chiudi

Aziende Universitarie

Aziende Universitarie

AOU NOVARA: L’ORA CHE NON HA PIU’ SORELLE. INCONTRO PUBBLICO SULL’ATTUALITA’ DEL FINE VITA

finevita

Ufficio Stampa  – Azienda ospedaliero-universitaria  “Maggiore della Carità” di Novara.  Comunicato  stampa    – L’ora che non ha più sorelle”

La Giornata del Sollievo, che il 31 maggio giunge alla sedicesima edizione, fu istituita con direttiva emanata nel 2001 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri allo scopo di “promuovere e testimoniare, attraverso idonea informazione e tramite iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale, non potendo più giovarsi di cure destinate alla guarigione”.

continua
Aziende Universitarie

DOPO NAS E PROCURA, IN AZIONE LA DIREZIONE POLICLINICO BARI CONTRO I TANGENTISTI DEL PRELIEVO A DOMICILIO

VENTI EURO

Alcuni infermieri del Policlinico, dietro il pagamento di 10 o 20 euro, si recherebbero a casa dei pazienti per effettuare i prelievi di sangue. E’ quanto denunciato in un esposto molto dettagliato recapitato ai carabinieri del Nas che hanno già effettuato delle verifiche. Una prima informativa è stata già depositata in Procura, secondo quanto trapela sarebbero una decina gli infermieri che svolgerebbero illecitamente questa attività. Allo stesso tempo anche il Policlinico ha avviato una propria indagine interna e sta collaborando con gli inquirenti per stanare gli “abusivi”.

continua
Aziende Universitarie

AOU MAGGIORE DELLA CARITA’, NOVARA: SCIOPERO GENERALE

download-5

COMUNICATO STAMPA 8 marzo 2017: sciopero generale. Si informa che: mercoledì 8 marzo 2017, si terrà lo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata, indetto da SLAI COBAS, USB,SIAL-COBAS, USI-AIT,SGB, ADL COBAS e USI. Sciopero generale nel settore sanitario e socio-sanitario di tutte le Aziende pubbliche e private per l’intera giornata dell’8 marzo 2017,  indetto da CUB Sanità

continua
Aziende Universitarie

VIAGGIO TRA I REDDITI DEI PAPERONI IN CAMICE BIANCO IN AOU PISA

cover_news_reddito_adepp

PISA. Certo, in cima alla top ten non c’è più lui e non c’è più quella cifra: Stanislao Rizzo e, una casella più in là, 1,1 milioni di euro. Ma in fondo gran parte dei guadagni del super chirurgo dell’occhio proveniva dalla sua attività privata, non era costituita da “spese” a nostro carico, semmai un fiore all’occhiello per Cisanello. Anche se proprio con la Finanziaria di due anni fa è finita l’era dello stop totale al turn over e del blocco ad ogni scatto di anzianità che consentiva all’Azienda ospedaliero-universitaria di Pisa di risparmiare. Così sono tornati a costarci un po’ di più. Così, l’Aoup nel 2015 ha speso per gli stipendi dei suoi 967 camici bianchi 74,6 milioni, 2 milioni in più di quanto avesse sborsato un anno prima. E di altri due milioni è salita la spesa anche nell’anno appena trascorso, se il consuntivo a giugno confermasse le previsioni del bilancio preventivo 2016. Effetto dell’aumento di alcune indennità professionali maturate proprio nel 2015, una delle quali scattata per i medici che da 5 o 15 anni lavorano in esclusiva per il pubblico. Anche se da un paio di anni e per i prossimi tredici l’azienda guidata dal direttore generale Carlo Tomassini spenderà 19 milioni in più del previsto per pagare 20 prof dopo aver siglato una convenzione con l’Università contro cui i sindacati dei medici hanno presentato un esposto alla Corte dei Conti. Ma che sia l’ateneo o l’Aoup a pagare, quella pisana resta una sanità d’eccellenza, capace di trainare la Toscana in testa alle classifiche italiane in quasi tutti i campi della chirurgia del tumore: dalla tiroide al colon, dal polmone al rene ci sono moltissimi reparti finiti anche quest’anno ai vertici delle valutazioni Agenas, le pagelle assegnate dalla Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali in base agli esiti degli interventi chirurgici e dei ricoveri.

continua
Aziende Universitarie

ROMA, POLICLINICO UMBERTO I: PROCEDURA PER 200 INFERMIERI ESTERNALIZZATI CON AGENZIA INTERINALE

curriculum

Policlinico Umberto I apre la procedura per 200 infermieri esternalizzati attraverso agenzia interinale. “I decreti firmati dal presidente Zingaretti gli ultimi giorni dell’anno appena trascorso e che avrebbero dovuto riportare la Regione Lazio nella normalità garantendo alle migliaia di precari della Sanità Laziale di vedere riconosciuto il lavoro svolto in questi ultimi 10 anni e di poter ambire alla stabilizzazione sono nei fatti smentiti da quando nella tarda mattinata è stato deliberato dalla Direzione generale del Policlinico Umberto I che ha aperto la procedura per affidare ad una ennesima agenzia interinale la somministrazione di ben 200 infermieri”. Lo dichiarano in una nota i Segretari Generali Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale – Rieti, Uil Fpl Roma Lazio, Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini.

continua
Aziende Universitarie

NIDO AZIENDALE PER 40 FIGLI DI 5200 DIPENDENTI AOU CAREGGI

bambini-asilo-324×230

“Il Giardino dei grilli” è il nome del Nido d’infanzia di Careggi, inaugurato oggi e destinato alle famiglie dei dipendenti (circa 5mila200) dell’azienda ospedaliero-universitaria. E’ stato realizzato dal restauro e l’ampliamento (fino agli attuali 682 metri quadri su due livelli) di una casa colonica nella zona collinare dietro l’ospedale, in fondo a viale Pieraccini: può accogliere 40 bambini tra i 3 e i 36 mesi e sarà  gestito dalla cooperativa l’Abbaino, del gruppo Co&So. Il Nido è stato realizzato recuperando un antico fabbricato rurale, con un giardino di 2mila metri quadri, che faceva parte degli annessi alla Villa Medicea di Careggi: 1,2 milioni di euro il costo totale dell’operazione (154mila euro dalla Regione e il resto dall’azienda ospedaliera).

continua
Aziende Universitarie

DG AOU SANT’ANNA FERRARA: RESPINGO LE CRITICHE SUL PIANO DI RIENTRO

anticorruzione-trasparenza-pa

 “Qualcuno dovrebbe informarsi e pensarci bene prima di dare giudizi sommari, anche in virtù del ruolo che ricopre”. Non le manda a dire il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, Tiziano Carradori, dopo le critiche di poca trasparenza, in merito all’annuncio piano di rientro imposto all’Azienda dal Ministero, mossegli nei giorni scorsi dalla consigliera regionale pentastellata Raffaella Sensoli.

continua