chiudi

Piemonte

Regioni

RSA: LA GRANDE FUGA PER LA SCONFITTA DEL SSN

5051891161719_1

«È un disastro colpevole, lo sapevano da marzo e aprile cosa sarebbe successo. La riunione? Non è servita a niente, solo questioni tecniche e nessuna risposta». 

Sergio Melis, funzione pubblica della Cisl Alessandria-Asti, presente alla cabina di regia, già in primavera aveva raccontato della fuga degli infermieri e degli operatori socio assistenziali dalle residenze per anziani.

continua
Regioni

PIEMONTE SU OSS, MEDICI, INFERMIERI, TECNICI: UN PO’ DI BICARBONATO DOPO CERTI PRANZI…

bicarbonato-8-usi-che-non-ti-aspetti-1200×1200

Il documento della discordia. Venduto come uno scoop dopo esser già di dominio pubblico e quindi già vetusto, contiene elementi di ovvietà e opportunità che francamente non possono scandalizzare. L’italico processo alle intenzioni è comunque avviato. Ricorda Jovanotti che “un po’ di bicarbonato dopo certi pranzi eviterebbe lo scontro tra le civiltà”. Hic.

continua
Regioni

BONUS? MALUS!

Immagine2

Sanità: rischia di saltare il bonus Covid. Il problema non è la Regione ma lo Stato, che impedisce al Piemonte di stanziare la somma concordata con le rappresentanze del personale sanitario e premiare chi si è battuto in prima linea durante l’emergenza.

A darne notizia è la stessa Regione, nella persona dell’assessore alla sanità Luigi Icardi. «Nella riunione di domani mattina della Commissione Salute chiederò agli assessori alla Sanità di tutte le Regioni di opporsi al provvedimento del governo che di fatto impedisce di distribuire in busta paga le risorse aggiuntive già deliberate dalle Regioni a favore del personale sanitario impegnato nell’emergenza coronavirus – spiega -.

continua
Regioni

PIEDMONT? ACTHUNG!

photo-1542582670-5489c24886e7

“Voglio il migliore”. Quando nella primavera di quattro anni fa l’assessore alla Sanità della Provincia di Bolzano Martha Stocker avanzò quella richiesta “il tedesco” riempì gli scatoloni e lasciò il suo ufficio in corso Regina dove era arrivato nel 2013.

E dove, Thomas Schael – nazionalità e madrelingua tedesca, ultradecennale conoscenza dei numeri della sanità italiana e dei modi in cui sistemarli per far quadrare i conti – potrebbe tornare presto.

continua
Regioni

DOCUMENTO D’INTESA SINDACALE SULLA STABILIZZAZIONE DEI PRECARI

PRECARI

Progressiva stabilizzazione di tutti i precari della sanità, limitazione a casi eccezionali dei contratti a tempo determinato, avvio di un percorso di nuove assunzioni per il personale sanitario piemontese, le cui procedure partiranno entro il 2017. Sono i punti su cui questa mattina l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta e le organizzazioni sindacali Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, Fsi, Fials e Nursing Up hanno firmato un documento di intesa, al termine di un incontro presso gli uffici dell’assessorato.

continua
Regioni

CORTE DEI CONTI PIEMONTE DA I NUMERI: 179 GIUDIZI, 969 PROVVEDIMENTI, 14 CITAZIONI NELLA SANITA’

cortedeiconti2016

Sessantaquattro giudizi per responsabilità amministrativa, 179 giudizi di conto e 79 pensionistici. È il bilancio dell’attività della sezione giurisdizionale della Corte dei Conti, tracciato dalla presidente Cinthia Pinotti. Tra sentenze e pronunce di discarico la Corte ha emesso 969 provvedimenti, e ha ridotto le giacenze da 43 a 40 mila, abbreviando i tempi di definizione delle cause. La Corte ha inaugurato l’anno giudiziario 2017 tracciando la parabola della sua attività e aprendo un fronte che, più di altri, nell’ultimo anno ha catalizzato l’attenzione dei magistrati contabili: la sanità. Delle 47 citazioni in giudizio emesse dalla procura della Corte, guidata da Giancarlo Astegiano, 14 hanno riguardato il settore sanitario.  

continua
Regioni

MEGA CONCORSO IN PIEMONTE: INFERMIERI IN RUOLO ASSUMESI

enter-key-wallpapers_34360_1280x720

In città si annuncia come un evento. Il 27 e 28 aprile, è una certezza, alla pre-selezione organizzata al PalaRuffini, arriveranno migliaia di infermieri alla ricerca di un posto di lavoro. Inevitabile dopo quasi dieci anni di speranze: dal 2009 non c’erano più selezioni. L’accordo è stato chiuso ieri per la Città della Salute, il Mauriziano, l’Asl Unica torinese e anche l’Asl To5 di Moncalieri, Chieri, Carmagnola. Pochi minuti dopo un volantino sottoscritto da Cgil, Cisl Uil e Nursing Up compariva negli ospedali torinesi annunciando la buona novella: “A giugno arriveranno le prime assunzioni: finalmente una boccata d’ossigeno.

continua
Regioni

PIEMONTE: OSSERVATORIO SULLE PROFESSIONI SANITARIE

binoculars

(AGI) – Torino, 12 gen. – L’istituzione di un Osservatorio che coinvolga anche professioni sanitarie, datori di lavoro e parti sociali e il rafforzamento dei controlli svolti dalle commissioni di vigilanza. Sono le iniziative concordate dalla Regione e dal Collegio infermieri Ipasvi nell’incontro di oggi presso l’assessorato alla Sanita’, in seguito alle segnalazioni di abusi e irregolarita’ contrattuali avvenuti in alcune strutture operanti in Piemonte. Dalla riunione e’ emerso che “si tratta di casi che riguardano Rsa private o convenzionate, che nella maggior parte dei casi appaltano la gestione del personale a cooperative esterne, senza dunque che vi sia alcun rapporto diretto con la sanita’ regionale”.  All’incontro hanno partecipato per la Giunta Chiamparino gli assessori alla Sanita’ Antonio Saitta e al Lavoro Gianna Pentenero, con i tecnici dei rispettivi assessorati, e per il Collegio infermieri la presidente provinciale di Torino Maria Adele Schirru e la vicepresidente Barbara Chiapusso. “Stiamo parlando di una situazione che non coinvolge in modo diretto la Regione ? precisano gli assessori Saitta e Pentenero ? ma di cui senza dubbio occorre occuparsi con gli strumenti che abbiamo a disposizione. E’ quindi necessario intensificare i controlli e istituire un Osservatorio in cui raccogliere i problemi del settore e trovare le adeguate risposte”.(AGI)

continua
Regioni

REGIONE PIEMONTE SUL CASO INFERMIERI DI GIORNO-AUSILIARI DI NOTTE: LUNEDì SE NE PARLERA’ IN GIUNTA

markette

Infermieri costretti ad alternare la loro attività professionale con servizi di pulizia, di notte, in alcune case di riposo private o convenzionate. Un totale cambio di mansioni tra un turno e l’altro. Il caso riportato da ‘La Repubblica’, è stato sollevato dal collegio di Torino di Ipasvi (Infermieri professionali, assistenti sanitari e vigilatrici di infanzia) che in Italia conta su oltre 423 mila iscritti (30 mila a Torino). Il collegio ha inviato una documentazione, con testimonianze di infermieri, all’ispettorato del Lavoro e ai Carabinieri del Nas. La questione sarà affrontata in Regione, lunedì, nella prima riunione del 2017 della giunta. “Si tratta di una situazione contrattuale sulla quale è necessario fare chiarezza – annuncia Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità – chiederò all’assessore al Lavoro Gianna Pentenero l’avvio di un approfondimento”. Su Facebook Saitta ringrazia Barbara Chiapusso, vicepresidente di Ipasvi, “per l’impegno dimostrato nella tutela della categoria degli infermieri”.

continua