chiudi

Aziende Sanitarie

Aziende Sanitarie

NO VAX: ASL BRINDISI TRASFERISCE, FP CGIL PROTESTA

Screenshot_20210319-171610625_1

Ferie forzate e trasferimenti per infermieri e medici che hanno rifiutato il vaccino”: la Asl di Brindisi mette in sicurezza Rianimazione e pronto soccorso

Per la prima volta viene dato seguito al provvedimento regionale e dispone l’allontanamento di chi non è vaccinato. a rischio la tenuta dei reparti. Insorgono i sindacati: “Il rifiuto di vaccinarsi, non è paragonabile al Tso”

Richiesto l’allontanamento degli operatori sanitari non vaccinati contro il Covid. La Asl di Brindisi dà seguito al provvedimento regionale e dispone l’allontanamento di medici, infermieri e operatori socio sanitari che non si sono sottoposti alla vaccinazioni per contrastare il Covid.

continua
Aziende Sanitarie

ASL BA, AVVISO AI NAVIGANTI

photo-1598743995384-3186c4615748

Informiamo lavoratori che è appena terminato l’incontro con la Direzione Generale in ordine all’opzione di supporto in favore dell’AOUC Policlinico per l’attivazione dell’Ospedale COVID in Fiera del Levante.

Queste Segreterie hanno innanzitutto respinto con fermezza l’ipotesi di chiusura della Rianimazione e della Pneumologia dell’Ospedale San Paolo trasferendo i posti letto ed il personale nell’ospedale in Fiera evidenziando che una operazione di questo tipo non solo non aggiunge un posto letto all’attuale offerta dei servizi, ma impoverisce l’Ospedale San Paolo mettendone a rischio l’erogazione delle prestazioni in sicurezza.

continua
Aziende Sanitarie

ASSL ORISTANO: RICONOSCIMENTO PER QUASI TUTTE…

0000

Zero. Nessuna infermiera tra le donne presenti ed omaggiate. L’ipocrisia viaggia veloce anche nelle parole di commento delle dirette interessate: “questo riconoscimento è per tutte”. Per tutte quali? Se la squadra è in maggioranza infermieristica, il riconoscimento sarebbe state per le direttrici delle unità operative e non viceversa. Persa una ennesima occasione per dare a Cesare quel che è di Cesare. (Ndr

continua
Aziende Sanitarie

IN ASSL NORD SI CHIEDE, IN ASSL NORD SI NEGA. SEPARATI IN CASA?

photo-1597098494474-5847752bbc47
I SINDACATI OSTEGGIANO IL
“MENEFREGHISMO” DIMOSTRATO DALL’ASST NORD MILANO A DANNO DEI LAVORATORI! LA DIREZIONE ASST NORD MILANO NEGA VOLUTAMENTE IL
MONITORAGGIO SIEROLOGICO POST-VACCINO AL PERSONALE!
Le OO.SS. del Comparto Sanità e della Dirigenza Medica: FIALS, ANAAO Assomed, Aaroi-
Emac, UIL FPL ed ANPO, DENUNCIANO il gravissimo e negligente comportamento assunto
dall’ASST Nord Milano nel pieno dell’emergenza pandemica. Un vero e proprio SCHIAFFO al
personale del Comparto e della Dirigenza medica che si è sottoposto, da fine dicembre 2020 a
febbraio 2021, sia alla prima che alla seconda dose di richiamo del vaccino anti COVID-19, al
quale viene NEGATA la possibilità, su base volontaria, di essere sottoposto allo scrupoloso
monitoraggio sierologico.
continua
Aziende Sanitarie

PIOVE SUL BAGNATO DELL’INSICUREZZA SUL LAVORO IN ASSL CARBONIA

photo-1533511627347-4d1b893e1ad9

“Ospedale Sirai, Covid-19: nuova, durissima, diffida da 30 dipendenti all’azienda sanitaria “per mancato rispetto delle norme di sicurezza”

Le polemiche in merito al, presunto, mancato rispetto delle norme di sicurezza all’ospedale Sirai di Carbonia sembravano essersi sopite dopo gli impegni presi dal nuovo Commissario dell’Assl locale Gianfranco Casu, in particolare nell’ultima conferenza socio-sanitaria, dopo alcune roventi settimane (successive all’individuazione di alcuni focolai di Covid-19 dentro la struttura e a una presa di posizione di alcuni medici: https://www.nodas.it/2021/01/06/covid-19-dopo-lespandersi-di-alcuni-focolai-allospedale-sirai-la-situazione-si-fa-sempre-piu-difficile-e-complicata-da-gestire/ ) che avevano registrato prima un’ispezione del NAS dentro la struttura sanitaria e poi un esposto alla Procura della Repubblica di una quarantina di dipendenti.

continua
Aziende Sanitarie

UNA DOMANDA SORGE SPONTANEA: CHI RIFIUTA IL VACCINO E POI SI INFETTA, HA DIRITTO ALLE COPERTURE INAIL?

b042d581d5bf9747f41315ccec85ca71-kc2c-u32301556510926twd-656x492corriere-web-sezioni_414x232_M

Covid, positivi 15 infermieri che hanno rifiutato il vaccino. L’Inail dovrà decidere se hanno diritto a tutele per infortunio sul lavoro

A Genova il primo caso: la risposta sarà un precedente. Gli uffici della sede regionale sono orientati a escludere conseguenze penalizzanti per chi ha rifiutato l’immunizzazione. Tanto più che il diniego può dipendere da motivi sanitari. Il direttore amministrativo del San Martino non concorda: “Si è trattato di una grave inadempienza deontologica da parte di chi opera in strutture sanitarie”

continua
Aziende Sanitarie

IN ASSL CARBONIA: “QUI LE DONNE NON POSSONO SCEGLIERE IN AUTONOMIA”

photo-1594403078394-5e67cacd5767

“QUI LE DONNE NON POSSONO SCEGLIERE: NEL SULCIS IGLESIENTE NON SI PUÓ PARTORIRE IN ANALGESIA”

A seguito delll’ultima Conferenza Territoriale Socio Sanitaria di lunedì 15 febbraio, convocata presso la sala polifunzionale di Carbonia, che ha riunito i sindaci del territorio e il nuovo Commissario della ASSL locale Gianfranco Casu, tra le criticità della sanità locale, riemerge un tema importante per la salute delle donne.

Il tema. Non esiste solo il covid-19, né la pandemia deve far dimenticare i grandi problemi che attanagliano la sanità nel Sulcis Iglesiente: è infatti necessario ripristinare a 360 gradi l’attenzione sulla cura dei cittadini e delle cittadine. Per la salute psico-fisica delle donne, esse devono poter ricorrere ad analgesia in travaglio, al fine di avere un maggior grado di consapevolezza e di serenità durante il parto. Si tratta, naturalmente, di una scelta soggettiva cui le partorienti del Sulcis Iglesiente non hanno attualmente diritto di opzione, poiché a tutt’oggi il CTO è privo di questo servizio, la cui assenza genera mobilità passiva verso Cagliari, riducendo il già esiguo numero di parti nel nostro territorio e così le speranze di mantenere nel tempo il relativo servizio sanitario.

continua
Aziende Sanitarie

DICA TRECENTOTRENTATRE…

1577

Trecentotrentatré operatori sanitari della provincia di Treviso non hanno risposto alla chiamata per il vaccino anti-Covid nella cinque giorni – da lunedì a venerdì – organizzata dall’Usl della Marca. 

continua
Aziende Sanitarie

ANARCHIA VACCINALE IN APSS TRENTO?

sindacati vaccino
Vaccini, Cgil accusa: “Gestione anarchica, dosi anche a personale non sanitario”. L’Apss: “Se è successo è stato per non sprecarlo”

I sindacati accusano l’azienda per i servizi sanitari di aver vaccinato personale non sanitario, in contrasto con le direttive date per la prima fase. “Servono trasparenza e indicazioni chiare”, dichiara Fp Cgil.

L’Apss risponde: “Potrebbe essere successo per evitare di sprecare dosi. Stiamo valutando di vaccinare anche personale non sanitario che lavora a contatto coi pazienti, ma per ora non è stato fatto nulla”

continua