chiudi

Senza categoria

Sindacati

AASI AUTISTI SOCCORRITORI SULLA LORO FIGURA GIURIDICA E PROFESSIONALE

9ball_rack_2

Comunicato stampa “Autisti soccorritori – incontro presidente del senato della repubblica”

Spettabili signori in indirizzo,

            “Esprimo piena soddisfazione per l’incontro avuto con il Presidente del Senato della Repubblica, dottor Pietro Grasso, per il grande segnale d’attenzione che ha mostrato sul tema della figura giuridica e professionale dell’autista soccorritore, rispondendo il tempi celeri alla nostra istanza per chiedere l’intervento delle massime istituzioni della stato” Lo dichiara il presidente Aasi (associazione autisti soccorritori italiani).

L’incontro si è svolto in un clima cordiale e propositivo nonché riflessivo sulla categoria, toccando tutte le questioni sulla figura dell’autista soccorritore e della sua importanza nell’ambito del soccorso sanitario urgente e dei servizi di assistenza e trasporto in ambulanza, approfondendo le criticità quotidiane che vive la categoria

Casabianca conclude appellandosi all’intera classe politica regionale e nazionale ” Istituite la figure giuridica e professionale di autista soccorritore”

Catania lì, 18/10/2017-Il Presidente A.A.S.I.   Dr. Stefano  Casabianca

continua
Aziende Sanitarie

MOBILITA’ DIPENDENTI AREA VASTA 3 MACERATA: L’AZIENDA INCONTRA LE OO.SS.

AREAVASTA3

Mobilità dei dipendenti dell’Area vasta 3, incontro tra sindacati e direzione il 24 ottobre. Atteso l’inizio di un percorso di trasparenza con una prima fase in cui saranno stilate e rese pubbliche le graduatorie. «Dopo anni di assoluta anarchia in cui sul fronte della mobilità del personale si è consentito all’azienda di procedere in assoluta autonomia e in spregio alle regole allora esistenti – dice la Uil Fpl –, si chiude finalmente la prima fase di tale procedura interna avviata, non senza le nostre continue pressioni, dalla dottoressa Mara Buccolini, dirigente del Servizio professioni sanitarie dell’Area vasta 3, nel rispetto di quanto previsto dal nuovo regolamento di mobilità adottato nel febbraio scorso». Un percorso di trasparenza necessario «per il governo del personale, fortemente voluto dalla Uil Fpl che è stata anche l’unica organizzazione sindacale che l’ha sottoscritto perché convinta della sua portata innovativa e delle positive ricadute per tutto il personale compreso quello amministrativo che grazie a questo accordo otterranno giustamente la loro collocazione definitiva che gli dovrà comunque essere formalizzata per iscritto.

continua
Sindacati

CISL FPS SUI LAVORATORI IN ASSEGNAZIONE TEMPORANEA IN ASL SALERNO

AMMINISTRATIVI

Chiarezza sui lavoratori in assegnazione temporanea per la tutela della maternità che rischiano di ritornare alle loro sedi di originaria destinazione e abbandonare così il nucleo familiare nonostante i figli in tenerissima età. E’ l’appello che Pietro Antonacchio, segretario generale della Funzione pubblica della Cisl, lancia al direttore generale dell’Asl Salerno. Il sindacato così raccoglie l’appello di Cosimo Cicia, presidente del Collegio degli infermieri professionali, assistenti sanitari e vigilatrici d’infanzia, che da tempo si batte sulla stabilizzazione delle maestranze in questione.

continua
Sindacati

UGL SULLE TRATTENUTE ILLEGITTIME SUL TFR NEL PUBBLICO IMPIEGO

FASCICOLI

“L’Ugl ha riunito il direttivo provinciale della federazione Sanità presso la sede di Matera alla presenza del segretario provinciale, Pino Giordano, del segretario regionale Ugl Medici, dot. Angelo Fracchiolla e del segretario provinciale della federazione sanità Matera, Giovanni Sciannarella. Nella relazione introduttiva, il Segretario Provinciale Giordano ha fatto un esame della situazione sanitaria del territorio, esprimendo forti preoccupazioni per i gravi problemi migratori del comparto sanità che investono la provincia materana, che è specchio di una situazione altrettanto grave presente nella Regione Basilicata. Ampia illustrazione invece, è quanto illustrato dai segretari Fracchiolla e Sciannarella su questione che interessa migliaia di dipendenti della Pubblica Amministrazione riguardante il rimborso trattenute Tfr illegittime, illustrandone chi può e come fare richiesta.

continua
Aziende Sanitarie

MEDICINALI DISTRIBUITI IN FARMACIA ANZICHE’ AL BUFALINI DI CESENA

provette2

Per le persone affette da patologie croniche (diabete, ipertensione, artrite, Parkinson…) c’è una novità: per ritirare i farmaci necessari alla cura non dovranno più recarsi agli sportelli per la distribuzione diretta che si trovano presso l’ospedale Bufalini di Cesena e alcune strutture sanitarie del comprensorio, ma presso tutte le farmacie. E’ il frutto dell’accordo firmato nel febbraio scorso dalla Regione Emilia-Romagna e dalle organizzazioni delle farmacie e dei distributori di farmaci.

continua
Sindacati

NURSING UP NON MOLLA DI UN MILLIMETRO SU DANNI ERARIALI IN ASL NAPOLI 1 CENTRO

Screenshot_2017-08-31-22-24-26_1

SEGRETERIA REGIONALE NURSING UP

                                                                     ALL’UFFICIO REGIONALE DELLA CAMPANIA SEZIONE

                                                                     GIURISDIZIONALE DELLA CAMPANIA

             Al Direttore Generale A.S.L. NA 1 Centro 

                                                             AL Direttore Amm. A.S.L.NA.1 CENTRO   

                                                              Al Collegio dei Revisori dei Conti A.S.L Na 1 Centro                                                              

   

   Oggetto  : La Responsabilità Erariale per danni da contrattazione illegittima

Ancora una volta a distanza di ore siamo costretti a segnare le continue anomalie gestionali di chi ha la Responsabilità della Gestione e l’Organizzazione  del Servizio 118 e del personale ad esso afferente  sia esso autisti che infermieri servizio . .Solo ieri  abbiamo chiesto la verifica alle SS. LL  in epigrafe della anomalie derivante dal numero di reperibilità effettuate da personale che presta servizio esclusivamente  che non copre il turno h24  presso  l’ufficio infermieristico del 118 . Oggi vi segnaliamo che il dipendente F S con profilo professionale coordinatore Autista addirittura svolge turni in h24 quindi anche le notti , non previsti dal profilo a lui assegnato  . Per l’onestà intellettuale che ci contraddistingue come abbiamo chiesto all’Azienda di escludere dai turni notturni  i tre Coordinatori che prestano servizio al  P.O dei Pellegrini  cosa che l’Azienda ha fatto così chiediamo l’immediata fuoriuscita dai turni che prevedono notti del dipendente Fusco. Vi ricordiamo a chi legge che una turnazione impropria prodotta nel tempo provoca un grave danno Erariale all’Azienda . Inoltre i nostri associati ci segnalano che gli infermieri che prestano servizio nell’ufficio infermieristico del 118 svolgono 48 ore di lavoro  straordinario mensili ( cosa che non accade per tutti gli altri laboratori ) oltre alle competenze mensili che gli vengono corrisposte dalla convenzione sottoscritta  tra Azienda e Aeroporto Internazionale di Napoli .

Quella della applicazione delle norme contrattuali Egregio Direttore Generale deve essere la sua prima priorità , le chiediamo ufficialmente una convocazione con le tutte le  R.S.U. così come è stata ufficialmente concordata con le Associazioni del Medici . Lei apra un tavolo di confronto  su questioni organizzative sostanziali  perché anche sul percorso dettato dalla Delibera 00053 del 8/09/2017 riguardante   la gestione del trauma e la costituzione del Trauma Team , avremmo voluto dire la nostra perché a nostro avviso quel protocollo ci è sembrato uno scaricarsi di responsabilità . Lei non ha mezzi di soccorso a sufficienza  sul territorio  non ha linee di indirizzo Aziendali in merito alla rete dell’emergenza/urgenza ancora siamo privi dei percorsi tempo dipendenti ed innanzitutto una provata rete di informazione tra tutti i soggetti individuati in questo percorso . La formazione   diventa essenziale per evitare al minimo gli errori e mettere in sicurezza il paziente . Riteniamo quindi necessario un confronto serio ed articolato pertanto ci aspettiamo piena attenzione .

Pertanto Il  Nursing-Up chiede formale riscontro ai sensi della legge 7  /Agosto / 1990  n. 241 , nei termini perentori della stessa , in uno a voler trasmettere il nominativo del funzionario responsabile del procedimento amministrativo , conseguente a tale richiesta , al fine di individuare ipotetiche e precise responsabilità , ritenendo nella fattispecie che la mancata risposta , per il suo silenzio configura l’ipotesi di reato di  omissione di atto d’ufficio art. 328 , comma 2 del Codice Penale i cui profili sono chiariti dalla sentenza della Cassazione VI penale del 22/10/2015 n. 42610 che tiene specificatamente conto dell’inerzia del funzionario , che finisce per rendere poco trasparente l’attività amministrativa , riservandosi, infine di sottoporre , in mancanza l’intero carteggio alle Procure competenti

 

 

Napoli lì   12 /  Settembre /  2017

 

IL COORDINATORE ASL NA 1 CENTRO                               IL RESPONSABILE TERRITORIALE

LELLO PAVONE                                                                  ANTONIO ELISEO

 

IL SEGRETARIO REGIONALE                                                    MARIO  DE SANTIS

continua
Senza categoria

85 EURO NON PER TUTTI. IL PUNTO DI VISTA DE “IL MESSAGGERO”

settimana-enigmistica-1932-

Non tutti i dipendenti del pubblico impiego potrebbero ricevere gli aumenti di stipendi di 85 euro mensili con il rinnovo dei contratti degli #statali 2017. E’ quanto riporta nell’edizione di oggi, 10 settembre 2017, il quotidiano Il Messaggero che stima in centomila i lavoratori statali che rischierebbero di non vedersi incrementare le proprie buste paga per via dei propri redditi già troppo elevati.

L’ipotesi di un tetto alle retribuzioni degli statali con il rinnovo del contratto trova conferme sia nell’armonizzazione degli stipendi del pubblico impiego, citazione più volte utilizzata dalla ministra Madia in tema di riforma della Pubblica amministrazione, che nella possibilità di applicare agli statali la cosiddetta “piramide rovesciata” degli stipendi Pa.

continua
Aziende Sanitarie

LE PRIME CONCLUSIONI SUI FATTI DI LORETO MARE: SI SALVI CHI PUO’

lacrime-coccodrillo

Loreto Mare, arrivano le prime conclusioni in una delle quattro inchieste avviate sul caso di Antonio Scafuri, il ragazzo di 23 anni morto in un incidente stradale e deceduto nella rianimazione dell’ospedale di via Marina il 17 agosto scorso.

Mancata definitiva approvazione dell’atto aziendale della Asl Napoli 1, necessario al ridisegno dell’assetto dei servizi e alla funzionale articolazione delle Unità operative semplici e complesse (affidate e dirigenti e primari).

Standard ospedalieri (definiti dal decreto Balduzzi numero 70 del 2015) disattesi e ancora al palo quanto a unità di personale, medici, infermieri e distribuzione di unità lavorative in base ai bacini di utenza, ai carichi di lavoro e alle funzioni ospedaliere da assicurare all’utenza.

continua
Sindacati

CGIL FP: NO ALLA SVENDITA DEL PO MARINO ALGHERO ATS SARDEGNA

sale-marino-integrale1

“Destano preoccupazione le ultime notizie sul possibile interessamento da parte di una cordata arabo-cinese per l’investimento in project financing della costruzione di un nuovo e moderno ospedale, ed in cambio, con un operazione win-win, svincolare il marino dalla naturale destinazione sanitaria per trasformarlo in hotel extra lusso a 5 stelle sul mare”. Cosi Mauro Marras, dirigente sindacale CGIL- FP, che interviene sul tema della sanità e in particolare sulla paventata possibilità di cessione dell’ospedale Marino. Ipotesi che nasce, tra l’altro, in seno alla Giunta Pigliaru dunque da una regia riferibile al centrosinistra che oggi guida la Sardegna.

continua