chiudi

FIALS

Sindacati

FIALS POTENZA SU INFERMIERE DI FAMIGLIA

Immagine1

La Fials di Potenza saluta con estrema soddisfazione l’approvazione della legge che istituisce l’infermiere di famiglia.
“Non è un caso – commenta il segretario provinciale Giuseppe Costanzo – che proprio in questa fase si è conclusa vittoriosamente una lunga battaglia delle Segreteria Nazionale. Da tempo, infatti, ci si  è  battuti per un modello di assistenza non centrata solo sull’ospedale. Per realizzare l’alternativa di un’assistenza più equilibrata sul territorio la figura professionale dell’infermiere di famiglia ha un ruolo strategico”

continua
Sindacati

FIALS NAZIONALE SU INFERMIERE DI FAMIGLIA

photo-1576671081803-5dcb9836dc61

FIALS (CARBONE): INFERMIERI DI FAMIGLIA, E’ STATA UNA LUNGA BATTAGLIA MA CE L’ABBIAMO FATTA !.

“É stata una lunga battaglia ma ce l’abbiamo fatta” apre così il suo comunicato il Segretario Generale FIALS Giuseppe Carbone.
L’infermiere di famiglia è legge e noi di FIALS siamo fieri di aver perseverato nella continua richiesta di questa figura così tanto necessaria per garantire un’assistenza meno ospedalocentrica.

continua
Sindacati

FIALS PUGLIA SU INFERMIERI, CONCORSI, MOBILITÀ, PROCEDURE:

Immagine2

CONCORSO REGIONALE INFERMIERI:
la Regione Puglia aggira la procedura di mobilità

Siamo alle solite, LA REGIONE PUGLIA PREDICA BENE E RAZZOLA MALE !

La Regione Puglia all’avvio del concorso regionale per il reclutamento degli infermieri ha riservato, come da previsione di legge, ha riservato 566 posti agli Infermieri pugliesi che hanno vinto un concorso, molto spesso in aziende sanitarie del nord Italia è che da anni aspettano di rientrare in puglia per ricongiungersi con i familiari.

continua
Sindacati

FAR CRESCERE LA NEONATOLOGIA-UTIN

Immagine1

La Fials contesta la riduzione dell’organico in Neonatologia-Utin, un reperto storicamente sottodimensionato, alla vigilia delle ferie e diffida la Direzione strategica del San Carlo a provvedere immediatamente all’integrazione del Personale assente.  Diversamente, si vedrà  costretta a inviare una segnalazione alla Procura della Repubblica per la concreta minaccia alla salute dei neonati e al benessere psicofisico degli operatori.

continua
Sindacati

RIFLETTORI ACCESI SULL’ASSISTENZA DOMICILIARE

RIFLETTORE

IL FUTURO È NEL TEAM MULTIDISCIPLINARE.

Dovremmo insistere su questa spinta di avere più risorse, e insieme alle risorse dovremo giocare la partita delle riforme, perché non basta avere più soldi, dobbiamo anche spenderli meglio e dobbiamo leggere l’evoluzione del Servizio sanitario nazionale. E io credo che la prima grande traccia di lavoro sia quella di un nuovo investimento sulla sanità del territorio

Ritengo che siano condivisibili gli auspici del Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla necessità di investire su una forte rete territoriale, la stessa che ha permesso, in particolare nel Veneto, di evitare un’esplosione dei contagi da Coronavirus.

continua
Sindacati

ASL TRA PRECARIATO E CONCORSI

Immagine3

riceviamo e pubblichiamo

LA FIALS INVITA LE AZIENDE SANITARIE E LA REGIONE AD ATTIVARE LE PROCEDURE CONCORSUALI PER IL SUPERAMENTO DEL PRECARIATO

La Segretaria Regionale FIALS, Luciana Bellitti, si ritiene soddisfatta delle dichiarazioni dell’assessore alla Salute e Politiche sociali della Regione Basilicata, dr. Rocco Leone,  finalmente “Le aziende sanitarie della Basilicata potranno effettuare 1.049 assunzioni entro il 2021 eliminando il precariato e avviando finalmente la stagione dei concorsi pubblici, in modo da consentire a tanti giovani medici, infermieri, oss, tecnici di radiologia, tecnici di laboratorio, ostetriche e personale amministrativo di fare la propria parte per rilanciare il comparto”.
continua
Sindacati

ASP POTENZA IMPOTENTE PER IL RICONOSCIMENTO INDENNITÀ AGGIUNTIVE AL 118?

Immagine2

L’ASP di Potenza non riconosce al personale del 118 il pagamento delle prestazioni aggiuntive del 2019

Il Segretario provinciale della Fials, Giuseppe Costanzo, scrive alla Direzione Generale dell’ASP di Potenza in merito al mancato pagamento dell’attività lavorativa in regime di prestazioni aggiuntive svolte dal Personale Infermieristico del 118 a partire dal mese di Gennaio 2019.

Per il sindacalista Costanzo è veramente incomprensibile che il Personale sia continuamente penalizzato considerando specialmente i sacrifici e la disponibilità dimostrata a coprire turni aggiuntivi; E’ intollerabile che il personale speri nel pagamento delle ore di straordinario, effettuato per carenza di organico, esasperato in quanto vede, senza alcuna giustificabile spiegazione, procrastinato di mese in mese la dovuta e sacrosanta corresponsione economica.

Costanzo conclude invitando la Direzione Generale dell’ASP di Potenza a liquidare le ore di prestazioni aggiuntive rese dal Personale infermieristico, motivando le cause di tale ritardo.

continua