chiudi

CGIL

Sindacati

DEGRADO ORGANIZZATIVO E SCADIMENTO DELLA SANITA’ IN CAMPANIA

Immagine2

La vicenda della paziente ricoverata all’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, adagiata in un letto infestato di formiche, è “l’emblema del degrado organizzativo e dello scadimento delle condizioni di lavoro nel quale versa la sanità in Campania”.

A sostenerlo è la Funzione Pubblica Cgil regionale e di Napoli che, in una nota, parla di un episodio “di degrado e di inciviltà che lede la dignità della persona, che lascia sgomenti i cittadini e che offende le tante lavoratrici ed i tanti lavoratori che quotidianamente si prodigano per garantire la migliore assistenza ai pazienti, in condizioni organizzative e strutturali sempre più difficili”.

continua
Sindacati

CGIL FP: AZIENDA ZERO, ULSS, PSR VENETO, ASSUNZIONI E VALORIZZAZIONE DELLE COMPETENZE

Immagine3

PIANO SOCIO SANITARIO – SERVONO RISPOSTE CONCRETE AI LAVORATORI
Come Fp Cgil – dichiara Daniele Giordano, Segretario Generale – continuiamo a ritenere che in questa proposta di piano Socio Sanitario manchino risposte concrete ai lavoratori in particolare sul fronte delle assunzioni, della gestione e della valorizzazione delle competenze.

Ci saremmo anche aspettati una seria valutazione sul percorso di unificazione delle Ulss, sulle funzioni dell’Azienda Zero e sui risultati sin qui ottenuti.

continua
Sindacati

INTEGRATIVA ASP ENNA IN BILICO: NO DEI REVISORI DEI CONTI.

Immagine7

la Direzione aziendale dell’ASP di Enna, previa convocazione, comunica alla delegazione sindacale l’impossibilità di procedere all’approvazione del CCDI 2018.

Come ampiamente prevedibile, puntuale come un orologio svizzero, arriva l’ennesimo stop al Contratto Integrativo. Per respingere le proprie responsabilità per la mancata approvazione del Contratto Integrativo definitivo firmato il 18 settembre 2018, la Direzione Aziendale dell’Asp rispolvera la responsabilità del Collegio dei Revisori colpevole della mancata certificazione dei Fondi per il salario accessorio del personale e della mancata ratifica del Contratto Integrativo 2018.

continua
Sindacati

RAPPRESENTATIVITA’: TAR LAZIO ACCOGLIE RICORSO CONTRO INPS

Immagine10

Tar Lazio accoglie ricorso contro Inps su tema rappresentatività

Roma, 22 ottobre – “Con una sentenza inequivocabile il Tar del Lazio accoglie pienamente il ricorso avviato mesi fa dal sindacato Sin.Me.Vi.Co contro l’Inps. Al centro la decisione dell’istituto guidato da Tito Boeri di individuare unilateralmente, nell’avvio della contrattazione per la stipula di una nuova convenzione dei medici di medicina fiscale, criteri di rappresentatività che si riferivano erroneamente ad aree contrattuali come quelle della Medicina Generale che nulla hanno a che vedere con la Medicina Fiscale. Una storia senza precedenti, quella avvenuta in Inps, un errore che ha ritardato la convenzione di un anno”. A darne notizia sono la Fp Cgil Medici e il  Sin.Me.Vi.Co..

continua
Sindacati

C’ERA UNA VOLTA IL MEDICO A BORDO…

Immagine14

La segreteria prov.le  Sanità Cgil Marcella Coppa   insieme al segretario Cgil di Sortino Sebastiano Corsico chiedono di sapere “quali  i criteri individuati, se non quelli di risparmio economico, che hanno portato la giunta regionale  alla scelta di penalizzare i cittadini di Sortino “ scippando “ il medico a bordo nel  118”.

continua
Sindacati

TRIBUNALE AVELLINO SENTENZIA A FAVORE DEI LAVORATORI DELLA SANITA’ PRIVATA

Immagine3

l Tribunale di Avellino ha riconosciuto, nella giornata di ieri, con una serie di sentenze (8 avverso 5 Case di Cura per un numero complessivo di 17 lavoratrici e lavoratori) il diritto inderogabile dei lavoratori della sanità accreditata alla una tantum relativa al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro 2006-2010.

“Si tratta di una vittoria importantissima ottenuta grazie alla perseveranza ed al coraggio di tantissimi lavoratori che hanno sostenuto le scelte della Fp Cgil Avellino e della Fp Cgil Campania”, precisano il Segretario Generale Fp Cgil Marco D’Acunto e il segretario generale Fp Cgil Campania Alfredo Garzi Cosentino.

continua
Sindacati

NUOVO SEGRETARIO CGIL FP AVELLINO

Immagine8

Il congresso della Funzione Pubblica Cgil Avellino ha eletto Felicia Morsa nuovo segretario generale, che subentra a Marco D’Acunto, segretario generale uscente, designato per un incarico regionale. L’esito del congresso di oggi è stato divulgato dal segretario generale della Cgil di Avellino Franco Fiordellisi, che ha preso parte ai lavori di questa mattina e porge auguri e congratulazioni ai componenti della Funzione Pubblica: a Licia Morsa per il nuovo incarico e a Marco D’Acunto per l’incarico regionale.

continua
Sindacati

PIANO ASSUNZIONALE STRAORDINARIO E DI INCREMENTO DEL FONDO SANITARIO NAZIONALE

Immagine1

Sanità: Fp Cgil Medici, incrementare Fondo sanitario nazionale per piano assunzioni

Roma, 24 settembre – “È  indispensabile partire dall’incremento del Fondo sanitario nazionale anche per avviare un piano assunzionale straordinario che, oltre a completare il percorso di stabilizzazione avviato con la legge Madia, integri gli organici a partire dai servizi con maggiore sofferenza”. Ad affermarlo è il segretario nazionale della Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn, Andrea Filippi, che commenta così le linee d’indirizzo tracciate dal Ministro della Sanità, Giulia Grillo, sulle criticità del Servizio sanitario nazionale, sostenendo come siano “apprezzabili gli elementi di innovazione introdotti nel ragionamento complessivo e, soprattutto, la ricerca di una visione aperta che vuole tenere insieme le diverse problematiche emerse”.

continua
Sindacati

FP CGIL: SI ASSUMA IN REGIONE VENETO SANITA’ PUBBLICA

no thumb

“Se il Governo nazionale mira a conservare un sistema sanitario pubblico e universalistico, correggendone nei prossimi anni le difformità, la Regione del Veneto può e deve già agire uniformandosi a tale volontà eliminando quelle norme che bloccano le assunzioni di nuovo personale e deviano l’utenza verso la parte privata di questo importante settore”. Con queste parole Ivan Bernini, Segretario generale Fp Cgil Treviso, registrando la gravità della situazione trevigiana, già più volte denunciata, ha fatto appello ai vertici regionali per mettere da subito mano alla regolamentazione in materia di sanità pubblica.

continua