chiudi
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

NON PUÒ PASSARE INOSSERVATO L’APPELLO DI OPI BAT SULLE DONAZIONI DI PLASMA IPERIMMUNE

photo-1590611936760-eeb9bc598548

OPI BAT lancia un appello che non può passare inosservato: incentivare la donazione di plasma iperimmune, in collaborazione con il Centro Trasfusionale di Barletta. Gli Ordini ci sono, programmano, diversificano attività e comunicazioni. I cittadini ringraziano.

https://www.facebook.com/OPIBAT/videos/787293098482174/

Cos’è il Plasma Iperimmune e a cosa serve?

Dal punto di vista sia della cura sia della prevenzione, è una opzione terapeutica costituita dall’immunizzazione passiva, ossia l’uso di anticorpi che neutralizzano il virus e ne riducono la carica virale, mediante il loro trasferimento (“passivo”) in soggetti ammalati o a rischio elevato di contagio.

Tali anticorpi neutralizzanti specifici contro il virus SARS-CoV-2 possono essere presenti nel plasma di soggetti che hanno contratto l’infezione, manifestando in forma conclamata la malattia COVID-19 e sono guariti, oppure che hanno contratto l’infezione con sintomatologia lieve o addirittura in forma asintomatica e hanno eliminato il virus: il plasma di questi soggetti che hanno prodotto anticorpi specifici diretti contro il virus è definito “plasma iperimmune”. 

Per valutare la reale entità dell’efficacia clinica del plasma iperimmune l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), previa approvazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), ha organizzato a livello nazionale il protocollo clinico “Plasma da Donatori guariti da Covid19 come terapia precoce per pazienti con polmonite da SARS.CoV-2: studio multicentrico randomizzato controllato in aperto” noto con l’acronimo in inglese di TSUNAMI STUDY.

Dove avviene la raccolta di plasma iperimmune?

La raccolta di plasma iperimmune avviene all’interno delle competenti Strutture delle reti Trasfusionali Regionali, dei Servizi di immunoematologia e Medicina trasfusionale (SIMT)

Chi può donare il plasma iperimmune?

Per diventare Donatore di plasma iperimmune è necessario essere stati giudicati guariti da COVID-19: il candidato Donatore in assenza di sintomi da almeno 14 giorni deve presentarsi con il referto di tampone negativo e con quello del dosaggio positivo di anticorpi anti-Covid19. Si ricorda inoltre che le donne con precedenti gravidanze NON possono essere selezionate per la donazione di plasma iperimmune a scopo clinico: esse però possono essere chiamate per donare plasma per l’isolamento delle immunoglobuline da parte delle industrie del frazionamento del plasma.

https://www.facebook.com/OPIBAT/videos/787293098482174/