chiudi
OO.SS.

PROCEDURE DI STABILIZZAZIONE PERSONALE SANITARIO IN ASL LATINA, MELS: IRREGOLARITA’

NOTIFICA

Al Direttore Generale azienda Ausl Latina protocolloaoo01@pec.ausl.latina.it

OGGETTO: procedure di stabilizzazione del personale sanitario.

Egregio Direttore, chiediamo intervento immediato relativamente Delibera 624 del 5 Ottobre 2017, allegata alla presente mail. Recentemente nella Asl di Latina sono state deliberate le procedure di stabilizzazione del personale sanitario dirigenza e comparto. Appare chiara la situazione drammatica in cui versa l’azienda sanitaria che non è in grado di stabilire (pagine 6 – 9) con quali procedimenti siano stati conferiti i contratti a tempo determinato.

Riteniamo gravissimo questo comportamento e chiediamo che i responsabili delle suddette procedure provvedano alla revoca immediata della suddetta delibera. Secondo le direttive emanate dal Governo, nonché dalla Circolare D’Alia n. 5 del 2013, sono state emanati indirizzi applicativi univoci per un’applicazione uniforme e mirata della disciplina prevista dal decreto – legge in materia di superamento del fenomeno del precariato, che la Asl Latina a nostro avviso sta volutamente eludendo con ogni mezzo possibile. Secondo la Circolare infatti: ͞Sempre in un’ottica dissuasiva al ricorso improprio a contratti a tempo determinato, si sancisce la nullità dei contratti illegittimi e si rafforza la responsabilità in capo a chi li pone in essere prevedendo un’ipotesi di responsabilità erariale che serva da deterrente per tutte le amministrazioni.

Viene rafforzato il regime delle responsabilità anche per l’utilizzo improprio dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa estendendo la previsione di nullità dei contratti, la responsabilità erariale, la responsabilità dirigenziale ed il divieto di conversione in rapporti di lavoro a tempo indeterminato previsti dall’articolo 36͟. Secondo il DCA00154 della Regione Lazio: ͞…. disporre che le procedure selettive di stabilizzazione avviate da ciascuna Azienda prevedano, sia tramite la resa di apposita dichiarazione ai sensi e per gli effetti del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 sia tramite appositi controlli da parte dei compenti uffici aziendali, la verifica del rispetto da parte dei soggetti partecipanti alla selezione dei requisiti previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 marzo 2015 così come il rispetto delle disposizioni statali, regionali e del Commissario ad acta in materia di assunzione di personale e di proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato prevedendo sin d‟ora che il ŵaŶcato rispetto di tali Ŷorŵe deterŵiŶerà la risoluzioŶe del rapporto di lavoro, oltre alle conseguenti responsabilità sia in capo al soggetto che abbia reso una dichiarazione mendace sia in capo alle strutture amministrative e vertice delle Aziende͟.

Noi riteniamo che a tutti i cittadini debbano essere date pari opportunità come previsto dell’articolo 97 della Costituzione Italiana, e chiediamo pertanto la sospensione delle procedure di reclutamento ͞speciale͟ dato che il personale della Asl di Latina non ha i requisiti richiesti dalla norma, e l’avvio di procedure concorsuali normali e trasparenti, nel rispetto del principio di imparzialità della Pubblica Amministrazione. La nostra associazione ha più volte ribadito che esiste la possibilità di sostituire il personale eventualmente mancante per la copertura dei servizi attraverso lo scorrimento di graduatorie attuali e valide come quella di mobilità regionale per infermieri indetta da Asl Latina con delibera 286 del 30/06/2016, la graduatoria relativa all’avviso di mobilità Nazionale REMS per Collaboratore Professionale Sanitario INFERMIERE, Delibera n° 855 del 23 luglio 2015, per altre figure professionali si possono valutare positivamente le richieste di avvicinamento per legge 104 o trasferimento ex art. 42 bis L. 151/2001 che attualmente vengono negate anche se perfettamente legali e compatibili con le esigenze aziendali di copertura dei servizi, in attesa di espletare procedure concorsuali NORMALI, conformi alla normativa vigente, dato che non vi sono i presupposti per eseguire procedure assunzionali speciali. Segnaleremo prima possibile quanto sta avvenendo alle autorità competenti. La nostra associazione pertanto chiede un incontro urgente per evitare di adire alle opportune vie legali.

In attesa di riscontro porgiamo distinti saluti

Movimento Esiliati Lazio Sanità CF 97944090584 movimentoesiliatilaziosanita@pec.it

DELIBERA LATINA MELS

MELS LATINA (1)