chiudi

Aziende Sanitarie

Aziende Sanitarie

ULSS 2 MARCA TREVIGIANA: LATITANO LE ASSUNZIONI DI PERSONALE

yes we ban

All’ Ulss 2 una petizione per far ripartire le assunzioni all’interno dell’ospedale. I dipendenti dell’ULSS 2 Marca Trevigiana si sono dati appuntamento questa mattina davanti alla sede amministrativa di villa Carisi a Treviso per un presidio che si è concluso con la consegna al dg Benazzi delle 3mila e più firme raccolte tra i lavoratori a richiesta di nuove assunzioni.

Il personale sanitario trevigiano vive oggi una grave situazione di carenza di organico che pregiudica il godimento di ferie e permessi, e addirittura recuperi compensativi, dove i richiami in servizio sono l’ordinaria amministrazione e le condizioni di lavoro estenuanti, tanto che la presenza del personale in servizio troppo spesso non rispetta gli standard stabiliti dalle norme regionali.

continua
Aziende Sanitarie

TRENTO, ACCORDO SULLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE AMMINISTRATIVE IN

burocrazia-2

TRENTO. L’accordo in discussione in Apran oggi pomeriggio si colloca all’interno del Contratto della sanità, della modifica della Lp. 7 del 1997 che avvia il processo di omogeneizzazione del personale amministrativo della sanità con quello della Provincia e infine della recente riorganizzazione dell’Azienda sanitaria.

Proprio per questa riorganizzazione la Provincia ha ritenuto necessario trasformare le Posizioni Organizzative Amministrative in Direttori d’ufficio. Promotori e poi firmatari di questo accordo sono stati Nursing up, Uil e Cisl.

continua
Aziende Sanitarie

RAGUSA ASP 7, TRASFERIMENTI IN CORSO

SEGNALI DI DIREZIONE
continua
Aziende Sanitarie

APPROVATO IL NUOVO PIANO DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE STRATEGICO ASST DI LECCO

damasco

Lecco,  14 giugno 2017 COMUNICATO STAMPA ASST LECCO – Approvato, da Regione Lombardia, il nuovo Piano di Organizzazione Aziendale Strategico dell’ASST di Lecco

Approvato definitivamente dalla Giunta di Regione Lombardia il nuovo POAS, Piano di Organizzazione Aziendale Strategico, dell’ASST di Lecco.

Si tratta del principale strumento di programmazione con cui le Aziende Socio-Sanitarie Territoriali definiscono il proprio assetto organizzativo e le modalità di funzionamento, in attuazione degli obiettivi regionali.

Questo documento rappresenta un atto particolarmente rilevante: di fatto è un grande passo attuativo della Riforma Sanitaria poiché al suo interno si trovano importanti esplicitazioni circa il nuovo assetto organizzativo con le relative declinazioni di ruoli e funzioni.

continua
Aziende Sanitarie

IL DIR. SANITARIO SUL CASO FORMICHE AL PO S. PAOLO NAPOLI: LE FORMICHE INVADONO UN LETTO IN 10 MINUTI

dante

Il direttore del San Paolo, Vito Rago, parla al telefono della vicenda delle formiche sul letto dell’ospedale. Dice che domani la paziente della foto verrà dimessa e sistemata in una struttura di riabilitazione, nel frattempo ha spiegato che la stessa non era in uno stato di abbandono. «Le formiche quando attaccano ci mettono 10 minuti per invadere un letto, non è che la signora è stata abbandonata per ore e si è ritrovata coperta dalle formiche. È stata pulita, sono stati cambiati gli effetti letterecci e la seconda volta sono ritornate le formiche. La signora faceva terapia parenterale nutrizionale. Per cui basta che cada una goccia sul lenzuolo che diventi un forte richiamato per gli insetti, che comunque non devono invadere una stanza d’ospedale». Poi ha spiegato che ci sarà una inchiesta interna e che è a disposizione per aggiornare il ministro Lorenzin e il governatore De Luca sull’evolversi della situazione.

http://www.lastampa.it/2017/06/13/multimedia/italia/cronache/il-direttore-dellospedale-san-paolo-le-formiche-attaccano-in-minuti-sUKj0ilpO21cAvSD1rouAN/pagina.html

continua
Aziende Sanitarie

AUSL MODENA: NIENTE PROROGA IN USCITA ALL’ORARIO DI LAVORO. STOP AGLI STRAORDINARI

Timbracartellino Marcatempo

Dopo diversi incontri  e la presentazione, ad aprile, di una piattaforma che evidenziava una serie di problematiche e relative proposte per il personale amministrativo, i sindacati ritengono che non sia stata portata al tavolo alcuna vera e credibile risposta da parte dell’Azienda USL di Modena, ma solo generici impegni.

“La realtà – denunciano i sindacati della Sanità di Fp/Cgil, Cisl/Fp e Uil/Fpl – è che ad oggi non esiste un piano strategico per i lavoratori amministrativi, e cosa ancor più grave non c’è nemmeno la volontà di crearlo. I vari settori amministrativi, negli ultimi anni, hanno visto calare il personale di oltre 240 unità, una riduzione senza precedenti.

La predisposizione del piano ferie estive è stata comunicata solo ieri pomeriggio: un complicato “puzzle” di aperture e chiusure dei vari sportelli sul territorio della provincia che costringerà lavoratori e cittadini a continui spostamenti.

I lavoratori degli sportelli Cup e Saub, poi, sono costretti da tempo ad effettuare straordinari che di fatto sono programmati e sistematici, e chissà se verranno pagati. Per non parlare poi del monte ore di straordinario dello scorso anno: non pagato e dove non esiste nemmeno un piano di recupero.

continua