la Fials, come tre anni fa, il sindacato del comparto più votato all’asse Sette Laghi.

Nelle elezioni che si sono svolte dal 17 al 19 aprile scorsi, con una percentuale di votanti di poco meno il 58%, la Federazione italiana autonomie Locali e Sanità ha ottenuto 626 voti.Si tratta di un aumento di 55 voti rispetto alla precedente consultazione.

Alle spalle si è piazzata la Cgil, che ha superato la Uil con 466 contro i 444. A seguire Nursing Up con 315. Ultima la Cisl con 150 voti. 

continua