chiudi
CISL

…MI HANNO RIFERITO DELLE VOCI CHE HANNO APPRESO DEI RUMORS CHE PER SENTITO DIRE…

photo-1591963764432-04f2ce0c8373

Una nota sindacale che non fa onore alla funzione e allo scopo di tutela del sindacato dei diritti dei lavoratori.

Mi hanno riferito”

“Stanno girando voci”

“C’è qualche rumors”

“Hanno sentito che”

I lavoratori, ma non solo, hanno bisogno di autorevolezza e di contesti certi e non di passaparola sussurrati chissà da chi e chissà da dove senza verifica delle fonti.

In base a deduzioni “mistiche”, si divulga un documento alla stampa indirizzato ad un dirigente di una Azienda Sanitaria e per conoscenza All’Assessore alla Sanitá e alla Procura della Repubblica affinché “…si evitino che queste voci che nascono da una gestione poco trasparente…“.

Di cristallino è che queste voci dall’oltre tomba nascono da una crisi di identità personale, dall’aver smarrito il senso civico e della misura, dall’impoverimento intellettuale dei leoni nascosti nelle tastiere prima e nei confessionali poi.

Mischiare il sacro con il profano, fare da cassa di risonanza di “voci” che arrivano dall’aldilà, scambiare il fine con lo strumento, ergersi ad indiretti censori di comportamenti per sentito dire, chiamare in causa esponenti politici locali per cagionarne prima un danno d’immagine e solo poi per ristabilire i fatti, racconta molto della completa deriva attuale nella fase pandemica. Una disfatta morale e culturale.

Un vaccino contro l’improvvisazione quando?

A volte mettersi in modalità silenzio è cosa buona e giusta.