chiudi

FNOPI

FNOPI

EMERGENZA TERRITORIALE: EPPUR SI MUOVE

Immagine1

Medici e infermieri lavoreranno insieme: la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo) e quella degli Ordini delle Professioni infermieristiche (Fnopi), riunite a Roma, hanno deciso di aprire un Tavolo tecnico congiunto che elabori proposte concrete sulla questione dell’emergenza territoriale.

Obiettivi: qualificare le due professioni, che sono entrambe indispensabili nella gestione dell’emergenza, e trovare una soluzione unica a livello nazionale per offrire la migliore assistenza a tutti i cittadini.

continua
FNOPI

AL MINISTRO GIULIA GRILLO SULLE PARI DIGNITA’ E PROSPETTIVE PROFESSIONALI

Immagine1

Alla c. a. On. Giulia Grillo Ministro della salute

Gentile Ministro, abbiamo notato che in queste ultime settimane ha sottolineato in modo particolare la condizione di quelli che ha definito “medici fantasma”, quelli cioè che già lavorano nel nostro Ssn, ma con contratti atipici di ogni tipo, in totale assenza di controllo e di prospettive di futuro.

È un’osservazione tanto giusta quanto legata a un discorso ormai vecchio: le aziende sono pressate dalle esigenze di un’economia che altro non fa se non recuperare risorse proprio a scapito del personale pubblico e in questo caso, con tutti i pericoli che ne conseguono per la salute dei cittadini, in particolare del personale
del Ssn.

Ma c’è un dato che vorremmo sottolinearLe: giusto parlare di “medici fantasma”, tenga presente però che gli “infermieri fantasma” sono attualmente migliaia di più. Il riferimento è analogo a quello che riguarda i medici finché si parla di contratti atipici (o flessibili che dir si voglia) a tempo determinato: l’ultimo Conto annuale disponibile – quello del 2016 – riporta in questo senso 9.108 medici e 1.402 dirigenti sanitari non medici, ma anche 22.591 unità di personale non dirigente
di cui 11.652 (oltre la metà) sono infermieri.

continua
FNOPI

MED. 45, SI RILANCIA: É MUSICA PER L’INFERMIERISTICA

Immagine1

Sul sito istituzionale della Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri (FNOPI), che rappresenta gli oltre 441mila infermieri presenti in Italia, è pubblicato un primo piano in cui si fa il punto sui professori-infermieri presenti attualmente nelle Università, sottolineando che solo in 22 Università su 41 i docenti sono inseriti a pieno titolo nell’organico dei professori universitari: una carenza strutturale che impatta inevitabilmente sullo sviluppo disciplinare dello studente, che può contare praticamente solo su docenti a contratto annuale.

continua
FNOPI

A VOLTE RITORNANO DUBBI E TENSIONI STRUMENTALI SUI SERVIZI DI EMERGENZA

Immagine3

Non si gettino dubbi e tensioni strumentali sui servizi di emergenza.  Le professioni devono collaborare tra loro

I fatti accaduti a Chiavenna il 24 ottobre, dove una quattordicenne non ce l’ha fatta a raggiungere l’ospedale dopo una crisi sopraggiunta e nonostante i soccorsi immediati, si sono trasformati in un manifesto di categorie professionali che scavalcando l’organizzazione dei servizi dell’emergenza urgenza riconosciuta a livello internazionale – e anzi in Italia ancora non del tutto sviluppata come in altri Paesi – genera tensione nei cittadini, insicurezza verso altre professioni e non risolve i problemi  dell’emergenza.

In questo caso, ciò che stupisce è che la Fnomceo, famosa per le sue campagne a cui anche la Fnopi spesso aderisce, per la promozione dell’immagine positiva del Ssn, sia stata la prima ad utilizzare una sciagura come quella accaduta a Chiavenna per dichiarazioni che sicuramente mettono tensione nella popolazione e gettano sospetto sull’attuale organizzazione dei servizi di emergenza.

continua
FNOPI

SU PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA

Immagine4

La Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) ha appena pubblicato sul suo sito istituzionale una notizia relativa alla presentazione agli Ordini delle linee guida su anticorruzione e trasparenza, prime in Italia in questo senso ed è finalizzato a supportare gli Ordini nella redazione del proprio Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza.

Il documento è stato realizzato  da un task team coordinato dalla Federazione e composto da un gruppo di lavoro del Dipartimento di management e diritto dell’Università di Tor Vergata e anche da referenti degli Ordini provinciali.

continua
FNOPI

GIRO DI VITE AGLI ISCRITTI LIVOROSI, RANCOROSI E IMPROPRIAMENTE ATTORI NEI SOCIAL

Immagine3

Anna Ralfi, Alessandra Ferrari (declassati da fake queens a fake kings…) e dintorni sono avvisati. (ndr)

COMUNICATO STAMPA

Infermieri: stop all’uso improprio dei social. Federazione e Ordini pronti ad azioni disciplinari  per chi mortifica la professione e mette in cattiva luce i colleghi

Condotte inopportune degli Infermieri sui social? Altolà della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) che rappresenta gli oltre 440mila professionisti presenti in Italia (il più grande Ordine professionale italiano.

I 102 presidenti degli Ordini provinciali riuniti nel Consiglio nazionale hanno sottoscritto un documento sulla condotta dei loro iscritti sui social.

Guai all’infermiere che qualificandosi tale agisce sui social e sul web, magari creando anche un profilo fake,  mancando di decoro, di rispetto, usando turpiloquio, rinunciando a ogni possibilità di confronto costruttivo e sereno, parlando senza cognizione di causa sia in merito a evidenze scientifiche sia in merito a una consapevolezza ragionata dei fenomeni di cui discute: Federazione e Ordini provinciali interverranno sul piano disciplinare.

continua
FNOPI

FNOPI: QUALE RAPPORTO TRA PROFESSIONISTI, COMPETENZE E TERRITORIO

photo-1526314339866-9c8fead21545

“Niente soluzioni con ingressi massivi di giovani medici sul territorio: infermieri e medici di famiglia diano vita a micro-équipe per l’assistenza”Il ministro della Salute Giulia Grillo ha lanciato in questi giorni l’allarme sui medici con contratti a termine che non riescono a integrarsi nel sistema per i pochi posti (per la medicina generale, ma anche per le specializzazioni), gli scarsi finanziamenti e varie incompatibilità.

Come ha sempre ribadito la Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche a mancare davvero è soprattutto un serio ed equilibrato rapporto tra i professionisti che si realizzi attraverso lo sviluppo delle competenze.

continua
FNOPI

INFERMIERI, ABITANTI, PRESTAZIONI ASSISTENZIALI, CRONICITA’: NON SOLO NUMERI

Immagine2

Allarme Ocse e Oms: “Avete pochi infermieri rispetto agli abitanti per l’efficienza dell’assistenza e per affrontare le sfide emergenti di cronicità e invecchiamento”

Italia nella bassa classifica del rapporto tra infermieri e abitanti con servizi e assistenza a rischio.

Parla chiaro l’Ocse: “Gli italiani invecchiano e la domanda di assistenza sanitaria sale. La popolazione italiana è una delle più vecchie al mondo: quasi il 20% supera i 65 anni di età e, secondo i dati Istat, nel 2050 circa l’8% degli italiani avrà più di 85 anni. Il sistema sanitario italiano, al momento, potrebbe non essere in grado di far fronte a questi cambiamenti, in particolare per quanto riguarda il rinnovo e l’assunzione del personale infermieristico. Si calcola che la carenza di infermieri, già importante soprattutto al Nord, aumenti ogni anno a causa dello squilibrio tra i pensionamenti (17 mila all’anno) e le nuove assunzioni (8 mila all’anno).

continua
FNOPI

CSM, CONSIGLIO FORENSE, FNOPI SOTTOSCRIVONO IL PROTOCOLLO PER L’ALBO DEI PERITI E DEI CONSULENTI TECNICI

Immagine21

COMUNICATO STAMPA

Legge 24/2018: Csm, Consiglio nazionale forense e Fnopi firmano il protocollo

Intesa tra infermieri, magistrati e avvocati per gli Albi di periti e consulenti tecnici. Mangiacavalli (FNOPI): “Una tappa importante per la professione infermieristica”

Protocollo d’intesa tra Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri (FNOPI), Consiglio nazionale forense e Consiglio superiore della Magistratura.

Obiettivo: applicare la legge 24/2017 (responsabilità sanitaria)  per quanto riguarda la professione infermieristica con “parametri qualitativamente elevati per la revisione e la tenuta degli albi (dei periti e dei consulenti tecnici tenuti dai Tribunali, ndr.), affinché, in tutti i procedimenti civili e penali che richiedono il supporto conoscitivo delle discipline mediche e sanitarie, le figure del perito e del consulente tecnico siano in grado di garantire all’autorità giudiziaria un contributo professionalmente qualificato e adeguato alla complessità che connota con sempre maggiore frequenza la materia”.

continua