chiudi
Immagine3

L’OPI NON È MAI INDIFFERENTE….L’OPI È SEMPRE PRESENTE!

Ordine delle Professioni Infermieristiche di Ancona

Spett.le AADI,
OPI Ancona si domanda chi abbia concepito il titolo del comunicato pubblicato su Nurse 4.0 da Alfio Stiro in data 28/07/2018 a firma Direttivo AADI e che qui integralmente trascriviamo:

“Adi: l’ASUR Area Vasta 2 Marche, con l’appoggio della coordinatrice mortifica gli infermieri. L’Ordine Professionale totalmente indifferente.”

Tale titolo è:
1) falso quanto alla nostra indifferenza;
2) palesemente in contrasto (ciò che è più preoccupante e ingiusto) con il contenuto dell’articolo.

In verità questo Ente non era a conoscenza della questione e non è stato preventivamente informato da AADI (o da chicchessia) che altro non ha fatto che pubblicare con tanta enfasi.

Nel testo, si porrebbe in dubbio la conoscenza della vicenda da parte dell’Ordine; in effetti si scrive testualmente “..Gli Ordini faranno qualcosa per difendere la dignità della nostra professione?”

Letta l’enunciazione, dubitativa, se si sale nel testo, si vede che è data come circostanza certa la totale indifferenza dell’Ordine Professionale: testuale….” L’ordine Professionale totalmente indifferente…” E’ ben noto che il titolo spesso costituisce il fulcro di un comunicato e ne orienta la lettura se non la sola cosa su cui si appunta l’attenzione del lettore, che trascura il resto.

Non v’è dubbio sul fatto che il comunicato pubblicato appaia e sia forviante e denigratorio.

Ciò dovevamo rimarcare affinché sia chiaro che chi si vale di mezzi di comunicazione di “massa” ha il dovere di valutare la rispondenza al vero delle notizie e la continenza delle espressioni usate.

Vero è che AADI ha, solo successivamente alla pubblicazione dell’articolo, dopo contatto telefonico, trasmesso comunicazione concernente il merito della vicenda.

Ebbene, questo Ente, sta valutando la questione con la dovuta attenzione e farà quanto in suo potere per l’accertamento dei fatti e per la soluzione degli asseriti problemi, senza sottostare, tuttavia, ad interventi equivoci e propagandistici.

Il Direttivo OPI Ancona