chiudi

ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

GLI E.C.G. NON COMPETONO AGLI OSS

Immagine2

Egregio Presidente,

con la nota in oggetto codesto sindacato chiedeva allo scrivente Ordine Professionale un parere sulla possibilità per gli Operatori Socio Sanitari di eseguire, in autonomia, elettrocardiogrammi.

La figura ed il profilo professionale dell’operatore socio sanitario sono stati individuati con Provvedimento del 22 febbraio 2001, a seguito dell’accordo Stato – Regioni.

In particolare, per quanto qui interessa, sulla base delle competenze tecniche individuate nell’allegato B del su citato provvedimento, l’OSS “in sostituzione e appoggio dei familiari e su indicazione del Personale preposto è in grado di:

  • aiutare per la corretta assunzione dei farmaci prescritti e per il corretto utilizzo di apparecchi medicali di semplice uso”.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

CREARE AL CAREGGI UN DIPARTIMENTO INFERMIERISTICO OSTETRICO

Immagine6

«Creare un Dipartimento infermieristico-ostetrico, per migliorare, in primo luogo, l’assistenza ai malati». È quanto tornano a chiedere alla direzione dell’ospedale di Careggi Danilo Massai e Fabio Valente, rispettivamente presidente e consigliere dell’Ordine delle professioni infermieristiche interprovinciale Firenze-Pistoia. «Se non si risolvono alcune criticità, si rischia che, rispetto agli ottimi interventi chirurgici e percorsi medico-specialistici dell’ospedale fiorentino, si abbassi progressivamente il livello della qualità di assistenza alla persona», aggiungono.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

ANCORA VIOLENZE: INFERMIERA AGGREDITA IN CARCERE

Immagine2

Infermiera aggredita in carcere a Sollicciano

La solidarietà di Opi Firenze Pistoia

Firenze, 21 agosto 2019 – «Purtroppo ci troviamo ancora una volta a raccontare un episodio di violenza ai danni del personale infermieristico. Un fatto che ci porta nuovamente a sottolineare la necessità di migliorare il contesto in cui gli infermieri si trovano ad operare, per tutelare il loro lavoro e, insieme, la salute dei pazienti. Alla collega infermiera aggredita a Sollicciano va intanto tutta la nostra vicinanza e solidarietà».

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

SEMAFORO VERDE SULLA VERIFICA REQUISITI LEA, ACCREDITAMENTI, ACCREDITI

Immagine11

Inchiesta per peculato, blitz dei carabinieri nelle sedi Aias

I militari vogliono accertare l’uso dei fondi destinati dalla Regione all’associazione

Un blitz improvviso in quattro sedi dell’Aias a Domusnovas, Cortoghiana, Monastir e Decimomannu.

I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della procura di Cagliari stanno eseguendo una verifica sui “Lea”, i livelli essenziali di assistenza nei quattro centri, ordinata dalla procuratrice Maria Alessandra Pelagatti e dal sostituto Andrea Vacca.

I controlli riguardano l’inchiesta aperta per peculato alcuni mesi fa: l’obiettivo è accertare l’uso dei fondi destinati dalla Regione all’associazione assistenza spastici.

Al momento non ci sono indagati.

Come ampiamente segnalato il 18 Luglio 2019 (ndr)

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

IL GARANTE DELLA PRIVACY SU AO E ISCRITTI OPI

Immagine18

Un’Azienda ospedaliera chiedeva di poter trasmettere i dati del personale infermieristico al relativo Ordine che intendeva svolgere alcuni controlli sulle iscrizioni.

Il Garante ha però bloccato tale procedura affermando che «Le strutture sanitarie non possono trasmettere in modo massivo i dati di tutto il loro personale infermieristico all’Ordine professionale di riferimento. L’Ordine delle professioni infermieristiche, nello svolgimento degli specifici compiti istituzionali di vigilanza e disciplinari, può infatti trattare i dati di chi abbia richiesto l’iscrizione all’albo».

Spetta infatti al datore di lavoro l’obbligo di effettuare le necessarie verifiche sul possesso dei requisiti professionali previsti per l’accesso a specifici impieghi, come appunto l’iscrizione al relativo albo.

continua
ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

RADIO DISCRIMINAZIONE E’ SEMPRE SINTONIZZATA

Immagine4

«Io discriminata perché affetta da una patologia cronica»

La denuncia di un’infermiera a Opi Firenze-Pistoia

La ragazza, neolaureata, ha partecipato a un colloquio con una cooperativa per una Rsa toscana

Firenze, 19 giugno 2019 – Un caso di discriminazione verso una persona affetta da una patologia cronica. A denunciarlo è Opi Firenze-Pistoia, l’ordine delle professioni infermieristiche delle due province, dopo la segnalazione di un’iscritta, residente nella provincia di Firenze.

continua