chiudi

Calabria

Regioni

PRECARI SI DIVENTA E A VOLTE SI RIMANE…

PRECARI

Gli ospedali scoppiano per mancanza di personale e i rischi di errori e casi di malasanità sono in agguato poiché non viene rispettato il periodo di riposo tra un turno e l’altro di lavoro, previsto dalla legge 161/2014. C’è anche il pericolo che, oltre alle carenze d’organico, si verifichi il venir meno di alcune centinaia di infermieri, oss e “camici bianchi”, attualmente in servizio con contratti a tempo determinato.

continua
Regioni

LA SCURE DI SCURA SUI BILANCI ASL CATANZARO, AO PUGLIESE-CIACCIO, ASL VIBO VALENTIA

SCURE

Con tre differenti decreti firmati ieri dal commissario Massimo Scura e dal sub commissario Andrea Urbani sono stati dichiarati “non approvati” il bilancio d’esercizio dell’anno 2014 dell’Azienda ospedaliera di Catanzaro “Pugliese-Ciaccio” che presenta una perdita pari a 3,7 milioni di euro; il bilancio d’esercizio 2014 dell’Asp di Catanzaro, che presenta una perdita pari a 7,5 milioni di euro e, infine, il bilancio d’esercizio 2014 dell’Asp di Vibo Valentia che pur presentando un utile di 73mila euro è stato oggetto del parere non favorevole del collegio sindacale. È stato invece approvato dai commissari ad acta il bilancio d’esercizio relativo al 2015 dell’Azienda ospedaliera di Reggio Calabria.

continua
Regioni

ASP, PUGLIESE-CIACCIO E POLICLINICO DANNO I NUMERI: 54 MEDICI, 2 FARMACISTI, 8 TECNICI, 24 OSS. 4 BIOLOGI, 47 INFERMIERI, 1 FISICO DIRIGENTE

numeri-800×800

Sono iniziati in questi giorni a Palazzo Alemanni, sede della Struttura commissariale, gli incontri (e a volte anche gli scontri) tra il Commissario ad acta, il dipartimento regionale Tutela della salute (rappresentato dal direttore del settore personale Armando Pagliaro) e i direttori generali o commissari straordinari delle Asp e delle aziende ospedaliere, per pianificare l’assunzione delle unità di personale che, oltre ai 616 profili già autorizzati per le emergenze con il decreto 134, serviranno alle Aziende per funzionare a regime e pervenire ad un assetto organizzativo “normale”. L’obiettivo, nel dettaglio, è definire il numero esatto di medici, biologi, farmacisti e altri dirigenti sanitari, tecnici e amministrativi, oltre a personale del comparto quali tecnici della riabilitazione, di radiologia e di laboratorio. Tra martedì e ieri sono state sentite le tre aziende di Catanzaro, cioè l’Asp, l’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio e il Policlinico Mater Domini. Da un primo confronto sono emerse istanze ben precise: l’Asp ha chiesto 16 nuovi medici, 2 farmacisti, 8 tecnici e altri 13 oss. Il Pugliese-Ciaccio, anche per avviare i nuovi reparti di chirurgia toracica, la stroke unit per curare gli ictus e la breast unit per assistere le donne con tumore al seno, ha avanzato la richiesta di 27 nuovi medici, un dirigente di struttura complessa di fisica, 3 biologi e 37 nuovi infermieri. Il Policlinico ha chiesto, per rafforzare la propria produzione, 11 nuovi medici, un biologo, 10 ulteriori infermieri e 11 oss.

continua
Regioni

CISL FP SU IMBOSCATI FANNULLONI E ASSENTEISTI SANITA’ CALABRESE

salute-diritto-di-tutti

“La ricerca Cergas-Bocconi su inidoneità e limitazioni lavorative del personale del servizio sanitario nazionale conferma che il fenomeno è preoccupante ma queste persone non sono “imboscati”. E’ quanto afferma il segretario generale della Cisl-FP Calabria Antonio Bevacqua.  “Il valore medio si attesta all’11,8% con oscillazioni tra un minimo del 2,7% ad un massimo del 26,6%. Dato questo che conferma la disattenzione delle aziende al fenomeno ed alle politiche di risk management. La realtà che si è presentata ai ricercatori è quella di dati mancanti, persi nel tempo e quindi di per sé poco attendibili. Infatti, per chi vive da vicino le situazioni aziendali, la percezione del fenomeno è di gran lunga superiore e che potrebbe oscillare tra il 25 ed il 33%, considerando anche le “limitazioni” di legge riguardanti l’esenzione dalle notti delle madri con figli fino all’ottavo anno”.

continua
Regioni

CALABRIA, A RISCHIO 616 ASSUNZIONI E SEI MESI DI PROROGHE

ricomincio-ardito-278×278

Subirebbero uno stop sia le previste 616 nuove assunzioni di personale a tempo indeterminato, sia la proroga per sei mesi dei contratti di lavoro flessibile scaduti il 31 dicembre (nonché quelli stipulati ai sensi dell’art. 15 septies del decreto 502/1992) se la Struttura commissariale che governa la sanità calabrese dovesse aderire all’invito del presidente della Regione, Mario Oliverio, a sospendere il decreto 134/2016 emanato il 20 dicembre scorso. Il provvedimento sulle assunzioni è infatti tra quelli citati nella lettera che il Governatore ieri ha scritto al Commissario ad acta per il Piano di rientro dal debito sanitario Massimo Scura. Secondo Oliverio, che afferma di dare seguito a una mozione del Consiglio regionale, risulterebbero illegittimi e inopportuni anche per la «strana coincidenza con l’approvazione della legge che rimuove l’incompatibilità di funzioni tra presidenti di Regione e commissari ad acta», gli ultimi decreti commissariali sul piano delle assunzioni e sul tetto massimo di finanziamento, per il 2017, delle strutture erogatrici di prestazioni ospedaliere e territoriali.

http://www.gazzettadelsud.it/news/calabria/226880/sanita-a-rischio-assunzioni-e-proroghe.html

continua
Regioni

BUDGET SANITÀ PRIVATA CALABRESE: DESTANO QUALCHE MALCONTENTO?

bd-budget

In cifre  i commissari della Sanità hanno stabilito che nel 2017 il limite massimo di finanziamento per le strutture private accreditate sarà di 203 milioni di euro. 198 milioni saranno destinati agli istituti che erogano prestazioni sanitarie ospedaliere. Per Catanzaro sono quattro le cliniche che dovranno spartirsi il budget a disposizione: Villa del Sole, Villa Serena, Villa Michelino, Sant’Anna Hospital. La parte più cospicua del budget se l’assicurerà la sanità privata cosentina seguita a ruota da quella crotonese.

continua
Calabria

616 NUOVE ASSUNZIONI: 228 INFERMIERI, 250 OSS, 77 OSTETRICHE, 18 TECNICI RADIOLOGI E 6 DI LABORATORIO, 34 MEDICI

616

Due decreti molto attesi sono stati emanati ieri dai commissari alla Sanità Massimo Scura e Andrea Urbani. Riguardano la definizione del livello massimo di finanziamento per l’anno 2017 alle strutture private accreditate erogatrici di prestazioni di assistenza ospedaliera (pazienti acuti e post acuti) per un totale di 195,9 milioni di euro, e un pacchetto di ben 616 nuove assunzioni a tempo indeterminato nelle aziende sanitarie e ospedaliere pubbliche. Il decreto sulle assunzioni da un lato autorizza la proroga per sei mesi dei contratti a tempo determinato in scadenza a fine anno, dall’altro autorizza le Aziende all’assunzione stabile di 616 unità di personale così ripartite: 34 medici, un biologo, due farmacisti, 18 tecnici radiologi, 6 tecnici di laboratorio, 228 infermieri, 77 ostetriche e 250 Oss.

continua
Regioni

AGGIUDICATO LO STUDIO FATTIBILITÀ DEL NUOVO OSPEDALE DI COSENZA

img_ospedale

“Il dirigente generale del dipartimento “Infrastrutture, Lavori pubblici e Mobilità” della Regione, Domenico Pallaria, ed il responsabile del procedimento, dirigente del settore “Opere pubbliche a Titolarità regionale ed Edilizia sanitaria”, Pasquale Gidaro, hanno reso noto l’aggiudicazione definitiva del servizio di redazione dello studio di fattibilità del nuovo ospedale di Cosenza al Raggruppamento Temporaneo.

continua
Regioni

ASP REGIONE CALABRIA: CLASS ACTION PER I LAVORATORI PRECARI

precari

Dopo anni di illegittimo lavoro come precario, un infermiere dipendente degli ospedali Riuniti “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria, ottiene il riconoscimento del rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Si prevede una ricorso collettivo, una class action dei precari della sanità pubblica Calabrese. In una nota Stampa  lo Rende Noto Anoldo, neo Responsabile Confintesa Sanità della Regione Calabria. Dopo la sentenza della Corte di Cassazione e dopo quella 18/11/20016 del Tribunale di Reggio Calabria, che ha riconosciuto i diritti dei lavoratori precari degli ospedali pubblici, stabilendo che le aziende sanitarie non possono ricorrere al continuo rinnovo dei contratti a tempo determinato senza assumere personale tramite concorso, si profila una mobilitazione generale.

continua
Regioni

CALABRIA: FP CGIL E CISL FP SU LEA E VIAGGI DELLA SPERANZA EXTRA REGIONE

viaggi_della_speranza_tempera_di_luigi_bevilacqua_2008_imagefull

Il Segretario Generale Cisl-FP, Luigi Tallarico, il Segretario Generale FP-Cgil, Bruno Talarico, il Segretario Aziendale FP Cisl, Salvatore Arcieri e il segretario aziendale Fp Cgil, Antonino Rappoccio“esprimono forte preoccupazione per la tipologia delle scelte e degli interventi che si adottano con estrema facilità (e probabilmente estrema superficialità) su materie ed argomenti che hanno una rilevanza, sociale, economica e professionale, di enorme impatto sull’organizzazione della Sanità calabrese, sulle aspettative della popolazione e sulle tasche dei contribuenti”. “Preoccupazione – continuano i rappresentanti sindacali – che deriva dai contenuti dell’atto di intesa; stiamo ragionando e parlando del futuribile, con l’offerta di un servizio in un ente pubblico per gestire le eventualità sanitarie, chiamandole interventi di primo soccorso, in una Regione che, ancora dopo tanti anni di “duro lavoro” e di sacrifici immani chiesti ai Cittadini, non è in grado di assicurare i LEA e costringe ai “viaggi della speranza” decine di migliaia di sventurati”.

continua