chiudi

sanità privata

sanità privata

STATO D’AGITAZIONE ALL’H. SACRO CUORE DI GESU’

download (35)

“Stato di agitazione dei lavoratori dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento. Il 29 dicembre i dipendenti hanno tenuto, insieme ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali Uil Fpl e Fp Cgil, con una presenza massiccia di lavoratori non in servizio, un’assemblea dalla quale si è evidenziato il disagio per le condizioni di lavoro.

Prima di tutto è stato espresso grosso rammarico per i carichi di lavoro insostenibili. In particolare nelle Sale Operatorie, non è garantito il cambio di turno per gli infermieri i quali, per le sedute operatorie ordinarie, dovrebbero avere il cambio alle ore 14.00 ma sono costretti a permanere per diverse ore in più perché il personale non è sufficiente a garantire il prolungamento delle sedute stesse.

continua
sanità privata

FSI E CSA: SCONFORTANTI I 13 LICENZIAMENTI IN RSA MATIDA DI SASSARI

13

COMUNICATO STAMPA

FSI USAE e CSA: “13 Licenziamenti collettivi nella sanità privata della R.S.A. Matida di Sassari. Una dolorosa pagina di cronaca che vede 13 famiglie nel più totale sconforto in questa isola martoriata dalla povertà e dalla disoccupazione”.

I segretari della FSI-USAE, Mariangela Campus, e del CSA, Marco Cornaglia, denunciano una dolorosa pagina di cronaca e ripercorre le tappe di questa triste e assurda vicenda che vede 13 famiglie nel più totale sconforto in questa isola martoriata dalla povertà e dalla disoccupazione.

La R.S.A. Matida di Sassari, accreditata dalla Regione Sardegna con 42 posti letto, è in regime di convenzione con con la ex ASL Sassari (ora ASSL Sassari e parte della ATS Sardegna) e il 1° luglio 2017 ha ceduto i servizio di assistenza, infermieristico, educativo e di aiuto alla persona, le pulizie, la manutenzione ordinaria, la fisioterapia, la fornitura e il lavaggio della biancheria, l’approvvigionamento dei farmaci, la mensa in appalto alla SIT Consorzio Cooperative Sociali; nello specifico l’incarico è stato affidato alla società cooperativa sociale Endomos, una onlus di Firenze(facente parte del suddetto consorzio).

continua
sanità privata

LICENZIAMENTI 29 LAVORATORI IGLESIAS ROSA DEL MARGANAI: APPELLO SINDACALE ALL’ASSESSORATO REGIONALE ALLA SANITA’

PFDivisionBellCover

Presso la RSA Rosa del Marganai di Iglesias si è tenuto l’incontro tra le organizzazioni sindacali e la Società San Raffaele S.p.A., per discutere della procedura di mobilità avviata dalla società lo scorso 4 ottobre, per il licenziamento collettivo di n. 29,75 FTE Operatori della RSA a causa, secondo quanto dichiarato dalla stessa azienda, dei nuovi requisiti organizzativi derivanti dalla deliberazione n. 22/24 del 3.05.2017 della Regione Autonoma della Sardegna alla struttura.

«L’incontro, che conclude l’esame congiunto previsto dall’art. 4 della legge 223/1991 – scrivono i segretari generali FP CGIL Giovanni Zedde, CISL FP Claudio Nuscis e TUCS Andrea Lai in una nota inviata all’assessore regionale della Sanità, al direttore generale dell’Ats Sardegna e al direttore della ASSL di Carbonia – si è concluso senza alcun accordo, in quanto riteniamo inammissibile che possano essere persi nel territorio tanti o pochi posti di lavoro. Nonostante le assicurazioni informali ricevute siano intervenute a scongiurare nell’immediato una diminuzione forzosa delle attività richieste alla Rosa del Marganai da parte della ASSL di Carbonia per l’anno in corso (e quindi della Regione Sarda) la San Raffaele SpA si è dichiarata indisponibile al ritiro della procedura ex artt. 4 e 24 L. 223/91 se non in presenza di un chiarimento su quali saranno i volumi di attività ed i tetti di spesa che nel prossimo futuro saranno richiesti ed applicati alla Residenza Sanitaria.»

continua
sanità privata

UNILATERALITA’ IN CASA DIVINA PROVVIDENZA BISCEGLIE

images (28)

Norme unilaterali, mancato rispetto della privacy, carenza di presidi e materiale sanitario, regolamento mensa inasprito e costo ticket elevato.
Non ci stanno i sindacati a quanto imposto dal gruppo Universo Salute nei confronti degli operatori della già Casa Divina Provvidenza di Bisceglie. Per questo chiedono la convocazione urgentissima di un incontro.

Fials, Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, Fsi, Ugl Sanità e Usb lamentano «l’assenza totale di relazioni sindacali, la mancata informazione preventivo e/o successiva su problematiche riguardanti il personale e l’organizzazione del lavoro, una discriminazione in ordine al diritto alla mensa nelle tre strutture di Bisceglie, Foggia e Potenza, l’inidoneità dei locali mensa».

continua
sanità privata

SASSARI, CASA DIVINA PROVVIDENZA: SIT IN PER GLI STIPENDI ARRETRATI

fatti-non-parole-450×330

Sit-in dei lavoratori della “Casa Divina Provvidenza” davanti alla sede della fondazione che assiste anziani e persone disagiate. I 40 dipendenti della struttura di accoglienza di via padre Taddei sono scesi in strada per manifestare il loro malcontento e reclamare il pagamento di quattro stipendi arretrati. Spalleggiati dai vertici provinciali della funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil, Pierpaolo Spanedda, Armando Ruzzetto e Augusto Ogana, chiedono una svolta nella gestione della struttura e nell’organizzazione del lavoro.

continua
sanità privata

IRAS ROVIGO AI LAVORATORI: “RESTITUITE LE SOMME INDEBITAMENTE CORRISPOSTE”

download (29)

Alcuni, si sono visti chiedere indietro anche somme nell’ordine dei 3mila euro. Una mazzata, soprattutto di questi tempi. Sono i lavoratori – e anche qualche ex lavoratore – dell’Iras, istituto rodigino di assistenza sociale. In precedenza, era accaduto a loro colleghi che lavorano in altre Ipab, case di riposo e strutture similari del Polesine. Sulla questione sono al lavoro anche i sindacati


Rovigo – Migliaia e migliaia di euro, dei quali l’Iras sta domandando la restituzione a numerosi suoi dipendenti ed ex dipendenti. Alcuni si sono visti recapitare anche “bollette” nell’ordine dei 3mila euro. Rateizzabili, certo, ma comunque per non oltre 36 mesi. Al centro di tutto, una vicenda nota da tempo, figlia della burocrazia e della presenza di norme, circolari, indicazioni spesso confliggenti tra loro. Un male tutto italiano.

Il problema dal quale muove la vicenda è la situazione dei lavoratori che si trovano a dovere lavorare in occasione di festività infrasettimanali. A lungo, all’Iras così come in altre Rsa, Ipab, case di risposo e strutture assistenziali del genere, la prassi che si seguiva era quella di fare osservare a questi lavoratori un riposo compensativo. In seguito, però, si è affermata la convinzione che questo non fosse dovuto, essere ampiamente sufficiente l’indennità prevista dal contratto di lavoro.

continua
sanità privata

DOPO USB, ANCHE CGIL CISL UIL AUTOCONVOCATI SUL CASO AIAS SARDEGNA

Screenshot_2017-11-16-09-28-33_1

USB SANITA’ CAGLIARI informa che visto il silenzio assordante dell’assessorato alla sanità sulla vertenza AIAS, martedì 21 dalle 15,30 in poi i dirigenti sindacali Aias saranno sotto l’assessorato alla sanità in via Roma a Cagliari, per richiamare l’attenzione sulle cose non fatte per la risoluzione della vertenza e l’applicazione della delibera del Consiglio Regionale di Aprile 2017. Anche CGIL  CISl UIL organizzano una manifestazione sullo stesso tema e nello stesso giorno e luogo.

continua
sanità privata

AIAS, SI INDAGA IN PROCURA CON LA GUARDIA DI FINANZA

Jpeg

Nuovo capitolo della vicenda Aias, questa volta ad un livello istituzionale che nessun comunicato stampa o pretesa di scaricare responsabilità su terzi (Asl, Comuni), sembra possano interferire. Se l’indagine serve a fare chiarezza e definire ruoli e contorni dei protagonisti diretti o indiretti della deriva alla quale si sta “assistendo”, ben venga. Meglio tardi che mai?

continua