chiudi
Approfondimenti

SI ACCETTANO SCOMMESSE

Immagine1

Si accettano scommesse.

E’ facile elencare le azioni che un disabile visivo grave al contrario di un normovedente non riesce a compiere, ma proviamo a osservare la questione dalla prospettiva opposta.

Azioni che un disabile visivo minimamente sveglio e preparato svolge quotidianamente e un normovedente non riesce di solito a fare senza guardare:
– camminare…
– salire e scendere le scale al buio;
– trovare la chiave giusta e inserirla agevolmente nella serratura;
– infilare una spina nella presa o un connettore nella “porta” giusta;
– riconoscere le monete e, magari, anche le banconote;
– sbucciare, tagliare e affettare frutta e verdura;
– riconoscere il formato della pasta palpando il sacchetto;
– cucinare senza scottarsi le dita;
– tagliare i cibi nel piatto;
– versare dei liquidi in un contenitore senza farli tracimare;
– allacciare le scarpe;
– tagliarsi le unghie;
– farsi la barba;
– truccarsi;
– usare smartphone e computer (con tecnologie assistive);
– leggere (in Braille, audiolibri o attraverso sintesi vocale);
– studiare e lavorare, grazie a postazioni debitamente adattate;
– praticare qualunque tipo di sport;
– suonare, cantare, recitare, scrivere, dipingere, fotografare, manipolare argilla…
– guidare alla cieca (questo riesce… solo ai retinopatici più pericolosi e ai chattatori compulsivi).

 

Quando qualcuno esprime dubbi sulla nostra disabilità visiva, invece di arrabbiarci o intristirci, sfidiamolo a svolgere qualcuna di queste azioni bendato e per sua sicurezza bendiamoci anche noi.

Si accettano scommesse!

Naturalmente nel frattempo conviene fare esperienza in modo da non rischiare di perdere…

Paula Morandi (dal suo profilo f.b.)