chiudi

Camera dei deputati

Camera dei deputati

ADELANTE, ADELANTE: DDL LORENZIN CAPO II PROFESSIONI SANITARIE DOPO COMMISSIONE AFFARI SOCIALI 28/9

5896b_SKYVivo_PasoAdelante_b

Commissione Affari Sociali aggiornata al 28 settembre 2017
Deleghe al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali, nonché disposizioni per l’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute (C. 3868 Governo, approvato dal Senato)
Capo II PROFESSIONI SANITARIE Art. 3.  (Riordino della disciplina degli Ordini delle professioni sanitarie).
Al decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, ratificato dalla legge 17 aprile 1956, n. 561, i capi I, II e III sono sostituiti dai seguenti: «Capo I DEGLI ORDINI DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Art. 1. – (Ordini delle professioni sanitarie). – 1. Nelle circoscrizioni geografiche corrispondenti alle province esistenti alla data del 31 dicembre 2012 sono costituiti gli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, dei veterinari, dei farmacisti, dei biologi, dei fisici, dei chimici, delle professioni infermieristiche, della professione di ostetrica e dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Qualora il numero dei professionisti residenti nella circoscrizione geografica sia esiguo, in relazione al numero degli iscritti a livello nazionale, ovvero sussistano altre ragioni di carattere storico, topografico, sociale o demografico, il Ministero della salute, sentite le rispettive Federazioni nazionali e d’intesa con gli Ordini interessati, può disporre che un Ordine abbia per competenza territoriale due o più circoscrizioni geografiche confinanti ovvero una o più regioni. 1-bis. Per l’esercizio di funzioni di particolare rilevanza, il Ministero della salute, sentite le rispettive Federazioni nazionali e d’intesa con gli Ordini interessati, può disporre il ricorso a forme di avvalimento o di associazione tra i medesimi.

continua
Camera dei deputati

LA PERLA DEL GIORNO: I BIMBI VACCINATI? COME POLLI DA BATTERIA

arton31856-2d1b6

Discutibile (professionalmente parlando per quel poco di professionale che ci accomuna) presa di posizione dell’infermiere On. Andrea Cecconi (M5S), sul tema delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini in età scolare previste dal DL Lorenzin. Del paragone dei bambini vaccinati come a dei “polli in batteria” non ci si può che vergognarsene.

continua
Camera dei deputati

DEPUTATI SARDI AI MINISTRI DEL LAVORO E DELL’INTERNO: SI PUO’ COMMISSARIARE IL RE NUDO?

renudo

Con una interrogazione urgente al ministro dell’Interno Marco Minniti e del Lavoro Giuliano Poletti, i deputati sardi del Pd Francesco Sanna, Caterina Pes, Paola Pinna, Giovanna Sanna e Gianpiero Scanu chiedono un intervento del Governo che “scongiuri conseguenze negative sui pazienti e la qualità del servizio della Fondazione Stefania Randazzo e dell’Aias Sardegna“.

continua
Camera dei deputati

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE A SEGUITO DI ESPOSTO FSI-USAE SUL DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE LOCRI

CAMERA DEI DEPUTATI1

Lorenzin verifichi mancanza requisiti direttore sanitario ospedale Locri  “In ambito medico uno dei presupposti basilari per ricoprire un ruolo dovrebbe essere possedere le competenze adatte. Tuttavia a volte, anche in virtù del regolamento per la ricollocazione e la mobilità del personale dirigenziale, questo non avviene. Un esposto della F.S.I.- Federazione Sindacati Indipendenti ha denunciato, proprio in virtù delle competenze, il ricollocamento del dott. Vincenzo Schirippa come Direttore sanitario dell’Ospedale di Locri. Analizzando documenti e leggendo il curriculum del dott. Schirippa, in effetti, non emergono i requisiti necessari per ricoprire tale posizione, ne alcuna comprovata esperienza formalmente documentata. Abbiamo quindi chiesto chiarimenti al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Innanzitutto vorremmo sapere se il Ministro è a conoscenza dell’esposto, ma soprattutto quali iniziative intenda mettere in campo per verificare la posizione del dott. Schirripa e poi se intenda attivarsi affinchè venga ripristinata una situazione di piena legalità”. Lo afferma in una nota Pietro Laffranco deputato di Forza Italia.

continua
Camera dei deputati

LEGGE STABILITA’: VIA LIBERA A 113 MLD PER LA SANITA’ E 450 MLN PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

bottoni-si-no

Via libera della Camera alla legge di stabilità. I sì sono stati 290, contrari in 118. Il testo approderà al Senato per la seconda lettura solo nella settimana dopo il voto, ovvero da martedì 6 dicembre. Per la sanità – ha detto Renzi – “le polemiche stanno a zero, c’è un aumento a 113 mld, due in più rispetto all’anno scorso, più il fondo per la non autosufficienza che è 450 mln con un più 50 mln rispetto all’anno scorso”.  “Alcune buone notizie ulteriori – ha detto ancora Renzi – sono arrivate dal passaggio alla Camera. E’ ricca di buone notizie e non è all’Achille Lauro”. 

continua
Camera dei deputati

EMENDAMENTO ALLA LEGGE DI BILANCIO PER MODIFICARE I COMMISSARIAMENTI DEL COMPARTO SANITA’?

fotolia_77748089_l-30yht853dw5k31ioh1oqa2

Un emendamento alla legge di bilancio firmato da tre parlamentari dem campani potrebbe modificare i commissariamenti del comparto Sanità. Le regioni interessate al piano di rientro sono 8, tutte a guida Pd: Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Sicilia, Calabria, Puglia e, fino al 31 dicembre, Piemonte. Una legge del 2014 ha imposto commissari di nomina governativa. Se passasse l’emendamento, il presidente della regione potrebbe chiedere l’incarico per sé ma la decisione finale spetterebbe al governo.

continua
Camera dei deputati

CAMERA DEI DEPUTATI A.C. 3868: PROSEGUONO ITER E AUDIZIONI SU ORDINI PROFESSIONI SANITARIE

logo-camera

CAPO II PROFESSIONI SANITARIE ART. 3. (Riordino della disciplina degli Ordini delle professioni sanitarie).

1. Al decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, ratificato dalla legge 17 aprile 1956, n. 561, i capi I, II e III sono sostituiti dai seguenti: « CAPO I DEGLI ORDINI DELLE PROFESSIONI SANITARIE ART. 1. – (Ordini delle professioni sanitarie). – 1. Nelle circoscrizioni geografiche corrispondenti alle province esistenti alla data del 31 dicembre 2012 sono costituiti gli Ordini dei medici-chirurghi e degli odontoiatri, dei veterinari, dei farmacisti, dei biologi, dei fisici, dei chimici, delle professioni infermieristiche, della professione di ostetrica e dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Qualora il numero dei professionisti residenti nella circoscrizione geografica sia esiguo ovvero sussistano altre ragioni di carattere storico, topografico, sociale o demografico, il Ministero della salute, su proposta delle rispettive Federazioni nazionali e d’intesa con gli Ordini interessati, può disporre che un Ordine abbia per competenza territoriale due o più circoscrizioni geografiche confinanti. 2. Gli Ordini e le relative Federazioni nazionali:

continua