chiudi

Regioni

Regioni

GLI IMPORTI DEGLI STIPENDI MANAGER ASL CAMPANIA AGGIORNATI AL BLITZ DI FERRAGOSTO

150MILA

Ecco tutti gli stipendi per i manager della Campania aggiornati al 15 agosto 2017:

ASL SALERNO € 154.937,00

ASL NAPOLI 1 Centro €154.937,00

ASL NAPOLI 2 Nord €150.000,00

ASL NAPOLI 3 Sud € 150.000,00

ASL CASERTA €150.000,00

ASL AVELLINO € 154.937,00

ASL BENEVENTO € 154.937,00

AZIENDE OSPEDALIERE AOU RUGGI € 154.937,00

AORN CARDARELLI € 154.937,00

AORN DEI COLLI € 154.937,00

AOU Federico II € 150.000,00

AORN Moscati € 150.000,00

AORN Sant’Anna di CE € 150.000,00

AORN Santobono € 150.000,00

AOU Luigi Vanvitelli € 145.000,00

AORN Rummo € 145.000,00

continua
Regioni

MEDICINA DI PRECISIONE IN REGIONE TOSCANA

Cosa-e-la-medicina-di-precisione-1024×682

La recente approvazione da parte della Regione Toscana del Piano operativo 2017-2018 è un passo determinate verso la prossima realizzazione a Siena del Centro di Medicina di Precisione, un progetto che nascerà grazie a una stretta sinergia con Università, Fondazione Toscana Life Sciences e Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. Il Centro di Medicina di Precisione, attraverso la specifica interazione tra ricerca e assistenza, introdurrà un nuovo approccio alla cura, a vantaggio della salute dei cittadini, che potranno contare su un nuovo modello basato su servizi personalizzati per ciascun paziente, in particolare in area oncologica e metabolica.
Con il finanziamento di 6,5 milioni nel biennio 17-18 appena deciso dalla Regione Toscana sarà portata a compimento una parte di un progetto ben più ampio, frutto dell’accordo del 25 luglio 2016 con Università di Siena e Azienda Ospedaliera Universitaria senese, con il quale è stata concretamente ribadita la centralità dei percorsi didattici, di ricerca e assistenziali sanitari a Siena, consentendo il finanziamento dei ruoli universitari finalizzati alle scuole di specializzazione e, contemporaneamente, il progetto per il rinnovo nel prossimo futuro delle strutture destinate alla didattica per gli studenti di medicina.

continua
Regioni

MERITOCRAZIA PER L’INFERMIERE DIRIGENTE DI DISTRETTO. PER LO SCRANNO DI CONSIGLIERE REGIONALE CHI VALUTA?

banner_meritocrazia

“Sanità Bat, infermiere dirigente nominato direttore di distretto” A sollevare il caso è la consigliera pentastellata, avv. Grazia Di Bari che scrive ad Emiliano: “Verifichi il rispetto di criteri di meritocrazia”.

“E’ notizia di qualche giorno la notizia della designazione del nuovo Direttore del Distretto n.3 (Canosa-Minervino-Spinazzola) Domenico Antonelli avvenuta con delibera del Direttore Generale della Asl/Bt. La nomina è arrivata dopo l’espletamento di un bando di selezione al quale, oltre a lui, infermiere dirigente, hanno partecipato numerosi soggetti per la maggior parte medici”.

continua
Regioni

HABEMUS RETEM HOSPITALIERA

191731300-51c02862-5e33-4cd6-b955-6f852c32791e

“Siamo soddisfatti”, dice Francesco Pigliaru sul voto del ddl della ospedaliera in commissione Sanità del Consilio regionale. Il presidente della Regione è stato il primo a commentare il via libera in una nota congiunta con l’assessore alla Sanità,  Luigi Arru.

continua
Regioni

DIECI MINUTI PER LA VESTIZIONE-SVESTIZIONE DEGLI ABITI DA LAVORO

number-10-ball-replacement-billiard-pool-table-jpg_220x220

Varate dalla Regione le linee di indirizzo in materia di tempi di “vestizione e passaggio di consegne” del personale non dirigenziale del Servizio sanitario regionale. Le stabilisce una delibera presentata dall’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata nel corso dell’ultima seduta di giunta. Secondo il decreto legislativo dell’8 aprile 2003, per orario di lavoro si intende “qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni”.

continua
Regioni

CGIL CISL UIL PER IL RILANCIO DELLA SANITA’ REGIONALE IN CAMPANIA

puntoesclamativo

“Un incontro proficuo ed importante per riorganizzare e rilanciare la sanità in Campania che necessita di azioni e iniziative concrete ed incisive”. È quanto affermano i segretari confederali di CGIL CISL UIL, Spadaro, Tipaldi , Sgambati, insieme a quelli di categoria, al margine dell’incontro tenutosi tra Sindacati e il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, proprio sul tema sanità.

continua
Regioni

REALTA’ INESISTENTI NELLA SANITA’ ABRUZZESE?

traveggole

“L’assessore Paolucci continua a rassicurare gli abruzzesi sui conti in ordine in campo sanitario e sulla crescita dei livelli essenziali di assistenza (Lea) quando la realtà è ben diversa ed è sotto gli occhi di tutti i cittadini che toccano quotidianamente con mano come in Abruzzo la sanità peggiora giorno dopo giorno”.

Questo il commento del Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo all’indomani delle dichiarazioni dell’assessore regionale alla Sanità dopo l’incontro svolto con i tecnici del Ministero nell’ultimo tavolo di Monitoraggio.

continua
Regioni

CONTRORDINE COMPAGNI: SULLE CHIRURGIE NELLE ZONE DISAGIATE ABBIAMO SCHERZATO.

no thumb

Mantenere la chirurgia negli ospedali di zona disagiata costerà ai contribuenti sardi circa otto milioni di euro annui.

La maggioranza di centrosinistra ha ratificato il mantenimento del reparto di chirurgia negli ospedali di zona disagiata, ovvero a Bosa, Isili, Muravera, Sorgono e Tempio. L’orientamento era già emerso la scorsa settimana dai lavori della commissione Sanità che sul punto aveva già modificando il ddl della Giunta. Il quale, al contrario, prevedeva di accorpare la chirurgia alla medicina generale.

continua
Regioni

CONTR’ORDINE COMPAGNI: VULLO RESTA AL PROPRIO POSTO. FORSE.

Vullo-Michele-800×445

La mancata conferma al “Papardo” di Messina del direttore generale Michele Vullo è un “caso” in parte rientrato con l’indicazione, giunta dopo minuti di alta tensione, dello stesso Vullo come commissario del Policlinico di Messina. Una nomina che diventerà effettiva, però, solo dopo un processo di verifica dei titoli dello steso manager. Nel frattempo Michele Vullo resta al suo posto dopo essere saltato per la gioia della UIL FPL

continua