chiudi

FNOPI

FNOPI

LUCA BENCI TRECENTOSESSANTACINQUE GIORNI DOPO

Screenshot_20210227-170035119_1

Un minuto di silenzio chiesto dalla Presidente della Fnopi al Consiglio Nazionale degli Ordini Professioni Infermieristiche in apertura dei lavori convocati proprio oggi 27 febbraio.

Anche così si è voluto ricordare il professionista e il giurista, il relatore e lo studioso, il diritto sanitario e la responsabilità professionale dal punto di vista della comunità infermieristica alla quale Luca Benci si onorava e ci onorava di appartenere e pungolare ogni scorrere delle 24 ore.

365 giorni dopo, e sembra ieri e ancora non credibile.

Un sentito e accolto richiamo da parte della d.ssa Barbara Mangiacavalli, e sono “Gesti che contano“, come recitava un manifesto IPASVI per il 12 maggio di del 1994.

continua
FNOPI

SUL MINUTO DI SILENZIO, PARLA FNOPI

3883a48de48d84c11dd70635370f8205

FNOPI su Giornata degli operatori sanitari e del volontariato: un minuto di silenzio per chi difende e ha difeso le persone dal virus

Nel giorno dedicato agli operatori sanitari e socio-sanitari e del volontariato (il 20 febbraio: legge 155/2020) la Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI), con oltre 454mila iscritti, si rivolge a tutti gli infermieri inviando loro una lettera  in cui tra l’altro si chiede, nel rispetto delle norme anti Covid, un minuto di silenzio a inizio di ogni turno di lavoro per onorare la memoria di tutti gli operatori sanitari, non solo infermieri, e di tutti i cittadini deceduti per Covid.

Un’altra lettera invece alle Associazioni di pazienti e cittadini che formano la Consulta FNOPI e rappresentano le persone per le quali gli infermieri sono in prima linea nella pandemia, non solo per assistere e curare, ma anche per non lasciare solo nessuno dalle corsie degli ospedali alle abitazioni dove quasi 400mila pazienti sono in isolamento domiciliare.

“E’ un momento particolare – si legge nella lettera – che vogliamo condividere con le altre professioni, con le organizzazioni di volontariato e in generale con tutti i cittadini, a cui abbiamo deciso di essere vicini, che vogliamo assistere e curare, con cui vogliamo avere una relazione di prossimità, e che non lasceremo mai soli”.

continua
FNOPI

VELOCIZZARE LA CAMPAGNA VACCINALE E RISPETTARE LE REGOLE

PROFESSIONI

Professioni sanitarie e sociali

Donne e uomini in prima linea contro CoVid lanciano  un doppio appello:

“Le istituzioni velocizzino la campagna vaccinale e i cittadini rispettino le regole per fermare il virus”

Il 20 febbraio è la Giornata nazionale dei professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato, un momento particolare che, come dice la legge 155/2020 che l’ha istituita lo scorso novembre, è voluto per onorarne il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio nel corso della pandemia di Coronavirus nell’anno 2020”.In questa giornata tutte le professioni ricordano chi non c’è più per colpa di Covid-19, ma anche chi per il virus si è ammalato e chi è in prima linea, attivo più che mai, per contrastare e fermare la pandemia.

Tutte le professioni però, vogliono essere vicine anche alle persone che per colpa di Sars-Cov2 hanno sofferto e soffrono.

continua
FNOPI

20 FEBBRAIO? ALMENO UN MINUTO DI SILENZIO

SILENZIO 4

La FNOPI invita tutti gli Ordini provinciali a sensibilizzare i propri iscritti in occasione della prima Giornata nazionale dei professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato (20 febbraio), chiedendo a tutti gli infermieri di osservare un minuto di silenzio a inizio turno, sabato, per onorare i colleghi deceduti.

È  importante sia aderire che far circolare l’appello al minuto di silenzio, per intima convinzione.

 

 

continua
FNOPI

PRESIDENTE CONSIGLIO MINISTRI ACCENNA, PRESIDENTE COMITATO CENTRALE CONFERMA

P_20200607_134713
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI: “Abbiamo bisogno di mobilitare tutte le energie su cui possiamo contare, ricorrendo alla protezione civile, alle forze armate, ai tanti volontari. Non dobbiamo limitare le vaccinazioni all’interno di luoghi specifici, spesso ancora non pronti: abbiamo il dovere di renderle possibili in tutte le strutture disponibili, pubbliche e private. Facendo tesoro dell’esperienza fatta con i tamponi che, dopo un ritardo iniziale, sono stati permessi anche al di fuori della ristretta cerchia di ospedali autorizzati. E soprattutto imparando da Paesi che si sono mossi più rapidamente di noi disponendo subito di quantità di vaccini adeguate. La velocità è essenziale non solo per proteggere gli individui e le loro comunità sociali, ma ora anche per ridurre le possibilità che sorgano altre varianti del virus.
continua
FNOPI

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: #SILENZIOPARLAFNOPI

Mario_Draghi_2021_(cropped)

Crescita professionale degli infermieri con il riconoscimento delle loro qualità assistenziali e dell’autonomia necessaria a garantire servizi e assistenza all’altezza di un Servizio sanitario davvero nazionale, universalistico ed equo.

Stop al precariato e alle soluzioni emergenziali per quanto riguarda la carenza di organici, che con la pandemia ha mostrato tutti i rischi che comporta per la salute dei cittadini.

continua
FNOPI

STRINGIAMOCI A COORTE, L’ITALIA CHIAMÒ

Screenshot_20210121-165629494 (1)

Li troviamo negli scaffali dei supermercati.

Ci associamo alla Fnopi per ringraziare pubblicamente tutti quanti stanno rinnovando, anche attraverso questa campagna con Mulino Bianco, la propria stima e vicinanza al progetto #NoiConGliInfermieri, un fondo di solidarietà decisivo per tutti i colleghi colpiti da #Covid19 e per le loro famiglie.

E a proposito di famiglie dei colleghi infermieri deceduti, i nostri “Abbracci” sono per loro, da nord a sud, da est ad ovest, dal Friuli alla Sicilia, dalla Valle d’Aosta alla Puglia, dalla Sardegna al Trentino.

Chiamasi: Italia.

continua
FNOPI

I VINCENTI SI RICONOSCONO ALLA PARTENZA

Marco-Spissu

Il VAX DAY, per alcuni Opi solo una giornata promozionale…, e’ una giornata invece miliare. L’infermiera  Barbara Mangiacavalli è la prima presidente di una Federazione nazionale di operatori sanitari che ha scelto di essere vaccinata come esempio verso i professionisti e la popolazione.

Un gesto forte, uno scatto bruciante, una traccia su dove si deve andare senza guardarsi indietro per vedere chi insegue.

Una tripla a fil di sirena: partita vinta.

 

continua