chiudi

Sindacati

Sindacati

FSI: ASP REGGIO CALABRIA IN STATO EMERGENZIALE

Immagine2

Dirigente Nazionale della FSI USAE Pasquale Calandruccio e il Segretario Territoriale Reggio Calabria Ovest, denunciano la situazione fallimentare ed emergenziale in cui versa la Sanità calabrese ed in particolar modo l’ASP di Reggio Calabria che, come è noto, è stata commissariata e ancor prima allo scioglimento.

Da più dieci anni, precisamente da quando l’esecutivo regionale del tempo procedeva all’accorpamento delle Aziende Sanitarie di Reggio CalabriaPalmi e Locri la provincia si trova in un grande guazzabuglio.

continua
R.S.U.

ASM MATERA: I SASSI SINDACALI

Immagine2

A seguito della proclamazione dello stato di agitazione del personale dipendente del Comparto dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera effettuato dalle organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Fials, Fsi- Usae si sono svolte assemblee del personale dipendente del comparto nella sede centrale dell’Asm e in tutti i cinque presidi ospedalieri del territorio della provincia di Matera.

Alle assemblee hanno preso parte le lavoratrici e i lavoratori di tutti i profili professionali, che hanno portato il loro contributo di conoscenza ed esperienza, oltre che manifestato un grande senso del dovere e di appartenenza, nonostante la difficile situazione nella quale si trovano ad operare, aggravata dalla “irragionevole”, “improvvida” e “vessatoria” decisione aziendale di sospendere, a decorrere dal mese di marzo, l’erogazione degli emolumenti attribuiti a titolo di progressione economica orizzontale.

continua
UIL

IL DIRITTO SINDACALE ASSEMBLEARE? DIPENDE

Immagine8

Riceviamo e pubblichiamo.

“Diritto Assemblea Sindacale non garantito ???”

Nella giornata odierna la Segreteria aziendale della Uil Fpl dell’Istituto Ortopedico Rizzoli aveva convocato secondo il protocollo in essere un’assemblea sindacale rivolta al personale della Sala Operatoria inerente il nuovo regolamento (in via sperimentale per 3 mesi attivo dal 11 marzo 2019) , molti dipendenti della sala ci hanno contattato perché in alcuni casi e’ stato impedito di partecipare , le assemblee sindacali sono stabilite dall’art.20 dello statuto dei lavoratori legge 300/1970.

continua
Sindacati

FP CGIL VENETO RINNOVA LA SEGRETERIA

Immagine9

FP CGIL VENETO – ELETTA LA NUOVA SEGRETERIA

Sono Ivan Bernini e Sonia Todesco i nuovi componenti della Segreteria Regionale della Funzione Pubblica Cgil eletta dall’Assemblea generale dei delegati giovedì 14 marzo alla presenza della Segretaria nazionale Serena Sorrentino

Con il 97% dei consensi Bernini e Todesco affiancano Daniele Giordano, rieletto Segretario Generale della categoria nell’ottobre scorso.

Bernini, Segretario Generale della Fp Cgil di Treviso, e Todesco, Segretaria Generale della Fp Cgil di Verona, vanno così a comporre una Segreteria che vuole valorizzare le esperienze di direzione territoriale dando continuità al lavoro sino ad oggi svolto e proseguendo nel processo di rinnovamento complessivo della categoria.

Venezia, 14/03/2019.

continua
Sindacati

SAN CARLO POTENZA TRA VITA OPERE E SOPRATTUTTO OMISSIONI

Immagine2

Il San Carlo non applica un articolo importante del nuovo contratto nazionale di lavoro del Comparto Sanità.

  A denunciarlo è la Fials di Potenza che, visto il rifiuto dell’Azienda ospedaliera di correggere l’errore rettificando un bando, ha deciso di investire della questione il ministero della Funzione Pubblica e l’ARAN, l’agenzia governativa che gestisce la contrattazione collettiva nel settore pubblico.

“Il tema è urgente e delicato – commenta Giuseppe Costanzo, segretario provinciale della Fials – Parliamo del consenso preventivo per partecipare ai bandi di mobilità.

continua
Sindacati

NURSING UP LAZIO SULLA GRADUATORIA MOBILITA’ ASL ROMA 3

Immagine10
Gent.le Direttore,
ho inoltrato una richiesta di spiegazioni, in allegato,  circa la pubblicazione della graduatoria di mobilità degli infermieri. Non si capisce perchè, dopo 9 mesi, ancora non si sappia nulla circa la graduatoria per ben 3 posti. …che vengono anche “celebrati” a dispetto di altre regioni dove pubblicano bandi di mobilità per un centinaio d’infermieri.  I colleghi infermieri, che aspettano in esilio, da anni, aspettano e non tacciono, io/noi del Nursing Up cerchiamo di difendere le istanze degli infermieri/lavoratori che ci chiedono aiuto.  Di seguito il testo dell’istanza sindacale. Coordinamento Regionale Nursing Up Lazio – Laura Rita Santoro
continua
Sindacati

FIALS: AZIENDA ZERO IN REGIONE LAZIO? SPERPERI E POLTRONE E…

Immagine2

Fials, inutile Azienda Lazio.0: solo sperperi, poltrone e sovrapposizione di ruoli

“Incarichi e poltrone in arrivo con l’istituzione della nuova Azienda Lazio.0 (ossia Lazio punto zero), così ha deciso l’amministrazione regionale e siamo certi che è anche quello che si prefigge la maggioranza di governo dopo che è stata presentata la proposta di legge per mettere in piedi una realtà che nei fatti già esiste e che è coordinata anche dalla cabina di regia e dalla direzione competente. Diversamente infatti, la macchina sanitaria avrebbe stentato anche a partire. Ci chiediamo piuttosto secondo quali criteri la giunta Zingaretti e il Consiglio della Pisana che andrà a votare il provvedimento possa riuscire a giustificare il dispendio di un altro milione di euro. Almeno stando al preventivo di spesa negli atti”.

continua
Sindacati

FSI SASSARI: TURNI MASSACRANTI PER 15 LAVORATORI COOP IN AOU E ATS

Immagine15

COMUNICATO STAMPA

 

FSI-USAE: alla cooperativa Seriana quindici onesti lavoratori vengono sottoposti a turni massacranti e (di fatto) a decurtazioni dello stipendio, pur far gettare loro la spugna. Comportamenti che ricordano il caporalato ben noto in altre regioni italiane contro il quale ci batteremo con tutte le forze e nelle sedi opportune, anche giudiziarie, al fine di far cessare le ingiustizie nei confronti di chi ha famiglie da mantenere. Coloro che si muovono nell’ombra, aiutati da silenzi complici e da uno spietato perbenismo compiacente, non avranno vita facile.

continua
R.S.U.

CARO COMMISSARIO TI SCRIVO, COSI’ MI DIMETTO UN PO’

Immagine22

Di seguito la lettera inviata da Todaro, FP CGIL MESSINA, al Commissario del Policlinico sulla gestione dei fondi per il salario accessorio dei dipendenti:

Ill.mo Sig. Commissario,
nei giorni scorsi, sono stati corrisposti i pagamenti relativi a progetti obiettivi, autorizzati nel corso del secondo semestre 2018, e addirittura sembra che alcuni colleghi abbiano ricevuto importi di notevole entità, tale da non potersi giustificare dal punto di vista normativo.

Poiché tali progetti sono sempre stati utilizzati in maniera indiscriminata e tendenzialmente a favorire solo alcune unità di personale, che talvolta ha partecipato a più progetti, e poiché tali somme vengono decurtate dal fondo della produttività di tutto il personale, si chiede alla S.V. di fornire nel dettaglio tutti i progetti relativi al 2018 comprendente l’attività svolta, la relazione del raggiungimento dell’obiettivo, l’elenco del personale utilizzato con relativi importi retribuiti e la loro pubblicazione sul sito web al fine di garantire la massima trasparenza. Sono state emanate poi, alcune delibere lo scorso 31 gennaio c.a., con le quali sono stati approvati ulteriori progetti obiettivi, gravanti sui fondi di risultato e nello specifico sulla quota del 20 % assegnato alla Direzione Strategica Aziendale per l’anno 2019.

continua
Sindacati

UIL CASERTA: ARIA SINDACALE NUOVA IN ASL E AO

Immagine6

Sono Segretario Generale della UIL FPL di Caserta dall’estate scorsa. Sto
entrando pian piano nel mondo della Sanità casertana, molto diverso da
quello pur complicato degli Enti Locali, da cui provengo. Sto imparando a
capire, man mano, che l’attività sindacale, intesa come tutela dei lavoratori
e rispetto dei loro diritti, in Asl ed in Azienda Ospedaliera è cosa difficile
assai: il potere in entrambe le Aziende è molto centralizzato e, spesso, si
ha la percezione di una palese disparità di trattamento nei confronti dei
lavoratori dipendenti. Si coglie, quindi, la soddisfazione dei (pochi)
dipendenti che sono agganciati al giusto carro, mentre palpabile è la
preoccupazione dei tanti altri (la maggioranza) che, non rientrando nelle
“grazie” del Potere, vive una condizione lavorativa di subordinazione, di
isolamento e vessazione in alcuni casi, senza possibilità di poter esprimere
le proprie istanze, volte semplicemente al legittimo riconoscimento di diritti sacrosanti.

continua