chiudi

CGIL

Sindacati

FP CGIL SULL’EMERGENZA SICUREZZA NEI PRONTO SOCCORSO

Binocolo

COMUNICATO STAMPA. Emergenza sicurezza nel Pronto Soccorso, bisogna intervenire subito.

Dopo oltre un mese dalla denuncia della FP CGIL, riguardante l’ausiliario malmenato da un utente il 3 luglio,  la notte scorsa  si è registrato l’ennesima aggressione ai danni del personale di turno presso il Pronto Soccorso dello Spaziani di Frosinone.

Lo stesso utente della volta precedente, sembrerebbe in grave stato di alterazione, ha brutalmente aggredito uno dei due medici in servizio, a quanto riferito, afferrandolo per il collo e sbattendolo al muro, tanto da procurargli contusioni valutate in almeno dieci giorni di prognosi. Provvidenziale è stato l’intervento di infermieri e stewart accorsi sentendo i rumori della colluttazione, liberandolo dall’aggressore prima che la situazione degenerasse ulteriormente.

continua
Sindacati

CGIL FP AREA VASTA SULLO SMANTELLAMENTO UTIC SENIGALLIA

UTIC

 

Interveniamo sulla chiusura della Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (U.T.I.C.) dell’Ospedale di Senigallia, osservando che c’è stata soltanto una dichiarazione di “sospensiva” da parte dell’ASUR e del Presidente della Commissione Sanità, Volpini, non certamente il “ritiro” dell’intenzione, scolpita nella Delibera dell’ASUR n.361 del 23 giugno 2017.

E lo facciamo per difendere la dignità dei cittadini, dei ricoverati e dei professionisti della Sanità.

Perché non si può continuare con le prese in giro.

continua
Sindacati

ASP CATANIA, PO GIARRE: 7 POSTI LETTO MA POCHI INFERMIERI E BEN 12 MEDICI,

MAH

Una gigantesca struttura sanitaria attiva con soli 7 poti letto. Cgil Funzione pubblica torna all’attacco con una nuova eclatante denuncia, a pochi giorni dalla immotivata sospensione, per tutto il mese di agosto, delle attività ambulatoriali della Piastra chirurgica e le attività del Blocco operatorio del P.O. di Giarre. Provvedimento – poi revocato – dettato dalla necessità di assegnare il personale infermieristico ed ausiliario dei servizi, ai reparti di Medicina e Geriatria per garantire la copertura dei turni per carenza di personale.

continua
Contratti Collettivi

CGIL FP PIEMONTE: STABILIZZARE I PRECARI E ARGINARE IL LAVORO IN APPALTO

VIA LIBERA

Un passo in avanti verso il rinnovo del contratto di lavoro nel comparto sanità. Con l’approvazione da parte del Governo dell’atto di indirizzo formulato dalla Conferenza delle Regioni, appare concreta l’ipotesi di un avvio già a settembre della fase operativa che dovrà condurre al nuovo contratto dopo un blocco di sei anni. La decisione, comunicata dal ministro Marianna Madia, è accolta positivamente dai sindacati che, tuttavia, nel caso del Piemonte (ma non solo) lamentano ancora una serie di problemi in attesa di soluzione e richiamano la necessità di rivedere da parte dell’ente scelte e indirizzi che gli stessi rappresentanti dei lavoratori ritengono penalizzanti sia per il personale, sia per le esigenze dei cittadini.

continua
Sindacati

BREVI SULLA CGIL FUNZIONE PUBBLICA

71_-_lotta_sindacale_e_politica_in_una_piccola_fabbrica_di_una_zona_rossa_min
 ” Abbiamo sempre cercato di parlare ai lavoratori come a degli uomini, di parlare al loro cervello e al loro cuore, alla loro coscienza.  In questo modo il sindacato è diventato scuola di giustizia, ma anche di democrazia, di libertà, ha contribuito a elevare le virtù civili dei lavoratori e del popolo.”  (Luciano Lama all’ XI Congresso della Cgil 1986) 

La F.P. (Funzione Pubblica) è una struttura di categoria della CGIL.

La CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro) è il maggior sindacato italiano con 5 milioni 233mila iscritti.

continua
Sindacati

TRENTO, FP CGIL A UIL E NURSING UP: MENTONO SAPENDO DI MENTIRE

Pinocchio (1)

Da Uil e Nursing Up bugie contro la Cgil. Giampaolo Mastrogiuseppe e Gianna Colle, di Fp Cgil, replicano a quanto affermato oggi, tramite stampa, dalle sigle sindacali Uil e Nursing Up.

«Leggendo oggi, sui quotidiani, le dichiarazioni relative all’incontro di ieri in Apran per l’avvio del tavolo tecnico sull’omogeneizzazione contrattuale del personale sanità verso il comparto autonomie locali, si può solo concludere che Tabarelli Uil e Hofer Nursing Up mentono sapendo di mentire e ciò è reso possibile dalla gestione del tavolo da parte della presidenza dell’Apran. Infatti da anni chiediamo, isolati e inascoltati, la registrazione degli incontri o almeno la redazione di verbali che riportino le posizioni delle parti.

continua
Sindacati

FP CGIL BOLOGNA: PASSO DEL GAMBERO ALL’OSPEDALE MAGGIORE

gambero

MEDICINE OSPEDALE MAGGIORE OVVERO: IL PASSO DEL GAMBERO

Nel 2013 l’Azienda presentò, con grande enfasi, la riorganizzazione dei reparti di Medicina dell’Ospedale Maggiore secondo il modello della complessità assistenziale.

Allora la Fp-Cgil presentò tutta una serie di obbiezioni di merito per dimostrare in primis che

• il modello adottato NON era affatto basato sulla complessità assistenziale ma sulla complessità clinica –

• il modello così pensato NON dava alcuna garanzia della continuità di cura dei pazienti Ora, dopo 3 anni, l’Azienda ha presentato un nuovo progetto di riorganizzazione delle Medicine del Maggiore motivandolo con una serie di criticità tra le quali esattamente quelle che la Cgil sosteneva nel 2013 ovvero (copiato dal documento aziendale):

• I Limiti dello strumento scheda ViEWS nella valutazione dei pazienti per la corretta identificazione…. assente valutazione della complessità assistenziale.-

• La criticità dei trasferimenti ad aree di diversa intensità (upgrade-downgrade) per la perdita di continuità clinico-assistenziale Qual’è la soluzione proposta?

continua
Sindacati

CGIL FP SULL’AZIENDA ZERO VENETA: “UN CARROZZONE”

carrozzone 2

PADOVA. Cinque milioni di euro di spesa per pagare il personale alla dirigenza dell’Azienda Zero. Saranno oltre 300 i dipendenti del maxi organismo a cui fanno capo 4 milioni 915 mila 751 assistiti. L’ente, che avrà sede a Padova alla Casa Rossa di via Avanzo, ha il compito di gestire i concorsi, l’informatica, gli acquisti, la tecnologia e le assicurazioni in sanità. Ma la Cgil si scaglia contro una cattiva gestione delle risorse dell’Azienda Zero. «Si tratta di un nuovo carrozzone da 300 persone, infarcito di dirigenti, che costerà milioni di euro alle tasche dei veneti», dichiara Daniele Giordano, segretario generale Fp Cgil, «Si prevede precisamente di spostare 30 unità dalla Regione Veneto, dove si svolge una parte importante delle competenze affidate all’Azienda Zero, e ben 272 dalle Usl del Veneto. La cosa oltremodo vergognosa è che si prevedono ben 52 dirigenti, retribuzione media 90 mila euro, sui 302 totali, pari a quindi un dirigente ogni sei lavoratori».

continua
Sindacati

QUESTIONARIO SUI PUBBLICI DIPENDENTI DELLA ASL TRENTINA

TEST RISPOSTA MULTIPLA

I dipendenti dell’Azienda sanitaria sono trattati come quelli degli altri enti pubblici? Il lavoro che svolgi è conforme alla tua categoria professionale? Le tue mansioni sono state incrementate? Se sì, ti sono state riconosciute? Sono alcune delle domande del questionario che Fp Cgil sta inviando a tutti i dipendenti della sanità del Trentino.

continua