chiudi

Sindacati

Sindacati

IL CONCORSO PUÒ ATTENDERE

Immagine3

Un concorso pubblico per la copertura di 36 posti da Infermiere al San Carlo si trascina da anni. I concorrenti esasperati ricorrono al Tar e la Fials di Potenza interviene a garanzia della verifica degli atti concorsuali.

continua
Sindacati

USB EMANA IL DECRETO MARCHE

Immagine5
LETTERA APERTA AL GOVERNATORE REGIONE MARCHE CERISCIOLI
MENO AI PRIVATI PIU’ ALLA SANITA’PUBBLICA
STABILIZZARE I PRECARI MA ANCHE NUOVE ASSUNZIONI
IL GOVERNATORE CERISCIOLI DEVE ESSERE CONSEGUENTE ALLA Conversione in Legge del DECRETO “CALABRIA”
URGE CAMBIARE LA POLITICA SANITARIA della REGIONE MARCHE
In data 30/04/2019 il Presidente della Repubblica ha firmato il cosiddetto decreto “Calabria” che ha superato il tetto di spesa del personale precedentemente fissato al vincolo del costo del Personale dell’anno 2004 meno 1,4%
 Ora la Legge stabilisce che la spesa del personale della Sanità pubblica nel 2019 non dovrà essere inferiore a quella del 2018, Decreto Convertito, appunto in Legge in data 20/06/2019
continua
Sindacati

SANITÀ INTEGRATIVA DI COSA?

photo-1561706459-21ce0487aaa5

COMUNICATO STAMPA
Sanità integrativa – ULS Unione Lavoratori Sanità: “Soldi pubblici per finanziare gruppi economici assicurativi”

Le analisi effettuate dalla Fondazione Gimbe sulla Sanità integrativa e il welfare aziendale, cosiddetto “secondo pilastro”, pongono un problema serio da affrontare urgentemente a livello
governativo – dichiarano Anna Rita Amato e Antonino Gentile del Direttivo nazionale ULS -. Si
tratterebbe di circa 4 miliardi di euro di denaro pubblico sotto forma di agevolazioni fiscali a gruppi finanziari e assicurativi, risorse importanti sottratte ad un Servizio Sanitario Nazionale in grave affanno e già depauperato di fondi e personale.

continua
Sindacati

FSI SU REGOLAMENTO INCARICHI DI FUNZIONE IN ASP CATANIA

Immagine5

Si è concluso alle 20.30 del 12 giugno 2019, dopo un lungo e serrato confronto tra amministrazione dell’ Asp di Catania e i sindacati, l’incontro per definire ed approvare il regolamento sugli incarichi di funzione previsti dal Ccnl del comparto sanità sottoscritto il 21 maggio 2018, che prevede incarichi di organizzazione e professionali per figure sanitarie, tecniche ed amministrative e che si attendeva da anni.

continua
Sindacati

RSU A PREFETTURA E ASST LECCO: STATO D’AGITAZIONE

Immagine2

RSU AZIENDA SOCIO SANITARIA TERRITORIALE LECCO

Lecco, 14 giugno 2019
Alla C.A. Ill.mo Sig. Prefetto
E pc Alla C.A. Direttore Generale A.S.S.T. Lecco
Al Direttore Amministrativo                                                                                                   Al Direttore Sanitario
Al Direttore Socio Sanitario
Al Dirigente Resp. Area Risorse Umane

Oggetto: dell’attivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione previsti dalla legge n. 146/1990 e s.m.i.

continua
Sindacati

RECUPERO CREDITI PER IL TEMPO VESTIZIONE/SVESTIZIONE?

Immagine3
Fsi-Usae: ricorso per recuperare 3000 euro arretrati del tempo di vestizione/svestizione.
La Fsi-Usae con i suoi legali ha avviato le procedure per presentare un ricorso a livello nazionale, per fare recuperare ai lavoratori interessati l’equivalente di quasi due stipendi (quasi tremila euro ciascuno) come arretrati del tempo di vestizione/svestizione.
continua
Sindacati

AOR S CARLO POTENZA, SERVIZIO CUCINA: STATO DI AGITAZIONE

Immagine16

Le Segreterie Fials e Cisl, hanno  Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori del Servizio Cucina dell’A.O.R. San Carlo e richiesto la convocazione del Prefetto di Potenza.

Richiesta di Attivazione Procedura di Raffreddamento e Conciliazione ai sensi della L.146/90, e L. 83/200 e S.M.I.

Scelta, maturata e condivisa con i lavoratori e scaturita dalle assemblee tenutesi con i lavoratori della Cucina nei gg 24/05/2019, 12/06/2019.

Dichiarano lo stato di agitazione del Personale del Servizio Cucina del Presidio Ospedaliero di Potenza dell’A.O. Regionale San Carlo.

continua
Sindacati

PRONTO SOCCORSO O PRONTO CASSA?

Immagine1

Il Pronto Soccorso è pubblico e tale deve rimanere.

Non restiamo in silenzio dinnanzi alla lenta e
inesorabile privatizzazione della Sanità Pubblica.

La UIL FPL del Lario è venuta a conoscenza per il tramite di un comunicato ufficiale che presso la clinica San Martino di
Malgrate in provincia di Lecco è stato autorizzato un pronto soccorso con prestazioni a pagamento dal lunedì al sabato.

La nostra Organizzazione è sconcertata dal livello di smembramento in cui si trova il sistema di Sanità Pubblica presso
la nostra Regione e nel nostro Paese, si pensi che negli ultimi 10 anni soso stati tagliati 37 mld di €. .

Ancora una volta siamo stati preveggenti su quanto atteso dalla legge regionale n. 23/2015 in merito alla mancata
attuazione dei PREST e dei POT che dovevano fungere da scrematura per evitare gli intasamenti dei Pronto Soccorso
delle ASST.

Prendere atto che si pone rimedio agli intasamenti dei Pronto Soccorso con la creazione di nuovi Poli affidati a soggetti
privati per la gestione di emergenze definite “minori” con tariffe a pagamento è, a nostro avviso,un segnale
inequivocabile di mancati investimenti sulla Sanità Pubblica.

Da tempo sosteniamo l’idea di rilanciare gli investimenti riguardo la nostra rete di assistenza sanitaria convogliando le
risorse necessarie per l’ammodernamento delle strutture, strumentazione e per un vero piano assunzionale e di
potenziamento del personale medico e del comparto (infermieri, Oss, tecnici ecc. ecc.).

E invece, in Regione Lombardia si autorizza l’avvio di tali servizi dimenticando il valore fondamentale della tenuta del
sistema sanitario pubblico e magari affidando a soggetti privati che, da dodici anni non rinnovano il contratto ai propri
dipendenti.

A certificare quanto da noi rappresentato è da ultimo il “rapporto Gimbe 2019” che per detta della Fondazione in
riferimento allo stato della Sanità Pubblica dichiara “siamo Davanti al lento e progressivo sgretolamento della più grande
opera pubblica mai costruita in Italia – negli ultimi dieci anni nessun Esecutivo ha mai avuto il coraggio di mettere la
sanità pubblica al centro dell’agenda politica, ignorando che la perdita di un servizio sanitario pubblico, equo e
universalistico, oltre a compromettere la salute delle persone e a ledere un diritto fondamentale tutelato dalla
Costituzione, porterà ad un disastro sociale ed economico senza precedenti”.

Il servizio di pronto soccorso è e deve rimanere pubblico e per questo, chiediamo a Regione Lombardia e
all’Assessore al Welfare G. Gallera di intervenire affinchè vengano valorizzate e potenziate le strutture pubbliche del
nostro territorio.

Non è mai troppo tardi per uscire dal silenzio assordante in cui siamo.
Lecco, 12 Giugno 2019
Il Segretario Sanità Pubblica della UIL FPL del Lario
f.to Massimo Coppia

continua
Sindacati

INCARICHI A PIOGGIA O PIOGGIA DI INCARICHI AL FATEBENEFRATELLI?

Immagine2

COMUNICATO STAMPA
FACILI INCARICHI ALLA ASST FATEBENEFRATELLI SACCO
LA UIL FPL DENUNCIA

Decisa la posizione della UIL FPL nel denunciare gli incarichi concessi dalla ASST Fatebenefratelli Sacco ad alcuni dipendenti senza aver espletato nessuna selezione, in violazione delle norme che regolano l’affidamento di tali incarichi.
Sono mesi che la struttura Aziendale della UIL segnala al Direttore Generale Dott. Visconti gli incarichi concessi senza alcuna selezione ne regolamento – dichiara la Responsabile UIL FPL Vincenza Travisani – ma ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro.
Parliamo – continua la responsabile sindacale – di incarichi di organizzazione (ex incarichi di coordinamento e di posizioni organizzative), con una remunerazione che varia da 4200 euro a 6200 euro, incarichi di nuova istituzione affidate senza alcuna selezione.

continua
Sindacati

PASSAGGI DI FASCIA E SISTEMA PREMIANTE

Immagine4

Molti sono i colleghi, in fascia “D”, da molto, molto tempo che permangono nella fascia senza avanzare di livello.

Molti colleghi hanno sentito parlare e celebrare il sistema premiante, vale a dire, che sempre più frequentemente i colleghi possono passare di fascia previo valutazione delle performance lavorative.

Idealmente tutto ciò è anche affascinante!  Essere premiati per le capacità ecc. Tutto ciò rimane teoria. Nelle analisi fatte, casualmente, mettendo in colonna i dati di un noto ospedale romano, mi sono accorta che c’era una sperequazione nella distribuzione delle fasce economico retributive.

continua