chiudi

ARAN

ARAN

BANCA DELLE ORE, DOMANDE E RISPOSTE: COSTITUZIONE, UTILIZZO, CUMULO

BANCADELLEORE

E’ possibile cumulare le ore presenti nella “banca delle ore” con i riposi giornalieri, di cui all’art.39 del D.Lgs.n.151/2001, con conseguente astensione dell’attività lavorativa per l’intera giornata?

Relativamente a tale particolare problematica, l’avviso della scrivente Agenzia è nel senso che il cumulo sembra potersi ritenere ammissibile in mancanza di disposizioni legali o contrattuali che, espressamente o implicitamente, dispongano diversamente.

A sostegno di quanto detto, con riferimento proprio alla ipotesi di cumulo delle “ore di recupero” – ossia le ore espletate oltre il previsto orario giornaliero di lavoro ed accumulate con il sistema della “banca ore”- con i periodi di riposo per allattamento di cui agli artt. 39 e ss. del D.Lgs.n.151/2001 (T.U. della maternità), si può richiamare anche la circolare 6 settembre 2006, n.95-bis, dell’INPS.

continua
ARAN

ARAN: PRIORITARIO LEGARE SALARIO ACCESSORIO E OBIETTIVI. SI CHIUDE PER OTTOBRE?

Screenshot_2017-06-27-19-11-53_1

Prima riunione, dopo uno stop durato otto anni, del tavolo Governo-sindacati per la messa a punto dei rinnovi contrattuali nel pubblico impiego, convocato oggi a Roma presso l’Aran, l’Agenzia per la Rappresentanza negoziale delle Pa che segue il dossier per conto di palazzo Chigi. Via Facebook, dalla ministra Marianna Madia che ha “firmato” l’atto di indirizzo per il rinnovo dei contratti Pa 2016-2018 arriva l’auspicio di un confronto rapido, da concludere «entro i primi giorni di ottobre». Tre mesi quindi per portare a compimento i negoziati. Per Madia «siamo all’ultimo miglio di un percorso avviato nei mille giorni del Governo Renzi». Il rinnovo, spiega, «non ha solo un valore economico, che pure conta» ma «è anche un pezzo di un mosaico più grande: la riforma della Pa, che ora ha concluso la sua fase normativa»

continua
ARAN

FRANCESCO SAVERIO PROIA DAL MINISTERO DELLA SALUTE ALL’ARAN: AL POSTO GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO

francesco saverio proia

Il Dr. Francesco Saverio Proia sara consulente presso L’ARAN Agenzia per la rappresentanza negoziale del governo con l’incarico di analisi e supporto per l’attività di contrattazione per il comparto del personale dipendente del SSN. Probabilmente un salto di qualità. Certamente un ottimo acquisto ed una buona notizia per tutti gli attori del SSN nella fase in cui ci si avvia a concretizzare il rinnovo del contratto di lavoro. Un professionista che darà un contributo importante al nuovo ufficio di destinazione. Competenza, equilibrio, conoscenza della materia, trasversalità. E’ uno di quelli che rompe il vetro della finestra per sentire cosa si vocifera fuori, per ascoltare in silenzio e cercare di fare sintesi. Un buon osservatore. Pochi fronzoli.

continua
ARAN

SULLA FRUIBILITA’ DEL CONGEDO PARENTALE

Congedo-parentale

Orientamenti applicativi ARAN 9/2/2017 n. RAL_1909. Alla luce delle nuova formulazione degli artt.32 e 34 del D.Lgs.n.151/2001, conseguente alle modifiche introdotte dal D.Lgs.n.80/2015,  che eleva sia i limiti temporali di  fruibilità del congedo parentale, da 8 a 12 anni, sia i limiti temporali di indennizzo a prescindere dalle condizioni di reddito, da 3 a 6 anni, si chiede se, nel caso in cui un lavoratore non abbia fruito dei primi trenta giorni di congedo parentale con trattamento economico per intero entro i tre anni, allo stesso possa essere erogato il suddetto trattamento economico per intero anche nel corso dell’ulteriore periodo tra i 3 ed i 12 anni?

continua
ARAN

ORIENTAMENTI APPLICATIVI ARAN IN TEMA DI PERMESSI RETRIBUITI PER MOTIVI PERSONALI O FAMILIARI

download-1

 Orientamenti applicativi ARAN 29/12/2016 n. RAL_1891I permessi retribuiti per particolari motivi personali o familiari, di cui all’art.19, comma 2, del CCNL del 6.7.1995, possono essere fruiti ad ore o a mezze giornate?

Nel merito del quesito formulato, relativamente alla particolare problematica esposta, sulla base della vigente disciplina contrattale, per quanto di competenza, la scrivente Agenzia non può che confermare il proprio consolidato orientamento secondo il quale i tre giorni di permesso retribuiti per motivi personali e familiari, di cui all’art.19, comma 2, del CCNL del 6.7.1995, attualmente, non sono fruibili in via frazionata ad ore.

continua
ARAN

ORIENTAMENTI APPLICATIVI ARAN, I° PARTE

aran2

E’ POSSIBILE RIMODULARE L’ORARIO DI LAVORO GIORNALIERO O SETTIMANALE DEL DIPENDENTE CHE È SOTTOPOSTO A TERAPIA SALVAVITA? La flessibilità oraria di lavoro è competenza puramente gestionale riconducibile all’autonomia aziendale e può trovare soluzione nell’ambito dell’art. 26 del CCNL 7.4.1999, che prevede ampi margini di flessibilità nella distribuzione dell’orario di lavoro, anche in situazioni quali quella di che trattasi (art. 26, comma 3, lett. f) del CCNL citato).  Va da sé che ove si proceda a rimodulazione di orario giornaliero o settimanale non c’è bisogno di ricorrere alle previsioni dell’art. 23, comma 7 del CCNL 1.9.1995 (come modificato dall’art. 11 del CCNL integrativo 20.09.2001), che ovviamente si riferisce ad assenze di un’intera giornata.

continua
ARAN

REPERIBILITA’ E PRONTA DISPONIBILITA’ SECONDO L’ARAN

fisioterapista-sportivo1
continua
ARAN

ACCORDO SINDACALE SUL PUBBLICO IMPIEGO: LA TRATTATIVA PASSA ALL’ARAN

prospettive_certe_mutevoli-02

Dopo la firma dell’intesa politica sul rinnovo dei contratti statali, firma avvenuta mercoledì scorso tra governo e Cgil, Cisl e Uil, si apre ora l’iter all’Aran. Passerà infatti per l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni la trattativa vera e propria per l’aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici che è stato fissato in 85 euro medi. I tempi però di questi passaggi potrebbero non essere brevi: dovrà infatti prima essere approvata la Legge di bilancio con lo stanziamento delle risorse da destinare al rinnovo dei contratti statali e poi il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia potrà inviare all’Aran l’atto di indirizzo. Poi partiranno i tavoli di trattativa. E anche in questo caso in tempi potrebbero essere lunghi, come sottolinea all’Adnkronos il presidente dell’Aran, Sergio Gasparrini: “dopo 7 anni di blocco c’è molto da fare per rimettere ordine a tutta la parte normativa, a un modello contrattuale un po’ obsoleto. Ci vorrà tempo, ci dovremo rimboccare le maniche anche per armonizzare le regole dei nuovi comparti che sono stati ridotti da 11 a 4”.

continua