chiudi

Senza categoria

Senza categoria

ACCORRETE, SUBITO, NE STANNO ARRIVANDO A FROTTE…

photo

Estratto dagli SpecchiettiperleAllodole: “Se 200.000 vi sembra pochi…”

Ne stanno arrivando a centinaia… meglio essere assicurati

Legge 24/2017. NON ASPETTARE AD ASSICURARTI. ISCRIVITI A X.

Ecco i primi avvisi di procedimento verso gli Infermieri da parte delle amministrazioni sanitarie in base al disposto della Legge Gelli. Anche in Toscana Centro ne contiamo già alcune. L’assicurazione verso la Colpa Grave è un obbligo dettato dalla stessa legge 24/2017.
Chi non lo avesse ancora fatto può farlo iscrivendosi al sindacato X in quanto nella quota fissa di € 11mensili avrà incluso l’assicurazione verso la colpa grave con copertura economica di € 200.000,00, copertura legale di € 10.000, retroattività e ultrattivita’ di 10 anni.

continua
Senza categoria

YES, WE BAN

campanello

Continuano a pervenire domande  e curiosità sul perchè compartosanita.it non dia spazio a certi sindacati, a certe giornalaie, a certi edicolanti. Per completezza d’informazione e senza ritornarci sopra in nessuna altra occasione, riscontriamo:

Perchè non se ne avverte il bisogno.

Perchè non se ne percepisce l’esistere in sé e non in relazione ad altro, di solito strumentale, fratricida, distruttivo e commerciale.

Perchè fare sindacato è una cosa seria e non possiamo ospitare una riga dagli spacciatori di specchietti per le allodole.

Perchè le sette, i loro santoni e i loro adepti non possono essere nemmeno nominati, sarebbe pubblicità gratuita.

Perchè la libertà di informazione non equivale al diritto all’insulto.

Perchè prima di scrivere dovrebbero connettersi al mondo reale.

Perchè partecipare al dibattito sul quotidiano e sul futuro del pubblico impiego e del comparto sanità in particolare, è uno spazio che deve essere meritato.

Riportiamo fatti/contesti/attività/comunicati/prospettive/finalità/punti di vista/risultati di tutti coloro che riteniamo all’altezza del ruolo rivestito e a prescindere dalle ragioni e dagli interessi di cui sono portatori. 

Per gli approfondimenti sulla bassezza degli esclusi, citofonare ad altro campanello. Qui non avranno mai alcuna opportunità.

 

 

continua
Senza categoria

CARI PAZIENTI, FAMIGLIE, LAVORATORI AIAS – PARTE XII

Screenshot_2017-06-16-22-30-12_1_1

Senza categoria. Inqualificabile. Colletto bianco. Coniuge di altro colletto bianco. Coordinatore centro Aias Iglesias e Fluminimaggiore. Il ruolo avrebbe indotto alla prudenza, perché il danno d’immagine, se tale è contestato nei confronti del lavoratori, vale per tutti soprattutto se contro Presidente della Regione e Assessore alla Sanità. Se queste sono le cartucce a disposizione per vincere la vertenza nel rispetto dei ruoli e della ragioni di ognuno, stanno freschi…. Da colletto a colletta, e forse il ricavato non sarà sufficiente nemmeno per le spese correnti. Complimenti per la trasmissione

.

https://www.facebook.com/profile.php?id=100008272398736

continua
sanità privata

CARI PAZIENTI, FAMIGLIE E LAVORATORI AIAS – PARTE III

logo_punto_e_virgola_new

COMUNICATO STAMPA FP CGIL CAGLIARI F.TO M. SERRA 13 GIUGNO 2017. Il comitato Aias si dice preoccupato per la riduzione dei tetti di spesa che nella delibera regola il numero di prestazioni. Dall’altra parte i lavoratori che sono preoccupati per i tetti di casa di cui non riescono più a pagare il mutuo, ormai lo stipendio e diventato un miraggio ne vedi mezzo ogni due mesi , se questo è il modo per riacquistare la fiducia dei lavoratori, l’azienda non ha ancora capito niente, i lavoratori che non hanno delle posizioni privilegiate non manifesteranno a fianco dell’azienda, e al contrario sperano che la delibera metta ordine al settore dove chi lavora deve essere retribuito regolarmente.

Michele Serra dirigente FP CGIL Cagliari

continua
Senza categoria

L’UOMO CHE PARLAVA COI CAPI…

l’uomochesussurravaaicapi

Come mai hanno mandato voi gregari ad impartire questo tentativo di scontro. Mandateci direttamente il burattinaio. Siamo abituati a parlare con i capi. In quanto a MM per me è innocente fino a prova contraria. Inoltre finora gli inquirenti non hanno smentito la notizia dell’indagine. Punto. 20 maggio alle ore 15:32

continua