chiudi

ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

CLAMOROSO AL QUADRIVIO: SEGRETARIA OPI NUORO CONTRO IL COMITATO CENTRALE FNOPI

photo-1618938349856-b81ae295bc9b

Classe 1960, la segretaria dell’Ordine Professionale Infermieristico di Nuoro scivolerebbe nella violazione dell’art. 28 del Codice Deontologico Infermieristico, che per il ruolo ricoperto dovrebbe essere la prima a tutelare ed osservare.

E poiché errare è umano ma perseverare è diabolico e non sarebbe la prima volta che si sovraespone incurante dello spazio social e delle regole per il suo corretto utilizzo prima come infermiera pur in quiescenza e poi come componente il direttivo di un ordine di diritto pubblico non economico, sarebbe il caso di attenzionare tali scomposte fughe in avanti.

Il bicchiere del diritto di espressione di critica e la libertà di pensiero è sempre mezzo vuoto o mezzo pieno: si travalica il sottile fine tra il troppo o il mai troppo poco in un niente.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

OBBLIGO VACCINALE: IL PUNTO DI VISTA ORDINISTICO PARTE III

photo-1519744792095-2f2205e87b6f

Obbligo di vaccinazione per sanitari, il chiarimento di Opi Firenze-Pistoia

Massai: «L’Ordine deve solo comunicare l’elenco degli iscritti, che è già pubblico»

Firenze, 16 aprile 2021 – «Alcuni infermieri credono che l’Ordine debba comunicare chi dei suoi iscritti si è vaccinato, chi è a favore, chi è contrario: niente di tutto ciò». Così Danilo Massai, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche interprovinciale Firenze Pistoia chiarisce i termini del Decreto 44 dello scorso 1/4/2021, con cui il Governo ha sancito l’obbligo di vaccinazione contro il Covid-19 per i professionisti sanitari e il relativo dovere, per gli ordini professionali, di comunicare le liste degli iscritti.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

CAMPANIA: DIFFIDA A DE LUCA SULL’AFFIDO AGLI OSS

LAPR1163-U3120115433360jGD-U32501484349721MfG-414×232@Corriere-Mobile-Nazionale_M
COMUNICATO STAMPA
INFERMIERI CAMPANIA DIFFIDANO GOVERNATORE DE LUCA
“Non sostituiamo gli infermieri con gli operatori sociosanitari”
Il Coordinamento regionale degli Ordini delle professioni infermieristiche della Campania si oppone con fermezza alla possibilità di utilizzare gli Operatori sociosanitari (Oss) in luogo degli infermieri come ipotizzato in alcune Regioni italiane. Con una lettera inviata al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, i presidenti Opi di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno diffidano il Governatore dall’ intraprendere iniziative e atti volti ad affidare, anche solo temporaneamente, ad altre figure professionali attività proprie dell’infermiere. “Considerando che l’attività sanitaria in generale si prefigge di garantire adeguata assistenza al paziente e pur rispettando la professionalità e il ruolo che gli operatori sociosanitari svolgono nel nostro sistema sanitario, reputiamo inammissibile l’affido, anche solo in parte, delle competenze propriamente infermieristiche a personale diverso dal profilo professionale dell’infermiere”, scrivono i presidenti preoccupati di quanto sta già avvenendo in altre Regioni d’Italia.
continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

OBBLIGO VACCINALE: IL PUNTO DI VISTA ORDINISTICO PARTE II°

Vaccino-2

Riceviamo e pubblichiamo, ben felici di constatare il pieno recupero e rientro al lavoro del Presidente Opi PN dr. Luciano Clarizia. (Ndr)

 

Finalmente ieri il Governo ha approvato il Decreto che obbliga gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, socio sanitarie e socio assistenziali, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie e studi professionali, a vaccinarsi contro il COVID.

La vaccinazione sarà requisito essenziale per l’esercizio della professione. Per chi rifiuta è previsto lo spostamento a mansioni anche inferiori con il trattamento economico corrispondente e se ciò non sarà possibile, per il periodo di sospensione non è dovuta la retribuzione.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

OBBLIGO VACCINALE: IL PUNTO DI VISTA ORDINISTICO PARTE I°

photo-1500252124339-44ed473934dd

Riceviamo da Opi Treviso e pubblichiamo.

E siamo dovuti arrivare a questo….:

all’obbligo vaccinale degli operatori sanitari….

Come Presidente dell’ordine professionale infermieristico di Treviso fin dall’arrivo del vaccino ho dichiarato concetti forti, etici e deontologici, ho sopportato insulti, minacce, ma ho continuato a non arrendermi…

Con discussioni a volte anche accese sono riuscita a far comprendere ad alcuni colleghi l’importanza di una scelta etica, deontologica e responsabile. Ne ho spesa tanta di energia pur avendo tantissime persone contro e direi, poco appoggio da chi invece forse doveva esserci.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

DOPO LA ASL, LA PROVINCIA: OPI CARBONIA IGLESIAS RADDOPPIA

photo-1608498794353-3844bb6a11ea

Le determinate manifestazioni pubbliche organizzate dall’Opi Carbonia Iglesias in 4 dibattiti in altrettanti consigli comunali tra Calasetta, Carbonia e Sant’Antioco sul finire del 2019, dopo il ritorno della Asl Sulcis hanno portato a casa della comunità Infermieristica del Sulcis Iglesiente anche il rientro della Provincia, che era passata nel Sud Sardegna.  Soddisfazione in casa ordinistica, il presidente dell’Opi Graziano Lebiu: “ci siamo battuti come leoni per avere in tempi non sospetti il diritto-dovere di suggerire al Consiglio Regionale la contestuale riforma degli enti locali per dare gambe e respiro alla collegata riforma della rete ospedaliera. Abbiamo adesso sia la Asl che la Provincia, a testimonianza che le letture politiche dell’Ordine sul cosa fare come per i cittadini del nostro territorio erano sussistenti e del tutto necessarie, e che le battaglie per il Sulcis Iglesiente vedono gli infermieri in prima fila e mai tra le seconde linee. Ringraziamo il Consiglio Regionale e chi ci ha sostenuto partecipando direttamente e fattivamente agli inviti a fare delle nostre iniziative per il territorio un evento di tutti.”

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

INFERMIERI IN PANCHINA, COMUNQUE TITOLARI

photo-1482267521984-091e6f69ea29
Nell’ultimo incontro tenutosi tra la Presidente FNOPI Mangiacavalli, il portavoce della Federazione
Aceti e il Coordinatore della Struttura Commissariale per l’emergenza Covid-19 Generale Figliuolo,
si è parlato di:
 Evoluzione della Professione Infermieristica e piena autonomia;
 Infermieri punto di riferimento sul territorio;
 Integrazione degli Infermieri nei servizi e con gli altri professionisti a garanzia di efficienza e
multiprofessionalità;
 Riconoscimento del ruolo professionale degli infermieri per il loro inserimento a “pieno
titolo” nella campagna vaccinale;
continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

PIOMBO CONTRO

licensed-image

Alla vita ordinistica si partecipa contestualmente, se non si va a votare e se non difendono le proprie idee in assemblea e/o nei momenti istituzionali convocati, i comunicati ex post sono una testimonianza residuale fine a se stessa. Tra le righe, resta un problema di fondo che è giusto comunque sottolineare nella sua interezza (ndr).

 

La lista “Voglio Ordine” contesta la governance

ROVIGO – Il gruppo di infermieri della lista Gruppo Infermieri “Voglio Ordine” contesta l’elezione di Denis Piombo a presidente dell’ordine delle professioni infermieristiche di Rovigo. “Noi – dice Roberto Roccaro – non siamo andati a votare. Ancora prima delle elezioni abbiamo evidenziato alcune irregolarità nello svolgimento delle procedure elettorali che abbiamo provveduto a segnalare agli organi competenti. Su 2062 iscritti sono andati a votare solamente 130, di cui 25 dell’unica lista presentata e candidata, in quanto tutti gli avversari sono stati esclusi attraverso una dubbia procedura di validazione, senza dare alcuna possibilità di instaurare un dibattito democratico”.

continua