chiudi

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica

INTERVENTO DELLA SEN. ANNALISA SILVESTRO SUL DDL LORENZIN. FATTI, NON OPINIONI.

grazie_001

Ddl Lorenzin 22/12/17

Signor Presidente, Onorevoli Senatrici, Onorevoli Senatori

Il ddl 1324-B che viene oggi presentato e dibattuto in Aula riporta norme che si riferiscono ad aree tematiche diverse ma collegate e legate da un filo rosso conduttore, tutte ineriscono i molteplici sottosistemi che caratterizzano il più ampio sistema salute del nostro Paese.

Diversi gli obiettivi: riassettare la riforma della normativa sulla sperimentazione clinica, coordinare i Comitati etici territoriali per le sperimentazioni sui medicinali e sui dispositivi medici, applicare e diffondere la medicina di genere nel SSN, riordinare e innovare le norme ordinistiche che riguardano tutte le attuali professioni sanitarie, quelle più antiche e con una importante storia alle spalle e quelle più giovani che hanno effettuato un rilevante ed oggettivo percorso di professionalizzazione attraverso una ormai più che ventennale formazione accademica.

continua
Senato della Repubblica

NON SIAMO VITTIME SACRIFICALI, NE PREDESTINATE E NEMMENO MONETA DI SCAMBIO

images

Gentile Senatore Mandelli,  abbiamo percezione che in queste ore si stia facendo pressing per far votare contro al DDL Lorenzin in dirittura d’arrivo.

Niente di animali, ma così facendo, starebbero per irretire la professione sbagliata.

Un suo j’accuse, inoltre, sarebbe  rivolto alla soppressione dell’articolo 16 del Ddl attuata nel passaggio alla Camera, che avrebbe permesso l’attività all’interno delle farmacie di altri professionisti della salute, con l’ovvia esclusione di quelli abilitati alla prescrizione di farmaci: medici e veterinari, ma anche, certamente, infermieri e fisioterapisti.

Ora è peró arrivato il nostro momento e non possiamo essere vittime sacrificali e predestinate per azioni ritorsive pur virtuali quali che esse siano e da chiunque poste in essere.

700.000 professionisti aspettano da 20 anni e sapranno perfettamente chi voterà NO domani e ne terranno conto nell’urna.

Nella prossima legislatura, ci sarà spazio per i professionisti in farmacia. E’ interesse dei cittadini e, sopratutto, dei farmacisti.

Confidiamo nel suo Si al DDL LORENZIN. Grazie per l’attenzione

La redazione di compartosanita.it

b

continua
Senato della Repubblica

IL SALTO IN AVANTI DALL’VIII AL III POSTO PER DISCUTERE E APPROVARE IL DDL LORENZIN PORTA NOME E COGNOME

FB_IMG_1513804028294

E’ indubitabile che la scena politica centrale per discutere del DDL ed approvarlo al Senato della Repubblica così come licenziato alla Camera dei Deputati sia stata la conferenza dei capigruppo, che nonostante trappole, paletti e ostacoli da ogni parte, è riuscita nell’intento di collocarlo in posizione utile soprattutto per il lavoro profuso dalle Senatrici Annalisa Silvestro ed Emilia De Biasi.

Poi, forse, il corollario.

continua
Senato della Repubblica

DDL LORENZIN: ADELANTE…

FB_IMG_1513804028294

Stante la calendarizzazione e la trattazione possibile della riforma dell’ordinistica entro il 23 Dicembre, tutta la comunità infermieristica merita e ambisce che il DDL venga discusso e approvato. Attendiamo questo traguardo da troppo tempo perchè da troppo tempo senza nessuno che politicamente rappresentasse fisicamente la professione nel luogo delle decisioni per antonomasia, senza nessuno che potesse direttamente governare le complesse procedure parlamentari in funzione di un diritto piuttosto che di una concessione, dalla porta principale invece che dalla finestra, con un ruolo centrale piuttosto che marginale, con una infermiera che ci mette la faccia e la firma per conto di tutti.

Ottenuta la presenza di infermieri parlamentari, a lottare su ogni ostacolo troviamo sempre puntuale la Senatrice Silvestro, e certamente sospinta dall’entusiasmo di tante professioniste infermiere ed infermieri, ancora niente è perduto.

Comunque: grazie.

continua
Senato della Repubblica

SCATTO DI RENI IN SENATO PER IL DDL LORENZIN: DALL’VIII AL III POSTO IN DISCUSSIONE E VOTAZIONE

Immagine-ordini-438×280

Ultim’ora 20 Dicembre 2017: L’aula del Senato ha votato l’ordine del giorno!

Il DDL Lorenzin è risalito dal 8º al 3º punto all’ordine del giorno e diventa molto più probabile la sua discussione in aula, a seconda del tempo che occuperanno i precedenti due, ma è verosimile che avvenga nella mattinata di venerdì, prima che sul Senato si occupi della Legge di stabilità di ritorno dalla Camera.

Un ringraziamento particolare alle Senatrici @AnnalisaSilvestro e @EmiliaDeBiasi per l’impegno che hanno profuso nel raggiungimento di questo risultato.

 

continua
Senato della Repubblica

ANNALISA SILVESTRO SUL VOTO IN COMMISSIONE SANITA’ SUL DDL LORENZIN

STIGMA

Aspettiamo dal 2001 la giusta collocazione normativa dei professionisti della Salute laureati.

Aspettiamo dal 2006 la trasformazione dei Collegi IPASVI in Ordine delle Professioni Infermieristiche.

Dopo la guerra che han fatto i medici a questo provvedimento per tutta la legislatura, passa all’ultima lettura in Commissione Sanità del Senato (che respinge tutti gli emendamenti presentati):

– con i voti favorevoli di PD, IDV, Gr.Auton, AP e con

– con l’astensione di M5S, FI, MDP (che per il regolamento del Senato equivale a un voto contrario)

continua
Senato della Repubblica

SEN. SILVESTRO SU DM SALUTE 2 AGOSTO. ATTO ISPETTIVO N. 3-03981

uniti_si_vince
Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-03981 – Atto n. 3-03981 (con carattere d’urgenza). Pubblicato il 13 settembre 2017, nella seduta n. 874
SILVESTRO – Al Ministro della salute. – Premesso che:la legge n. 24 del 2017, recante “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, all’articolo 5, comma 1, prevede che “Gli esercenti le professioni sanitarie, nell’esecuzione delle prestazioni sanitarie con finalità preventive, diagnostiche, terapeutiche, palliative, riabilitative e di medicina legale, si attengono, salve le specificità del caso concreto, alle raccomandazioni previste dalle linee guida pubblicate ai sensi del comma 3 ed elaborate da enti e istituzioni pubblici e privati nonché dalle società scientifiche e dalle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie iscritte in apposito elenco istituito e regolamentato con decreto del Ministro della salute, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, e da aggiornare con cadenza biennale.
continua