chiudi

AGENAS

AGENAS

ACCREDITAMENTO IN PROGRESS PROVIDER ecm STANDARD

agenas

Il provider Ecm In Progress, associazione scientifica e culturale per la formazione nel pubblico impiego, ha ottenuto dalla Commissione Nazionale ECM l’accreditamento standard per 4 anni 2017/2021 per tutte le professioni.

Partner di compartosanita.it,è strettamente connesso alla professione infermieristica e alle professioni sanitarie e alle tematiche sindacali, etiche, deontologiche, contrattuali. 

continua
AGENAS

GAME OVER: DA MAGGIO PARTONO LE VERIFICHE ANTICORRUZIONE IN SANITA’

download-4

Le verifiche previste per maggio serviranno a monitorare il grado di recepimento su trasparenza e prevenzione della corruzione, contenuti nel Piano anticorruzione 2016

Cantone: sanità, prima emergenza
Quella della sanità «credo sia in assoluto la prima emergenza». Il presidente dell’Anac Raffaele Cantone lo ha spiegato oggi a Milano aggiungendo che è un campo in cui si creano «meccanismi di favore che non hanno nemmeno bisogno di corruzione», tanto che si potrebbe coniare il termine «corruzione tacita».
«Ci sono stranezze difficili da inquadrare come il sistema delle convenzioni in cui non è necessario fare alcun appalto». Cantone ha poi osservato, «In futuro proveremo a fare controlli mirati. Così si spezza il meccanismo per cui se avvengono clamorose ruberie nelle Asl i vertici dicono “non me ne ero accorto”».

L’Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali ha comunicato in una nota che a maggio partiranno le verifiche sull’applicazione dei contenuti del Piano nazionale anticorruzione dedicati alla sanità. «Il Sistema sanitario dispone già di tutti gli antidoti per neutralizzare e prevenire fenomeni di corruzione o di cattiva gestione: sono quelli contenuti nell’allegato al Piano nazionale anticorruzione, frutto della collaborazione tra Anac, ministero della Salute e Agenas e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 3 agosto 2016 – spiega Francesco Bevere, direttore generale dell’Agenzia -. Il documento fornisce indicazioni mirate, prevedendo anche misure di “allerta” su particolari “aree a rischio” come i contratti pubblici, gli incarichi e le nomine dei primari, la gestione delle spese e del patrimonio immobiliare, nonché indicazioni su come effettuare i controlli».

continua
AGENAS

ECM: 1050 I PROVIDER ACCREDITATI PER LA FORMAZIONE CONTINUA, 700 STANDARD QUADRIENNALI

ospedale

Sono complessivamente 1.050 i provider accreditati a erogare formazione continua obbligatoria per i professionisti sanitari ma di questi solo 700 hanno ottenuto l’accreditamento standard quadriennale. Per gli altri, in possesso dell’accreditamento provvisorio, bisognerà aspettare le valutazioni in loco da parte del gruppo di verifica, all’interno del quale operano un componente della Commissione nazionale per la formazione continua e gli incaricati della Segreteria. Sono questi gli ultimi dati sul motore principale della complessa macchina Ecm. Un sistema che a 12 anni dalla sua istituzione sta finalmente per approdare a una importante fase di riordino. È infatti all’esame delle Regioni lo schema di Accordo sul documento «La formazione continua nel settore salute», che ristruttura la materia all’insegna di una sostanziale sburocratizzazione delle procedure e di una maggiore organicità. Con un duplice obiettivo: semplificare l’attività di professionisti e provider e rendere la stessa offerta formativa più mirata e adeguata a un’effettiva crescita professionale dell’operatore.

continua
AGENAS

IRPINIA: AGENAS FA LE PULCI AGLI OSPEDALI E ALLE CLINICHE

irpinia

Sanità a doppia velocità. L’agenzia nazionale del Ministero della Salute ha tracciato un bilancio valutativo sui 1371 ospedali presenti in Italia. Non sono pagelle ma uno strumento per orientare e correggere parametri che inficiano l’efficienza e l’efficacia di un ospedale pubblico o privato. Non mancano le ombre ma almeno per l’Irpinia sono più luci. Il Moscati di Avellino si contraddistingue per le procedure ottime di chirurgia oncologica ma tutta l’area è ben posizionata tanto da far valutare la struttura avellinese tra le migliori in Campania. Per il reparto Ictus ischemico buona performance perAriano Irpino (centro di riabilitazione post acuzie) e per infarto miocardico acuto. Per il bypass aortocoronarico la Montevergine di Mercogliano è la seconda eccellenza in Campania. Ma la novità di quest’anno del Piano Agenas è la mappa aggiornata dell’efficienza registrata in tutti gli ospedali italiani e condensata in un unico grafico, il Treemap, da cui arrivano indicazioni per ogni singola struttura sulle aree cliniche che funzionano e per quelle da mettere in riga. Sotto la lente ci sono sette aree cliniche principali (cardiocircolatorio, respiratorio, gravidanza e parto, osteomuscolare, nervoso, chirurgia oncologica, chirurgia generale) in cui ciascuno degli indicatori sottende esiti per decine di procedure in termini di mortalità, tempestività dell’intervento, guarigioni e volumi di pazienti trattati. Ebbene in questo quadro di sintesi la Campania primeggia in negativo con 4 grandi aziende ospedaliere su 11 per le quali scatta il cartellino rosso. Si tratta di Cardarelli, Monaldi, Moscati di Avellino e Policlinico del centro storico (Ateneo Luigi Vanvitelli).

continua