chiudi

Sindacati

Sindacati

ASUR MARCHE: SI SCIOPERA IL 10 NOVEMBRE PERCHE’ ALLE FAVOLE NON CREDE PIU’ NESSUNO

Pinnochios-Nose-nevenm-1-750×400

COMUNICATO STAMPA USB MARCHE PUBBLICO IMPIEGO. SANITA’ NELLE MARCHE: DALLA FAVOLA ALLA REALTA’. Anche per questo i lavoratori scioperano il 10 novembre

In queste ultime settimane compaiono Comunicati Stampa di Organizzazioni Sindacali Confederali riguardanti la Sanità marchigiana i cui contenuti lasciano a dir poco, perplessi.

Ci riferiamo in particolare alle valutazioni fatte in merito alla salute del Sistema Sanitario di questa Regione che viene definito di buon Livello salvo poi evidenziare alcune marginali difficoltà che esso attraversa, quasi fossero danni collaterali trascurabili in un Sistema complessivamente funzionante ed efficiente.

Le nostre valutazioni, quelle dell’Unione Sindacale di Base, sono invece diametralmente opposte.

Infatti, secondo il Ministero della Salute, le Marche risulterebbero al 7 posto nella valutazione in seguito al monitoraggio dei LEA (livelli essenziali di assistenza) del 2015, e questo significherebbe , per le considerazioni fatte dai nostri interlocutori che i servizi garantiti siano di buon livello, anche se non ottimali.

continua
Sindacati

ASUR AV 5: NESSUNA RETRIBUZIONE DI PRODUTTIVITA’ ANCHE NELLA BUSTA PAGA DI OTTOBRE

punto-di-domanda_01

COMUNICATO STAMPA USD ASUR MARCHE AV5 PRODUTTIVITA 2016

L’ASUR nega, anche nella busta paga di Ottobre il pagamento ai lavoratori dell’AV5 del saldo Produttività 2016!!

Da fonti qualificate dell’Amm.ne apprendiamo sconcertati dell’intervento del braccio “tecnico” dell’ASUR il Collegio Sindacale, che dovrebbe essere organo autonomo, il quale avrebbe sollevato dei rilievi rispetto alla determina Fondi 1299 del 22/9/2017!

La verità è che i Lavoratori stanno pagando le conseguenze della guerra tra ASUR e Area Vasta 5, Ma USB non ci sta a questi giochetti!

continua
Sindacati

NURSING UP SICILIA SU EMERGENZA INFERMIERISTICA E MODELLI ORGANIZZATIVI

download (2)

COMUNICATO STAMPA NURSING UP SICILIA SEGRETERIA REGIONALE

Finalmente anche l’assessore Baldo Gucciardi si accorge dell’emergenza infermieristica e della necessità di rivedere i modelli organizzativi da utilizzare Da una testata giornalistica, in data 26/09/2017, viene riportato la seguente affermazione dell’assessore: … omissis “Al quale, appunto con una mossa fuori protocollo, viene concesso un virgolettato nel comunicato ufficiale dell’azienda: “Oggi – commenta l’assessore – gratifichiamo questi dipendenti. Nel prossimo futuro abbiamo intenzione di aumentare la percentuale di infermieri per ciascun medico in servizio, perché al momento siamo tra le regioni a più basso indice e dobbiamo recuperare questo handicap, ma anche per essere pronti ai nuovi modelli organizzativi per gli ospedali per intensità di cura e al sempre maggiore bisogno di assistere i pazienti cronici”. Con un impegno che in campagna elettorale, evidentemente, diventa un’esigenza più pressante.”

continua
Sindacati

AO PADOVA: CGIL CISL UIL CONTRO IL MURO DI GOMMA DELLA DIREZIONE GENERALE

MURODIGOMMA

PADOVA. È sempre più teso il clima fra lavoratori del comparto e direzione sanitaria in Azienda ospedaliera. Da inizio anno tra pensionamento e licenziamenti sono venuti meno settanta infermieri, carenza che non è stata colmata da nuove assunzioni. E, sempre da gennaio, sono 80 le assenze per maternità fra il personale di comparto che l’Azienda non ha provveduto a sostituire. Numeri che si traducono in malessere per i lavoratori: prestare servizio in perenne sotto organico significa sobbarcarsi turni massacranti e reperibilità a iosa. Saltano i riposi e persino fruire dei propri giorni di ferie diventa un lusso. «La situazione è al limite, o l’Azienda cambia passo o sarà proclamato lo stato di agitazione». A farsi latori del disagio dei dipendenti sono le organizzazioni sindacali. E l’autunno caldo è già qui.

continua
Sindacati

FIALS: APPROVARE PRIMA IL DDL LORENZIN E POI AVVIARE LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA

Schermata

COMUNICATO FIALS NAZIONALE

Il nuovo testo del ddl LorenzinDelega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali, nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute nella versione approvato dalla Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati ed è ora all’esame dell’Aula del medesimo ramo del Parlamento, è a nostro giudizio quanto mai più aderente alle necessità ed alle attese dei cittadini che usufruiscono delle prestazioni del SSN e dei professionisti sanitari e sociosanitari in virtù delle significative novità introdotte.

Così la FIALS, con il suo Segretario Generale Giuseppe Carbone, in una nota diffusa oggi ed inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati ed al Ministro della Salute.

Il nostro augurio, continua Carbone, è che il testo possa essere in terza lettura esaminato ed approvato definitamente dal Senato della Repubblica ed essere realtà legislativa dopo tanti decenni di  rinvio.

Riteniamo, in particolare, evidenziare l’implementazione delle norme introdotte nella regolazione della vita ordinistica delle professioni sanitarie che le avvicinano sempre più a quelle già consolidate degli ordini delle altre professioni liberali.

continua
Sindacati

FSI USAE: IL RINNOVO DEL CCNL E’ UN GRANDE BLUFF

BLUFF

COMUNICATO STAMPA FSI USAE

Non ci siamo sbagliati quando abbiamo definito l’atto di indirizzo un libro dei sogni.  E rivendichiamo la dignità dei lavoratori pubblici e della sanità.

Manovra finanziaria 2018  Il Consiglio Dei Ministri ha varato la Manovra finanziaria 2018  e la Ministra della Pubblica amministrazione Marianna Madia ha subito affermato : Ci sono le risorse per mantenere l’impegno politico di un aumento di 85 euro medi mensili e la conferma del bonus di 80 euro anche a chi, con gli aumenti, dovesse superare le soglie di reddito previste dalle norme del bonus. E’ una decisione presa dal governo come parte datoriale”  in una intervista al Messaggero dove auspica anche una « Trattativa a oltranza per chiudere il contratto entro la legislatura».  

continua
Sindacati

CARI AMICI E COMPAGNI: DECLINO DELLA POPOLARITA’ DEL SINDACALISMO CONFEDERALE

CARNITI

Cari amici e compagni,

la recente sortita di Di Maio, con la inconcepibile minaccia rivolta soprattutto al sindacalismo confederale, minaccia che comprende il proposito di riformarlo autoritariamente se mai lui dovesse arrivare a Palazzo Chigi, è sicuramente indicativa dei limiti del dirigente “pentastellato”.

Sia della sua cultura costituzionale, come della sua consapevolezza circa il ruolo essenziale dell’autonomia dei gruppi intermedi nell’assicurare l’indispensabile vitalità democratica, nelle società complesse e fortemente strutturate. L’improvvida uscita del giovane parlamentare, della nebulosa grillina, potrebbe indurre i più sprovveduti a credere che la dialettica sociale possa essere neutralizzata “statalizzando” la società.

continua
Sindacati

INDAGATO UN INTERO DIPARTIMENTO A FIRENZE: 106 LAVORATORI

106

La Cisl Funzione Pubblica Firenze Prato ha appreso la notizia, che riguarda l’intera collettività del Dipartimento della prevenzione di Firenze: si parla di 106 lavoratori, dei vari profili afferenti al servizio, indagati per reati verso la pubblica amministrazione. La notizia è per noi un fulmine a ciel sereno, in quanto coinvolge lavoratori che, con quotidiana abnegazione e nonostante le continue difficoltà che attanagliano il pubblico impiego, rispondono sempre puntuali alle necessità della collettività. Seguiamo con attenzione l’evolversi degli eventi, stando vicini ai lavoratori, fiduciosi nell’operato della Magistratura e auspicando una rapida e puntuale risoluzione della vicenda.

Andrea Ferrini, Segreteria Fp-Cisl Firenze Prato

continua
Sindacati

CISL FP: CONVEGNO PER LA SANITA’ BOLOGNESE E AREA METROPOLITANA

cittametrobo5col

Si svolge venerdì 20 ottobre a Bologna, alla Sala Bondioli della sede Cisl Area metropolitana (via Milazzo 16), dalle 9.30 alle 13.30, la tavola rotonda “Il valore della contrattazione nello sviluppo dei servizi socio-sanitari”. L’incontro, nel corso del quale verranno discussi i contenuti delle piattaforme socio-sanitarie presentate dai sindacati confederali nei diversi distretti bolognesi, sarà aperto dal saluto del segretario generale Cisl Area metropolitana bolognese Danilo Francesconi e presieduto da Luciano Roncarelli (Uil Bologna), con la relazione introduttiva di Sonia Sovilla (segreteria Cgil Bologna) e le conclusioni di Alberto Schincaglia (segretario generale aggiunto Cisl Area metropolitana bolognese).

continua
Sindacati

CGIL FP SU RIORGANIZZAZIONE RETE OSPEDALIERA NEL MESSINESE

4.1.1

Sono stati tanti gli interrogativi avanzati  dalla CGIL in occasione dell’incontro convocato dal sindaco Renato Accorinti per discutere della riorganizzazione della rete ospedaliera della provincia di Messina. Assente l’assessore al ramo Gucciardi. “Spiace constatare l’assenza- ha esordito la segretaria confederale, Clara Crocé – di coloro che dovrebbero rappresentare i nostri interlocutori nell’affrontare un tema così delicato come quello della sanità, un tema a cui i nostri politici, soprattutto quelli che verranno, dovranno dare risposte serie e concrete. “Sono tante le cose che, come CGIL, avrei rivolto all’assessore: innanzitutto, non posso fare a meno di ricordare-esordisce la Crocè-che la CGIL ha preso atto della rete ospedaliera per consentire i concorsi e la stabilizzazione dei precari in sanità, anche perché è stato assunto l’impegno che per ogni provincia si sarebbero aperti i tavoli tecnici per cercare di porre rimedio alle gravi discriminazioni subite da alcune province rispetto ad altre.

continua