chiudi

CISL

Sindacati

INDAGATO UN INTERO DIPARTIMENTO A FIRENZE: 106 LAVORATORI

106

La Cisl Funzione Pubblica Firenze Prato ha appreso la notizia, che riguarda l’intera collettività del Dipartimento della prevenzione di Firenze: si parla di 106 lavoratori, dei vari profili afferenti al servizio, indagati per reati verso la pubblica amministrazione. La notizia è per noi un fulmine a ciel sereno, in quanto coinvolge lavoratori che, con quotidiana abnegazione e nonostante le continue difficoltà che attanagliano il pubblico impiego, rispondono sempre puntuali alle necessità della collettività. Seguiamo con attenzione l’evolversi degli eventi, stando vicini ai lavoratori, fiduciosi nell’operato della Magistratura e auspicando una rapida e puntuale risoluzione della vicenda.

Andrea Ferrini, Segreteria Fp-Cisl Firenze Prato

continua
Sindacati

CISL FP: CONVEGNO PER LA SANITA’ BOLOGNESE E AREA METROPOLITANA

cittametrobo5col

Si svolge venerdì 20 ottobre a Bologna, alla Sala Bondioli della sede Cisl Area metropolitana (via Milazzo 16), dalle 9.30 alle 13.30, la tavola rotonda “Il valore della contrattazione nello sviluppo dei servizi socio-sanitari”. L’incontro, nel corso del quale verranno discussi i contenuti delle piattaforme socio-sanitarie presentate dai sindacati confederali nei diversi distretti bolognesi, sarà aperto dal saluto del segretario generale Cisl Area metropolitana bolognese Danilo Francesconi e presieduto da Luciano Roncarelli (Uil Bologna), con la relazione introduttiva di Sonia Sovilla (segreteria Cgil Bologna) e le conclusioni di Alberto Schincaglia (segretario generale aggiunto Cisl Area metropolitana bolognese).

continua
Sindacati

CISL FPS MARCHE SU AREA VASTA PESARO FANO URBINO: NON SOLO OSPEDALE UNICO

DEDUCIBILITA’

“Ci tiriamo fuori dal dibatitto politico emerso di recente anche nell’ultima Conferenza dei Sindaci, che sembra ricondurre tutti i problemi della sanità in questa provincia alla collocazione del nuovo ospedale unico e allo spostamento della sede amministrativa dell’Area Vasta da Fano a Urbino”.

Per Alessandro Contadini e Maurizio Andreolini in rappresentanza della Cisl Fp Marche e della Cisl di Pesaro-Fano- Urbino, “non sono questi i reali problemi della sanità, contraddistinta sempre più dal taglio dei servizi e dall’aumento della mobilità passiva, all’interno di un contesto in cui la dotazione di posti letto per il territorio di Pesaro-Urbino è la più bassa tra le province marchigiane”.

continua
Sindacati

CISL FP SULLA TORNATA CONTRATTUALE: SE IL GOVERNO DARA’ RISPOSTE, LE OO.SS. FARANNO LA LORO PARTE

efficienza-allocativa

“Apprendo con positività l’impegno, manifestato dal Governo, di chiudere in fretta l’attuale tornata contrattuale. Se ciò dovesse significare dare risposte immediate alle lavoratrici e ai lavoratori, in linea con i contenuti dell’intesa del 30 novembre scorso, le organizzazioni sindacali faranno di certo la loro parte”. Così il commissario della Cisl Fp Maurizio Petriccioli, intervenendo sul capitolo dedicato nella manovra alla P.a.

continua
Sindacati

CONGRESSO NAZIONALE CISL FP, MILANO 17-18-19 OTTOBRE 2017

thumb_bundle-31-sogno-e-realta.650x250_q95_box-0,0,647,249

Milano, 17-18-19 ottobre, Congresso CISL FP nazionale. Con Madia, Furlan e altri

a Milano (Pero), il 17-18-19 ottobre, presso l’Atahotel Expofiera (Via Giovanni Keplero, 12, 20016 Pero, MI), la Federazione nazionale dei servizi pubblici della CISL organizzerà il proprio congresso nazionale. Il claim scelto per l’evento sarà “Il sindacato nuovo. Diamo valore ai servizi pubblici per cambiare l’Italia”. Prenderanno parte alla tre giorni congressuale 286 delegati, chiamati a rinnovare gli organi di governo della Federazione nazionale, e centinaia di invitati da tutta Italia.

Nell’ambito dei lavori congressuali, il 17 ottobre, dalle ore 18.00 alle ore 19.30, si terrà il panel “I rinnovi contrattuali nel Pubblico Impiego. Valore al Lavoro e servizi al cittadino per una P.A. innovativa”. Si confronteranno sul tema dei rinnovi dei contratti dei lavoratori pubblici Sergio Gasparrini, Presidente dell’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni; Marianna Madia, Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione;Maurizio Petriccioli, Commissario della Cisl Funzione Pubblica. Modera Giorgio Pogliotti, Giornalista de IlSole24Ore.

Il 19 ottobre, alle ore 11.00 circa, chiuderà gli interventi la Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan. Seguirà una conferenza stampa congiunta con Maurizio Petriccioli.

Programma Congresso_ CISL FP

continua
Sindacati

CISL FPS TORINO: “PERSONE PER LE PERSONE. IL TUO LAVORO VALE”

PERSONE

Si svolgerà mercoledì, 11 ottobre, a partire dalle ore 9.30, all’Holiday Inn Turin di Piazza Massaua 21, nel capoluogo regionale, il congresso straordinario della Cisl Funzione Pubblica Torino-Canavese.

“Persone per le persone. Il tuo lavoro vale”: questo lo slogan dell’assise cui partecipano 100 delegati, in rappresentanza dei 5mila iscritti dei comparti Sanità, Funzioni Locali (Regioni e Autonomie Locali) e Funzioni Centrali (Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti pubblici non economici). Ai lavori intervengono, tra gli altri, il segretario confederale Cisl e commissario nazionale della Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, la segretaria confederale Cisl, con delega all’organizzazione, Giovanna Ventura e i segretari generali di Cisl Torino-Canavese  e Piemonte, Domenico Lo Bianco e Alessio Ferraris.

“Il congresso straordinario della Cisl Fp – spiega Aldo Blandino, segretario della Cisl Torino-Canavese, attuale commissario straordinario e tra i più accreditati alla guida della federazione territoriale del Pubblico Impiego Cisl – oltre a eleggere i nuovi organismi territoriali, sarà l’occasione per confrontarsi su come valorizzare i dipendenti pubblici e offrire servizi di qualità ai cittadini”.

continua
Sindacati

YES DELLA CISL FPS ALLO STOP AL PRECARIATO E ALLE ASSUNZIONI INTERINALI IN STRUTTURE SANITARIE ACCREDITATE

thumb_bundle-31-sogno-e-realta.650x250_q95_box-0,0,647,249

“Stop Precari e Assunzioni con rapporto di lavoro subordinato nelle strutture accreditate private” “Anche se con ritardo da parte degli uffici della Direzione Regionale Salute rispetto alla data prevista del 1 ottobre e dopo le sollecitazioni dei giorni scorsi, la Regione Lazio ha approvato il decreto n. 422 con il quale obbliga a partire dal 1 dicembre prossimo tutte le strutture sanitarie private accreditate con il servizio sanitario regionale ad assumere a norma di un contratto collettivo nazionale, tra i più rappresentativi del settore, gli operatori sanitari che svolgono attività sanitaria diretta alla persona (Infermieri, Terapisti, Ostetriche, Tecnici Sanitari ,Educatori . OSS ect..) non meno della misura minima del 75% fino al 31 Dicembre 2018 e dell’80% dal 1 Gennaio 2019 con l’obbiettivo di una ulteriore riduzione della percentuale negli anni successivi.

continua
Sindacati

CISL FPS TRENTINO: NON GHETTIZZARE L’OPERATORE SOCIO SANITARIO E NEMMENO ESCLUDERE LA RSU

CAOS2

“La proposta dell’amministrazione provinciale non è accettabile. Le criticità sono legate alla distribuzione delle risorse, ma anche agli aspetti normativi e giuridici”, spiega la delegazione della Cisl Fp del Trentino.

La trattativa è stata inoltre l’occasione per le organizzazioni sindacali di affermare la necessità di un immediato avvio, nell’ambito delle ulteriori risorse messe a disposizione dall’Azienda sanitaria, di un percorso di valorizzazione economica del personale impegnato.

“E’ necessario – dice la Cisl – mettere al passo tutto il personale e valorizzarlo in un contesto, quella della sanità, molto complesso. Nello specifico mancano risorse per tutte le numerose professioni e per tutti i dipendenti. Sollecitiamo inoltre l’avvio di quel processo di omogenizzazione delle professionalità, senza dimenticare le figure spesso dimenticate”.

continua
Sindacati

SANITA’ PRIVATA: TUTELATI I POSTI DI LAVORO IN CLINICA RIABILITATIVA RENZULLO

respiratoria_6

Cessione del ramo d’azienda tra la Fondazione Gambardella di Salerno e la clinica riabilitativa Renzullo di Sarno, salvi i posti di lavoro della sede distaccata di Nocera Inferiore. Soddisfatti i vertici della Funzione pubblica della Cisl Salerno. I sindacalisti Antonio De Sio e Pietro Antonacchio: “Odissea finita per le maestranze della Gambardella. Ora inizia una nuova era grazie alla lungimiranza del dottore Aniello Renzullo”.

Ufficializzata la cessione del ramo d’azienda tra la Fondazione Gambardella di Salerno e la clinica riabilitativa Renzullo di Sarno. A darne notizia sono stati i vertici del sindacato della Funzione pubblica della Cisl Salerno, che hanno seguito direttamente la vertenza che poi ha portato alla tanto attesa fumata bianca per i lavoratori distaccati di Nocera Inferiore.

continua
Sindacati

TRASFERIMENTO DI 130 DIPENDENTI AMMINISTRATIVI IN ULSS EUGANEA 6

AMMINISTRATIVI

Incontro chiave tra le organizzazioni sindacali Cisl, Cgil e Uil e la direzione generale dell’Ulss Euganea 6 per la riorganizzazione del personale amministrativo. «La direzione ha le proprie strategie e intende concentrare determinate attività amministrative a Padova. Secondo una nostra stima potrebbero essere circa 130 i dipendenti interessati allo spostamento negli uffici di via Scrovegni ma, già dall’incontro di domani, contiamo di raggiungere un accordo per ridurre considerevolmente questo numero».

Fabio Turato, responsabile Cisl Sanità per la provincia di Padova, guiderà la delegazione sindacale all’incontro con la direzione, riportando le istanze e le preoccupazioni dei lavoratori che potrebbero essere coinvolti nei trasferimenti a Padova, dall’Alta e dalla Bassa. «Le aree amministrative interessate sono quelle di ragioneria e bilancio, acquisti e servizi logistici, personale e legale seguite poi dal settore tecnico; ma noi faremo presente che l’accentramento con spostamento fisico delle persone è anacronistico, viste le potenzialità degli strumenti informatici e telematici» spiega Turato. «Bisogna valutare bene le necessità del territorio per non lasciare sguarniti di servizi amministrativi ospedali di riferimento come Schiavonia, Camposampiero e Cittadella e i distretti. E soprattutto considerare le esigenze dei lavoratori prevedendo adeguati riconoscimenti economici e, non ultimo, gli spazi disponibili in via Scrovegni». 

continua