chiudi
Editoriali

LE BUONE MANI DI ALCUNI SUL SSN

311_001

La redazione di compartosanita.it è in autoquarantena per evitare il tentativo di contaminazione da parte della valanga di disinformazione non validata scientificamente e che si è abbattutta sugli uomini e sulle donne di buona volontà che reggono le sorti del SSN. Siamo disorientati sia da tanta approssimazione e pressapochismo, che dai venditori di fumo e dai boccaloni.

Tutti infettivologi, tutti ministri degli esteri, tutti sottosegretari alla sanità, tutti sindaci e assessori, tutti massimi esperti di salute pubblica e di dispositivi di protezione individuali.

Tutti opinionisti senza che venga chiesta loro una opinione: sembriamo a “Il processo del Lunedì” con l’aggravante della versione quotidiana.

Come cittadini e professionisti della salute ed infermieri, è da ribadire che i punti di riferimento restano Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Organizzazione Mondiale di Sanità, Assessorati Regionali alla Sanita, FNOPI, OMCEO, e tutta una serie di associazioni tecnico-scientifiche di professioni sanitarie. Autorevoli e da seguire anche Quotidiano Sanità, Gimbe, 24 Ore Sanità.

Il vaccino contro l’ignoranza e la deriva culturale ed informativa non verrà mai sperimentato: denari sprecati.

E’ da dire a chiare lettere che a tutti i livelli interessati istituzionali e aziendali  gli infermieri, i medici, i tecnici, i manager, i volontari hanno le loro mani sul SSN e suoi cittadini, anzi in questo momento sono le sole possibili articolazioni politiche e gestionali per condurre il paese al superamento del momento dal punto di vista clinico e sanitario.

Mani operose, mani buone, mani decise, mani che non hanno paura.