chiudi

Piemonte

Regioni

DOCUMENTO D’INTESA SINDACALE SULLA STABILIZZAZIONE DEI PRECARI

PRECARI

Progressiva stabilizzazione di tutti i precari della sanità, limitazione a casi eccezionali dei contratti a tempo determinato, avvio di un percorso di nuove assunzioni per il personale sanitario piemontese, le cui procedure partiranno entro il 2017. Sono i punti su cui questa mattina l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta e le organizzazioni sindacali Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, Fsi, Fials e Nursing Up hanno firmato un documento di intesa, al termine di un incontro presso gli uffici dell’assessorato.

continua
Regioni

CORTE DEI CONTI PIEMONTE DA I NUMERI: 179 GIUDIZI, 969 PROVVEDIMENTI, 14 CITAZIONI NELLA SANITA’

cortedeiconti2016

Sessantaquattro giudizi per responsabilità amministrativa, 179 giudizi di conto e 79 pensionistici. È il bilancio dell’attività della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti, tracciato dalla presidente Cinthia Pinotti. Tra sentenze e pronunce di discarico la Corte ha emesso 969 provvedimenti, e ha ridotto le giacenze da 43 a 40 mila, abbreviando i tempi di definizione delle cause. La Corte ha inaugurato l’anno giudiziario 2017 tracciando la parabola della sua attività e aprendo un fronte che, più di altri, nell’ultimo anno ha catalizzato l’attenzione dei magistrati contabili: la sanità. Delle 47 citazioni in giudizio emesse dalla procura della Corte, guidata da Giancarlo Astegiano, 14 hanno riguardato il settore sanitario.  

continua
Regioni

MEGA CONCORSO IN PIEMONTE: INFERMIERI IN RUOLO ASSUMESI

enter-key-wallpapers_34360_1280x720

In città si annuncia come un evento. Il 27 e 28 aprile, è una certezza, alla pre-selezione organizzata al PalaRuffini, arriveranno migliaia di infermieri alla ricerca di un posto di lavoro. Inevitabile dopo quasi dieci anni di speranze: dal 2009 non c’erano più selezioni. L’accordo è stato chiuso ieri per la Città della Salute, il Mauriziano, l’Asl Unica torinese e anche l’Asl To5 di Moncalieri, Chieri, Carmagnola. Pochi minuti dopo un volantino sottoscritto da Cgil, Cisl Uil e Nursing Up compariva negli ospedali torinesi annunciando la buona novella: “A giugno arriveranno le prime assunzioni: finalmente una boccata d’ossigeno.

continua
Regioni

PIEMONTE: OSSERVATORIO SULLE PROFESSIONI SANITARIE

binoculars

(AGI) – Torino, 12 gen. – L’istituzione di un Osservatorio che coinvolga anche professioni sanitarie, datori di lavoro e parti sociali e il rafforzamento dei controlli svolti dalle commissioni di vigilanza. Sono le iniziative concordate dalla Regione e dal Collegio infermieri Ipasvi nell’incontro di oggi presso l’assessorato alla Sanita’, in seguito alle segnalazioni di abusi e irregolarita’ contrattuali avvenuti in alcune strutture operanti in Piemonte. Dalla riunione e’ emerso che “si tratta di casi che riguardano Rsa private o convenzionate, che nella maggior parte dei casi appaltano la gestione del personale a cooperative esterne, senza dunque che vi sia alcun rapporto diretto con la sanita’ regionale”.  All’incontro hanno partecipato per la Giunta Chiamparino gli assessori alla Sanita’ Antonio Saitta e al Lavoro Gianna Pentenero, con i tecnici dei rispettivi assessorati, e per il Collegio infermieri la presidente provinciale di Torino Maria Adele Schirru e la vicepresidente Barbara Chiapusso. “Stiamo parlando di una situazione che non coinvolge in modo diretto la Regione ? precisano gli assessori Saitta e Pentenero ? ma di cui senza dubbio occorre occuparsi con gli strumenti che abbiamo a disposizione. E’ quindi necessario intensificare i controlli e istituire un Osservatorio in cui raccogliere i problemi del settore e trovare le adeguate risposte”.(AGI)

continua
Regioni

REGIONE PIEMONTE SUL CASO INFERMIERI DI GIORNO-AUSILIARI DI NOTTE: LUNEDì SE NE PARLERA’ IN GIUNTA

markette

Infermieri costretti ad alternare la loro attività professionale con servizi di pulizia, di notte, in alcune case di riposo private o convenzionate. Un totale cambio di mansioni tra un turno e l’altro. Il caso riportato da ‘La Repubblica’, è stato sollevato dal collegio di Torino di Ipasvi (Infermieri professionali, assistenti sanitari e vigilatrici di infanzia) che in Italia conta su oltre 423 mila iscritti (30 mila a Torino). Il collegio ha inviato una documentazione, con testimonianze di infermieri, all’ispettorato del Lavoro e ai Carabinieri del Nas. La questione sarà affrontata in Regione, lunedì, nella prima riunione del 2017 della giunta. “Si tratta di una situazione contrattuale sulla quale è necessario fare chiarezza – annuncia Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità – chiederò all’assessore al Lavoro Gianna Pentenero l’avvio di un approfondimento”. Su Facebook Saitta ringrazia Barbara Chiapusso, vicepresidente di Ipasvi, “per l’impegno dimostrato nella tutela della categoria degli infermieri”.

continua
Regioni

PIEMONTE: RIPENSARE AL SISTEMA DI FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ?

594-0-aquila

L’assessore regionale alla sanità ha annunciato il rientro economico del deficit sanitario regionale annunciando interventi economici, di personale investimenti per una rete di Casa della Salute. Ancora entro i primi mesi del 2017. L’attivazione del centro unico di prenotazioni livello regionale con una spesa rilevante. Mentre il Piemonte è maglia nera del nord per la Salute, in relazione in particolare agli anziani ai malati cronici agli ammalati affetti da patologie complesse. Come abbiamo più volte evidenziato i risparmi regionali della ASL hanno tagliato tutti i sevizi cancellato presidi ospedalieri, servizi territoriali i cambi di appalto di servizi in alcuni casi hanno provocato pesanti ripercussioni per il personale. Ora si parla di assunzioni di personale infermieristico e socio sanitario da verificare quale sarà la compensazione tra il personale che andrà in pensione e quello assunto, mentre il piano di rientro ha pesato pesantemente con assunzioni bloccate solo grazie all’impegno e alla professionalità del personale sono stati garantiti livelli di assistenza qualificati.

continua
Regioni

PIEMONTE, DELIBERA SOSPETTA? EX DIRETTORE REGIONALE SANITÀ INDAGATO PER ABUSO D’UFFICIO

bandiera-piemonte

Una delibera «sospetta» ha portato sott’inchiesta Sergio Morgagni, ex dirigente della Sanità regionale, da due anni e mezzo passato alla guida di una clinica nel Modenese di proprietà del «Gruppo Garofalo», un colosso dell’assistenza sanitaria nazionale. Ma soprattutto, lo stesso gruppo proprietario della casa di cura «L’eremo di Miazzina», a Cambiasca, nel Verbano-Cusio-Ossola, beneficiata dalla delibera della giunta regionale preparata da Morgagni.  All’epoca, la clinica verbanese aveva un contenzioso con la Regione. In ballo c’erano un milione e 800 mila euro per prestazioni sanitarie: la casa di cura li chiedeva e gli uffici di piazza Castello non li volevano sborsare. La vicenda era già arrivata all’attenzione del Tar, quando Morgagni decise di ammorbidire la posizione della Regione, attraverso la delibera da lui stesso preparata e portata in giunta per l’approvazione. Oltre al pagamento del milione e 800 mila euro, il documento prevedeva anche l’accreditamento della struttura verbanese per altri 20 posti letto per «lungodegenti», da aggiungere ai 36 già autorizzati e ai 110 per le terapie di riabilitazione. 

continua
Regioni

PIEMONTE: ADDIZIONATE LE AREE PER IL VOLO NOTTURNO DELL’ELISOCCORSO

elisoccorso_notte

Aumenta il numero delle aree attrezzate in Piemonte per il volo notturno dell’elisoccorso. Attualmente sono 60, la prossima area sara’ a Prazzo (Cuneo), poi Domodossola e Gattinara entro la fine dell’anno e Asti nel 2017. I dati sull’attivita’ del 118 sono stati resi noti oggi, nel corso di un incontro con l’assessore regionale alla sanita’ Antonio Saitta e la nuova responsabile del servizio, la dottoressa Egle Valle, direttore del dipartimento interaziendale. In totale sono 500 gli infermieri e 240 i medici che lavorano per il 118, oltre ai 20mila volontari che garantiscono la continuita’ del servizio 365 giorni all’anno.

continua
Regioni

TORINO, CITTADELLA DELLA SALUTE: MAXI CONCORSO PER INFERMIERI E OSS

bandiera-piemonte

MAXI CONCORSO DI INFERMIERI ED OSS ALLA CITTA’ DELLA SALUTE
Firmato l’accordo per reinternalizzare entro fine 2017 i servizi appaltati.

Le organizzazioni sindacali della Città della Salute e della Scienza hanno siglato, in data odierna, un accordo che prevede il superamento graduale delle esternalizzazioni decise dalla Direzione del nosocomio la settimana scorsa.
Il 17 novembre u.s. la direzione aziendale, infatti, presentava al tavolo sindacale la necessità, a causa della carenza di personale, di ricorrere all’esternalizzazione di alcuni servizi infermieristici e di supporto. Nello specifico si trattava dell’Osservazione Breve intensiva del DEA (pronto soccorso), della Degenza Temporanea e della Rianimazione delle Molinette, delle Sale Operatorie del CTO e della Degenza Pediatrica per patologie croniche e disabilità nonché delle Sale Operatorie dell’Ospedale Infantile Regina Margherita.

continua