chiudi

Ministero della Salute

Ministero della Salute

INSEDIATO IL COORDINAMENTO NAZIONALE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

Immagine8

Ministero della Salute n. 14                                   

Salute e sicurezza sul lavoro:

Giulia Grillo insedia il Comitato di coordinamento nazionale

 Si è insediato oggi al ministero della Salute dopo una lunga attesa il “Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro”. Il Comitato, presieduto dal ministro della Salute, Giulia Grillo, è composto da rappresentanti dei ministeri della Salute, degli Interni, di Infrastrutture e Trasporti e delle Regioni e Province autonome.

“Il tema della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro sarà sempre più al centro della mia attenzione – ha dichiarato il ministro Giulia Grillo nell’aprire i lavori del Comitato – anche davanti a fenomeni purtroppo sempre più frequenti anche in sanità, come le aggressioni al personale medico e non medico. Vogliamo tenere alta la guardia e puntare i riflettori su tutte le forme vecchie e nuove di mancanza di sicurezza e di tutela della salute su ogni posto di lavoro”.

continua
Ministero della Salute

SPOIL SYSTEM IN AIFA?

Immagine13

COMUNICATO STAMPA MINISTERO DELLA SALUTE: Giulia Grillo avvia il rinnovo delle commissioni di Aifa

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha attivato le procedure per il ri­­­nnovo di due fondamentali organismi dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), entrambi in scadenza il prossimo 6 agosto: la Commissione tecnico-scientifica e il  Comitato prezzi e rimborso.

 Con due distinte lettere inviate al ministero dell’Economia e alle Regioni, viene chiesta l’indicazione dei componenti loro spettanti. Ciascun organismo è composto da 10 membri: uno designato dall’Economia, quattro dalla Conferenza Stato-Regioni, mentre il ministero della Salute designa 3 membri per ciascun organismo, uno dei quali con funzione di presidente.  Sono inoltre componenti di diritto, il direttore generale dell’Aifa e il presidente dell’Iss (Istituto superiore di sanità).

I componenti non di diritto  della Commissione consultiva tecnico-scientifica devono avere comprovata e documentata competenza tecnico-scientifica di almeno 5 anni nel settore della valutazione dei farmaci e sono rinnovabili consecutivamente per una sola volta, quelli del Comitato prezzi e rimborso sono scelti tra persone di comprovata professionalità ed esperienza di almeno 5 anni nel settore della metodologia di determinazione dei prezzi dei farmaci, di economia sanitaria e farmaco-economia, nonché di organizzazione sanitaria e di diritto sanitario.

continua
Ministero della Salute

CONTRORDINE COMPAGNI: VACCINARSI FA BENE ALLA SALUTE…

Immagine5

Ministero della Salute n. 7 del 22 giugno 2018

COMUNICATO STAMPA. Giulia Grillo:  vaccini, no a polemiche strumentali

“Voglio ribadire ancora una volta, e non mi stancherò mai di ripeterlo, che i vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria.  E che in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione.

Tutte le polemiche sono solo strumentali e finalizzate a creare un circo mediatico che a me non interessa alimentare. Prenderemo le decisioni opportune in accordo con gli alleati di Governo, ma chiaramente si tratta di un tema che deve essere discusso anzitutto dal ministero della Salute.

Ci fa piacere che il ministro degli Interni si interessi di un tema così importante, così come il ministro dell’Istruzione. Voglio solo precisare che l’obbligatorietà è un argomento politico, che ha a che fare con una strategia di tipo politico. Ma le valutazioni di tipo scientifico non competono alla politica. La  politica “non fa” scienza, la scienza la fanno gli scienziati. La politica decide quale strumento vuole utilizzare, se vuole utilizzare l’obbligatorietà e in quale misura.

Stiamo lavorando per trovare la soluzione migliore capace da una parte di garantire la frequenza dei bambini negli asili nido e che dall’altra parte metta al centro del dibattito parlamentare la revisione dell’impianto del  D.L  Lorenzin”. 

continua
Ministero della Salute

MINISTERO DELLA SALUTE: PER I CITTADINI

Immagine6

Ministero della Salute n. 3 del 20  giugno 2018

COMUNICATO STAMPA

Il ministro Giulia Grillo alle Regioni:

“Alleati nell’interesse dei cittadini”

“Un Servizio sanitario nazionale robusto e civile, che combatta le diseguaglianze tra le diverse aree del Paese, che non neghi i diritti costituzionalmente tutelati dei cittadini, è un segno irrinunciabile di civiltà e di crescita sociale. Questo è l’impegno che mi assumo come ministro e questo chiedo alle Regioni e alle Province autonome, per affrontare con atti concreti e con un costante sforzo comune tutte le esigenze e i numerosi problemi che la Sanità pubblica e i cittadini hanno davanti”.

continua
Ministero della Salute

SULLE LISTE D’ATTESA IL MINISTERO DELLA SALUTE HA POCO DA ATTENDERE

Immagine9

Ministero della Salute n. 2 del 15  giugno 2018

COMUNICATO STAMPA

Liste d’attesa, il Ministro Grillo chiede informazioni urgenti alle Regioni

Riduzione dei tempi d’attesa per l’accesso alle prestazioni sanitarie, massima trasparenza e sicurezza delle cure, equità e uniformità in tutta Italia, nessun onere aggiuntivo per gli assistiti, controllo puntuale del corretto svolgimento della libera professione da parte dei medici. In vista della prossima predisposizione del Piano Nazionale per il governo delle liste d’attesa, il Ministro della Salute Giulia Grillo ha inviato oggi a Regioni e Province Autonome una circolare che intende fare il punto e raccogliere capillarmente le informazioni sullo stato  dell’arte nazionale di un aspetto critico e cruciale per la tutela della salute pubblica e del Servizio Sanitario Nazionale.

continua
Ministero della Salute

IL MINISTRO DELLA SALUTE SUL TRASFERIMENTO DI UN PICCOLO PAZIENTE DA MESSINA A CAGLIARI

Immagine2

COMUNICATO STAMPA MINISTERO DELLA SALUTE

  con apprensione le notizie sullo stato di salute del piccolo Moise che deve essere trasferito dal policlinico di Messina all’ospedale di Cagliari. Dal Ministero stiamo monitorando la situazione e verificando che tutte le procedure di trasferimento avvengano secondo i protocolli prestabiliti. Approfitto per ringraziare tutti coloro che in queste ore si stanno impegnando per il benessere di Moise”.

Lo dichiara il Ministro della Salute, Giulia Grillo.

continua
Ministero della Salute

IL GRANDE BLUFF DEL CATERPILLAR GIULIA GRILLO SULL’ORDINISTICA

Immagine6

Si leggono cose inenarrabili in rete: a) create ad arte; b) prive di fondamento; c) funzionali a confondere acque già torbide; d) per farsi leggere; e) per tenere aperte le edicole.

E’  il turno del caterpillar che si starebbe per abbattere contro gli Ordini Professionali appena novellati dalla legge 3/2018 dopo oltre sessant’anni di onorato servizio. 

Gira la fake news degli impegni del neo Ministro della Salute Giulia Grillo assunti contro l’autonomia degli ordini professionali.

Ipotizzati in campagna elettorale quindi funzionali al segreto dell’urna, corretti in corso d’opera quindi funzionali ad un sano realismo, non ricompresi nel contratto di governo Lega-M5S quindi funzionali ad una assunzione di responsabilità politica.

Punto.

Insistere nel vendere per buona una ipotesi, è un insulto alle intelligenze di molti di coloro che le leggono e al contempo certamente funzionale alla compulsione dei leoncini da tastiera eterodiretti sugli a-social.

continua
Ministero della Salute

GIULIA GRILLO MINISTRO DELLA SALUTE IN PECTORE

Immagine14

Il Governo del cambiamentoalla fine si farà; sembra infatti che Matteo Salvini e Luigi Di Maio abbiano deciso di fare un passo indietro su Savona – che comunque resterà nell’Esecutivo – così da far partire il Governo del cambiamento guidato dal giurista Giuseppe Conte e nel quale Giulia Grillo – attuale capogruppo alla Camera per il Movimento 5 Stelle – sarà Ministro della Salute.

Sarà quindi un’altra donna a guidare il Ministero della Salute; dopo Beatrice Lorenzin sarà la volta di Giulia Grillo, medico legale e volto storico del Movimento 5 Stelle.

continua
Ministero della Salute

MINISTERO SALUTE SU INCOMPATIBILITA’ RUOLO RSU-COMPONENTE OPI

Immagine1

DIREZIONE GENERALE DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MINISTERO DELLA SALUTE 0021445 P – 18 APRILE 2018

dg prof v 1.5 h. a 3

OGGETTO: RICHIESTA PARERE COMPATIBILITA’ RUOLI RAPPRESENTANZA SINDACALE RSU E MEMBRI ORDINE PROFESSIONALE SANITARIO

Si fa riferimento alla nota di codesto Ordine per 14 marso us prot. 88/2918, concernente la richiesta di parere sulla compatibilità di ruoli di rappresentanza sindacale RSU e quello di componente degli Ordini Direttivi di un OPI, la cui attività è regolamentata dal DLGS 233/1946 come modificato dall’articolo 4 della legge n. 3/2018.

Per quanto attiene al quesito posto, si osserva che l’art. 1 comma 2 lettera c del sucitato DLGS 233/1946 prevede che “gli ordini e le relative federazioni nazionali… non svolgono ruoli di rappresentanza sindacale”.

In base ad una interpretazione letterale della norma,la scrivente è dell’avviso che gli Enti in parola non possano nel corso dell’espletamento della propria attività svolgere un ruolo attivo tipico della rappresentanza sindacale (organizzazione di vertenze, organizzazione o adesione a scioperi o manifestazioni sindacali, ecc).

Nel caso in cui un membro degli organi direttivi di un OPI ricopra l’incarico di RSU presso il proprio posto di lavoro, le norme sopra citate non prevedono una incompatibilità tra i due ruoli (commi 7 e seguenti dell’articolo 2 del DLGS 233/1946.

Si rimane a disposizione per ogni altro chiarimento se necessario.

il direttore generale d.ssa Rossana Ugenti

referente f. lupi

continua
Ministero della Salute

FIRMATO IL PRIMO DECRETO ATTUATIVO SULL’ISTITUZIONE DEI NUOVI ALBI

DIPLOMA

PROFESSIONI SANITARIE. FIRMATO IL DECRETO ATTUATIVO CHE ISTITUISCE NUOVI ALBI

È stato firmato dal Ministro della salute Beatrice Lorenzin il primo decreto attuativo della legge n. 3 del 2018, meglio conosciuta come la legge che ha riformato il sistema ordinistico delle professioni sanitarie in Italia, c.d. legge Lorenzin.

Si tratta del decreto che istituisce gli albi delle 17 professioni sanitarie, fino ad oggi regolamentate e non ordinate, che entreranno a far parte dell’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Tali albi si aggiungono a quelli già preesistenti dei Tecnici sanitari di radiologia medica e degli Assistenti sanitari. 

continua