chiudi
Ministero della Salute

LECCAPIEDI SINDACALI E DINTORNI

photo-1602248731696-08bc19621f8c

Di adulatori vili e interessati sono piene le piazze.

In tanti plaudono alla prospettiva del neo Ministro della Salute di reintegro del personale sanitario inadempiente agli obblighi vaccinali, la cui sospensione per la precedente disposizione ministeriale ed in concorso con la Conferenza Stato Regioni sarebbe stata in essere sino al 31 dicembre 2022.

Sindacati estremamente soddisfatti, Ordini Professionali mentori e suggeritori, Associazioni partecipative e liete, Patronati raggianti.

Un lecca lecca generalizzato verso la linea politica e tecnica insediatasi in via Lungo Tevere Ripa, che per avviarsi alla ricostruzione del SSN inizia con il rischio di distruggere i fondamentali della tutela della salute pubblica.

Stop agli stop e rinvio del pagamento delle multe, e vissero tutti felici e contenti.

Se illustri associazioni sindacali e onorabili enti di diritto pubblico non economico sussidiari dello Stato ripongono “speranza” nell’anticipo di soli sessanta giorni del rientro in servizio (di chi autonomamente sceglieva di restarne fuori, ndr) per il superamento del buco nero delle dotazioni organiche di professioni sanitarie, non ci siamo proprio e non resterebbe che sventolare bandiera bianca.

Invece, nemmeno sarà srotolata.